Autore Topic: Quando la cronaca rasenta l'umorismo  (Letto 120816 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #45 il: 17 Ottobre 2009, 14:31:20 pm »
Tapei: uomo affitta un film porno e scopre che l’attrice è sua moglie!

Scegliete con cura un film porno da vedere comodi a casa vostra, per una serata fra amici, quando vostra moglie non c’è? Attenti potreste trovarla nel film!

E’ quello che è successo ad un uomo di Tapei in Taiwan quando, dopo aver acquistato un film a luci rosse dal titolo “Relazioni con le mogli degli altri” () ha scoperto che, fra una di quelle mogli protagoniste del film, c’era anche la sua.

Capirete lo stupore dell’uomo e la vergogna davanti ai proprio amici per l’amara rivelazione. Ma è proprio vero: al peggio non c’è mai fine. Infatti a completare il quadretto ecco la drammatica scena della moglie che fa sesso con il suo migliore amico nella stanza di in un motel.

Il povero malcapitato, chiede immediatamente il divorzio. Ma la voglia di vendetta per l’offesa subita si fa sentire, ed in preda al panico e fuori di sè, il carpentiere tradito accoltella la moglie ad una gamba. E’ ora sotto processo per tentato omicidio e rischia una pena detentiva di sei mesi di reclusione.



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #46 il: 20 Ottobre 2009, 22:52:34 pm »
Svizzera, italiano alla guida commette 15 violazioni in 11 minuti

Un signore italiano è riuscito a infrangere quindici volte in undici minuti il codice della strada mentre viaggiava sulla sua Jeep con la polizia alle calcagna in una città della Svizzera. L'uomo, che ha ridefinito il concetto di guida spericolata, probabilmente era sotto l'effetto di droghe: per queste ragioni rischia di essere condannato e di non vedere più la patente nemmeno con un binocolo.

Le autorità di Gossau si sono accorte del personaggio quando se lo sono visti schizzare a tutta velocità dietro all’auto-civetta. Il guidatore ha dimostrato senso civico facendo i 160 km orari in mezzo al traffico urbano e fregandosene completamente del diluvio che si stava rovesciando sulla città svizzera.

L'uomo ha collezionato un’infrazione dietro l’altra sfiorando il parafango di ogni macchina presente sulla tangenziale. Non contento ha ignorato gli avvertimenti della polizia che lo braccava prima facendogli dei segnali, poi puntandogli luci in faccia a sirene spiegate.


Per poco più di dieci minuti una sonnolenta città Svizzera pareva il set di Fast and Furious. Il folle è stato bloccato dopo essere sfrecciato ai 140 km orari (più del doppio consentito) attraverso una zona in costruzione. Le autorità gli hanno ritirato la patente, che qualche avveduto esaminatore gli ha rilasciato in Italia, e il giudice ha ordinato di fargli fare i test antidroga.

« Ultima modifica: 20 Ottobre 2009, 22:54:16 pm da Lucarella »


Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #47 il: 20 Ottobre 2009, 22:55:00 pm »
Sanguisuga incastra rapinatore

A 8 anni da una rapina ai danni di una 71enne, la polizia della Tasmania, in Australia, ha risolto il caso grazie a un campione prelevato da una sanguisuga. Il responsabile, Peter Alec Cannon, aveva aggredito l'anziana in campagna. Durante la rapina una sanguisuga aveva però succhiato il suo sangue. La polizia ha registrato il Dna in una banca dati e quando l'uomo è stato arrestato per altri reati è stato incastrato da un controllo incrociato.

Il colpo, compiuto con un complice mai individuato, era stato messo a segno nel settembre del 2001 nella casa di campagna della donna. L'anziana era stata prima aggredita con dei bastoni e poi derubata dell'equivalente di 330 euro. Una sanguisuga però aveva succhiato il sangue di Cannon ed era stata raccolta dalla  polizia vicino a una cassaforte sul luogo del delitto.

