Emule Mods

Off-Topic (discussioni fuori tema) => Salotto di Emule Mods => Topic aperto da: Lucarella - 27 Settembre 2009, 23:31:02 pm

Titolo: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 27 Settembre 2009, 23:31:02 pm
Di seguito verranno riportate notizie originali e divertenti tutte pubblicate dal sito www.notizieincredibili.scuolazoo.com[/color] (http://notizieincredibili.scuolazoo.com [color=red)[/b]

Uomo nato con due peni funzionanti se ne fa amputare uno per amore

Quel che non tocca fare agli uomini per accontentare le proprie donne. Poteva diventare una star del porno (di nicchia), invece Ang Qiang ha prefertito disfarsi di quel che rischiava di mettere in fuga la sua ragazza. La prima volta che si è abbassato i pantaloni, la poveretta deve avere avuto una crisi epilettica vedendo non uno ma due peni entrambi perfettamente funzionanti... "Quando abbiamo iniziato a uscire era strabiliata dalla mia doppia dotazione, ma con l'andare del tempo ha deciso che la cosa era troppo raccapricciante", ha raccontato il 23enne di Guangzhou, in Cina. O me o lui, insomma. E' così che il giovane, affetto da una rara malformazione chiamata diphallus, è ricorso all'intervento chirurgico e ha detto addio a uno dei suoi gioiellini. Chissà come avrà fatto a scegliere quale dei due era quello "di troppo".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Settembre 2009, 23:15:59 pm
Monaco di Baviera: gli mancano 4 euro per pagare la corsa ed il tassista lo lascia nudo all’aeroporto

Avete presente quei film americani, dove sali su un taxi, e se non hai i soldi per pagare la corsa il tassista tira fuori la pistola? Non è niente in confronto alla bizzarra storia avvenuta a Monaco di Baviera, dove un uomo d’affari che non aveva abbastanza soldi per pagare il suo viaggio in taxi, è stato spogliato dallo stesso tassista, non solo dei suoi beni personali, cellulare ed orologio, ma anche di tutti i vestiti, comprese le mutande, per poi venire scaricato completamente nudo all’aeroporto.

L’uomo, che si chiama Frank ed ha 46 anni, aveva preso il taxi dopo aver visitato un nightclub, il tassista lo ha portato all’aeroporto ed una volta arrivati gli ha presentato il conto di 64,20 euro, ma il “povero” Frank ne aveva in tasca solo 60. Così il conducente si è scagliato contro di lui prendendogli tutto e lasciandolo nudo.

Frank ha quindi girato per l’aeroporto coprendosi con un giornale e alle 2 del mattino ha trovato il carrellino delle pulizie, ha preso un sacco della spazzatura e si è fatto una specie di gonnellino, prime di andare a denunciare il fatto alla polizia, che gli ha anche consegnato un paio di pantaloni di tuta ed una maglietta, come vestiti per il suo viaggio in aereo.

La polizia è alla ricerca del tassista “ladro di abbigliamento”, ma le imprese di taxi di Monaco di Baviera hanno negato ogni responsabilità, così come il poroprietario del nightclub, che ha dichiarato: «Da noi era venito vestito ed è andato via vestito».
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Settembre 2009, 23:29:18 pm
Sequestrano gatto e richiedono riscatto di 20 euro, arrestati

Sequestrano un gatto dal giardino di una casa e chiedono un riscatto di 20 euro alla proprietaria. La donna ha accettato le condizioni, ma prima di recarsi sul luogo convenuto per lo scambio ha chiamato i Carabinieri, che hanno così potuto arrestare i rapitori: 4 donne e 3 uomini di origine romena.

E' l'incredibile vicenda accaduta a Campi Bisenzio, in provincia di Firenze.L’insolito rapimento - "