Il Dna del sospetto è stato subito registrato in una banca dati federale e quando il rapinatore è stato arrestato per reati di droga, è stato prelevato un campione del suo sangue e il controllo incrociato ha fornito la prova a suo carico. Cannon è comparso davanti alla corte suprema a Launceston, si è riconosciuto colpevole della rapina e resterà in carcere in attesa della sentenza.



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #48 il: 20 Ottobre 2009, 22:57:51 pm »
Gela: Cagnolino svela tradimento tra moglie e marito

“Caro, esco con le amiche. Ai bambini pensaci tu. Starò fuori poco meno di un’ora. Porto con me anche il cane. Ci vediamo dopo”. Mai, come nella vicenda che stiamo per raccontarvi, l’animale è l’assoluto protagonista. Perché è proprio il cane, un volpino fedele ed affettuoso a far scoprire all’ignaro marito, un tradimento confezionato magistralmente dalla moglie fedifraga. Appuntamento con l’amante, all’interno di un esercizio pubblico del centro storico, chiuso per riposo settimanale e gestito da due amiche della donna. La saracinesca è abbassata ma non del tutto. Lei, una ragazza di 35 anni, amoreggia con il suo amante, un cinquantenne del luogo. Baci, abbracci, ed altro ancora. Un’insaziabile voglia erotica che non ha limiti, come in un film a luci rosse. Dentro il bar, la donna ha portato con se anche il cane. Scelta ardita, che si rivelerà un boomerang. Il marito, 45 anni, infatti, decide, assieme ai propri figli minorenni, di andare a comprare prodotti di rosticceria, in attesa che la moglie torni a casa. Ma la sorpresa è dietro l’angolo. La pizzeria sorge a pochi metri di distanza dall’improvvisata alcova. Il cane comincia ad abbaiare, fiutando la presenza del padrone. Abbaia talmente tanto che richiama l’attenzione dei bambini. “Papà quello è il nostro cucciolo, che ci fa là dentro?”. Una sbirciata veloce all’interno del locale e succede il finimondo. I due amanti, inconsapevoli di quanto sta accadendo all’esterno, continuano imperterriti il loro rapporto sessuale. E’ il marito, “cornuto e mazziato” ad interromperlo. Lei prova a giustificarsi, sostenendo di avere bevuto un bicchiere di troppo e di essersi lasciata coinvolgere; l’amante, invece, non dice nulla, nell’imbarazzo generale. Ne scaturisce una rissa furibonda. Intervengono anche i Carabinieri. L’amante ha dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari. Ne avrà per alcuni giorni. Poi, tutti in caserma per essere generalizzati. Al resto dovranno pensare gli avvocati. Il divorzio, infatti, è dietro l’angolo. E poi si dice vita da cani…



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #49 il: 20 Ottobre 2009, 22:59:33 pm »
Ubriaco chiede ad un agente di abbracciarlo: arrestato

Un uomo è stato arrestato ad Ann Arbor, nel Michigan, dopo aver insultato un agente che non aveva accettato di abbracciarlo. L’uomo stava vagando per strada, urlando ai passanti, quando la polizia è  intervenuta, invitandolo a smettere di fare confusione e di tornarsene a casa. L’uomo ha accettato e si è indirizzato verso la sua abitazione.

La storia sembrava quindi conclusa, se non fosse che sulla via del ritorno l’uomo ha visto un’altra auto di pattuglia della polizia. E ha pensato bene di dimostrare il suo apprezzamento per le forze dell’ordine raggiungendola e chiedendo un abbraccio ad uno degli agenti a bordo. L’agente ha però rifiutato, scatenando le ire dell’uomo che ha iniziato ad inveire contro gli agenti, che a questo punto hanno arrestato l’uomo con l’accusa di disturbo alla quiete pubblica.



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #50 il: 20 Ottobre 2009, 23:01:59 pm »
Sydney, un'auto decolla e finisce sul tetto

Una famiglia della periferia di Sydney è stata svegliata di soprassalto la scorsa notte, quando un'auto che aveva letteralmente spiccato il volo è «atterrata» sul tetto della loro casa. Secondo la ricostruzione della polizia, l'auto con a bordo due giovani di 21 e 25 anni viaggiava a ben oltre i 100 km/h quando ha colpito il cordolo di cemento della mezzeria. Ha poi abbattuto un palo del semaforo e uno della luce, prima di salire sul terrapieno e volare per 15 metri finendo sopra il tetto. I poliziotti accorsi sul posto all'inizio non riuscivano a trovare l'auto che aveva causato il danno, ma poi hanno guardato in alto. «Finalmente abbiamo ubicato il veicolo incastrato sul tetto di una casa», ha detto l'ispettore Adrian Grech. Nessuno è rimasto gravemente ferito, nemmeno la coppia e il bebè di tre mesi che dormivano dentro, ma la polizia ha trovato rottami e detriti, compresa una ruota e un palo, in un raggio di 100 metri. I due giovani, rimasti intrappolati nell'auto, sono stati soccorsi dai paramedici e sono ricoverati in condizioni stabili. L'auto è stata estratta dal tetto con una gru e sequestrata per analisi forensi.


[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=yL7f9cnhRe4&feature=player_embedded[/youtube]


Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #51 il: 20 Ottobre 2009, 23:03:19 pm »
Gatto chiuso per errore nel freezer per 19 ore

Un gatto è riuscito a sopravvivere per 19 ore nel freezer, dopo che i padroni ce lo hanno erroneamente chiuso dentro, in una casa in Nuova Zelanda. Il micio, di nome Krillen, è stato scoperto quando Sarah Crombie, uno dei due padroni, ha aperto il congelatore per prendere del pane. Era semi-svenuto, adagiato su un una confezione di cibo per cani. Quella stessa confezione che, forse, lo aveva spinto a saltarci dentro.


"Quando ho aperto lo sportello, ho sentito un rumore strano - dice Sarah - Voleva miagolare, ma non ci riusciva, e quindi ha emesso un suono inusuale". L'errore dovrebbe essere stato commesso dal compagno, che, la sera prima, aveva chiuso il freezer, senza rendersi conto che Krillen era saltata dentro. "Quando l'ho trovata, ho temuto il peggio - dice la padrona - Perché la temperatura è di -18° C". Aperta la porta, il micio ha cercato di rotolare fuori. I due padroni sbadati lo hanno subito riscaldato, mettendolo sotto le coperte.

Ci sono volute tre ore, prima che il gatto riacquistasse la sua normale temperatura corporea. "Ero seduta sul letto, insieme a lui - dice ancora la padrona - e sentivo tutto tremare. Era il gatto che aveva i brividi". Il micio, adesso, si è completamente ripreso. Come conseguenza di questo incidente, si guarda bene dall'avvicinarsi nuovamente al freezer.



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #52 il: 20 Ottobre 2009, 23:04:52 pm »
Tenta furto in una casa a Milano, ma si addormenta

Entrato in casa per rubare, e' stato colto da un colpo di sonno e quando la polizia e' arrivata, lo hanno trovato sul divano. E' successo a Milano. Il protagonista e' un somalo di 32 anni, irregolare. Quando i vigili sono arrivati l' hanno sorpreso che dormiva in salotto. Lui gli ha consegnato il provvedimento di espulsione. Il proprietario della casa ha deciso comunque di non sporgere denuncia; il clandestino e' stato arrestato per il reato di clandestinita'.



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #53 il: 20 Ottobre 2009, 23:06:50 pm »
Vincita record, agenti di polizia si dimettono

Una squadra di polizia di una città ungherese si è dimessa in blocco dopo aver vinto più di 14 milioni di euro alla lotteria. Gli agenti hanno centrato il jackpot del concorso di Budaors grazie a un sistema messo a punto proprio in commissariato e giocato da 15 poliziotti. Si tratta della sesta vincita più alta di sempre in Ungheria. Per rimpiazzare i poliziotti, il capo della polizia locale ha dovuto attingere nuovo personale da tutta la regione.

Secondo quanto riferisce Ananova, gli agenti hanno di deciso di abbandonare il lavoro subito dopo aver appreso di essere diventati milionari. Senza nessuno scrupolo, hanno consegnato le dimissioni in blocco al responsabile, lasciando il commissariato sguarnito. Per ripristinare la situazione e riportare l'organico al completo, sono serviti diversi giorni per rintracciare il personale disponibile al trasferimento.

Il paese, dunque, è rimasto così in balia degli eventi e senza forze di polizia fino all'arrivo dei rinforzi. Non si hanno invece più notizie degli agenti che hanno vinto la lotteria. Qualcuno li avrebbe già avvistati su una spiaggia bianca a godersi il bottino...



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #54 il: 20 Ottobre 2009, 23:08:22 pm »
Si amputa il pene per protesta contro matrimonio obbligato

Per protesta contro un matrimonio obbligato dai genitori, un 25enne egiziano ha scelto una forma decisamente drastica: si è amputato il pene e i testicoli.

Il giovane, residente nella parte sud del Paese,  era innamorato di una ragazza ma, per quanto lei ricambiasse, non era gradita ai suoi genitori, che volevano obbligare il ragazzo ad un matrimonio con una giovane scelta da loro. Preso dalla disperazione e deciso a dimostrare la sua repulsione verso questo matrimonio forzato, il ragazzo ha preso un coltello e, chiusosi nella sua stanza, si è mozzato il pene e mutilati i testicoli.

Purtroppo per lui, ha fatto un ottimo lavoro, e i medici non sono riusciti a riattaccare il membro amputato.



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #55 il: 20 Ottobre 2009, 23:10:12 pm »
Una targa che attira una media di 10 multe al giorno

Il sogno segreto di molti automobilisti è avere una targa che impedisce alle multe di arrivare. Scottie Roberson, residente a Birmingham, Alabama, è invece assillato dal problema opposto: per “merito” della sua targa ha collezionato quasi 20.000 dollari di multe.

Roberson, che fa anche il pilota, infatti si è fatto fare una taga personalizzata: “XXXXXXX”, in omaggio al suo soprannome sulle piste (Racer X). Solo che XXXXXXX è anche quello che gli agenti di polizia digitano quando verbalizzano contravvenzioni ad automobili dalla targa non identificata. Il risultato è a questo punto prevedibile: tutte le contravvenzioni ad automobilisti non identificati finiscono con l’arrivare a Roberson, che accumula così una media di 10 multe al giorno.

La polizia stradale di Birmingham ha dichiarato che sta prendendo in considerazione l’ipotesi di modificare il modo in cui sono memorizzate le targhe non identificate, per mettere fine una volta per tutte alla pioggia di multe per “Racer X”.



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #56 il: 20 Ottobre 2009, 23:12:11 pm »
Le morti più assurde

Da una recente ricerca americana è stato scoperto quali sono state le morti più assurde nell'anno 1999: Al terzo posto troviamo la notizia riguardante la morte di un poliziotto. Continuamente perseguitato da un folle da lui arrestato anni prima e poi tornato in libertà viveva ormai nel terrore e preoccupato per la sua incolumità dormiva sempre con la pistola sopra il comodino. Una notte ricevette una telefonata. Svegliatosi di soprassalto non si rese conto che anziché impugnare la cornetta del telefono aveva preso in mano la sua pistola dalla quale partì un colpo uccidendolo!




Al Secondo posto troviamo invece quella accadutagli ad un impiegato di una nota società americana che felice per aver ricevuto una promozione, invitò la sua ragazza per mostrargli il suo nuovo ufficio al 53esimo piano di un grattacielo e preso dall'euforia mostrò alla sua bella la resistenza dei vetri antisfondamento saltandoci contro. Lo raccolsero spiaccicato sul marciapiede sottostante.



Al primo posto (e meritatamente) troviamo la fine che a fatto un veterinario del texas che nel fare una rettoscopia ad una vacca ricevette in piena faccia una scorreggia della bestia che lo investì proprio mentre stava fumando un sigaro. Morì per le gravissime ustioni.



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #57 il: 20 Ottobre 2009, 23:14:47 pm »
Una contadina polacca è stata arrestata perché coltivava marijuana per la sua mucca

Incredibile vicenda avvenuta in Polonia: il troppo amore verso gli animale  porta a agire nel modo più strano, come far sballare una mucca!

C’è chi, fra gli allevatori di bestiame, preferisce dare ai propri animali il miglior foraggio disponibile sul mercato e chi invece, forse desideroso di far provare loro sensazioni uniche, da sballo, al posto del fieno nella mangiatoia mette la marijuana. Una contadina di 55 anni, residente nella cittadina di Lopez, nella parte occidentale della Polonia, è stata arrestata perché trovata a coltivare marijuana per alimentare la sua mucca.

Nella stalla gli agenti hanno trovato quintali di “erba” che la donna, così lei si è giustificata, usava soltanto per render l’animale più docile. E con tutta quella marijuana la povera mucca era più che mansueta. “Sballata” dalla mattina alla sera esplorava i prati verdi in un modo tutto nuovo.

Ma la scelta di alimentarla con quell’insolita erba non è stata presa per una semplice coincidenza. Il bovino, stando a quanto raccontato dalla donna agli agenti di polizia, era in passato molto “difficile da gestire”: aveva persino rotto il braccio ad una persona. Proprio questo fatto aveva spinto la contadina a chiedere aiuto ad un amico che le ha dato un consiglio: “Per calmare la tua mucca devi nutrirla con marijuana”. Facendo così, ha raccontato la donna ai poliziotti, “è diventato dolce come un agnello”.


Il possesso di marijuana, anche in piccole dosi, in Polonia è un crimine. La premurosa signora rischia fino a tre anni di galera e la sua mucca la condanna a mangiare semplice fieno.



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #58 il: 21 Ottobre 2009, 23:31:57 pm »
Scambia la vicina per una scimmia: le spara

Un uomo di Kuala Lumpur (Malesia) ha sparato alla vicina di casa, scambiandola per una scimmia. L’uomo ha visto dei movimenti su un albero da frutto di sua proprietà, e ha sparato alla figura che si muoveva in mezzo ai rami.

Solo dopo che  la donna, colpita, ha iniziato ad urlare ed è caduta dall’albero, l’uomo ha riconosciuto la vicina di casa. La donna è stata ricoverata in ospedale per le ferite, dove le sue condizioni sono comunque stabili.

L’uomo rischia fino a due anni di reclusione per uso improprio di armi da fuoco.



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.

Offline Lucarella

  • Amministratore
  • *
  • Post: 3048
  • Karma: 5
  • Sesso: Maschio
Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
« Risposta #59 il: 24 Ottobre 2009, 09:37:20 am »
Rubano un teschio dal cimitero per farsi un bongo per fumare marijuana

Tre ragazzi diciassettenni texani sono stati arrestati con l’accusa di aver dissotterrato uno scheletro da una area abbandonata del cimitero. Due dei ragazzi hanno già confessato. Secondo la polizia, il cadavere profanato sarebbe quello di un ragazzino di 11 anni morto negli anni ‘20.

La scoperta della profanazione è stata fatta dalla polizia mentre indagava su uno dei ragazzi per l’utilizzo di una carta di credito rubata. I ragazzi si sono giustificati con lo stato di completo abbandono in cui si trovava la tomba: la lapide era abbattuta, e la tomba conteneva oltre un metro d’acqua, tanto è vero che la polizia non è riuscita a verificare immediatamente se la bara fosse stata aperta in tempi recenti o meno.



Nelle molte parole non manca la colpa, ma chi frena le sue labbra è saggio.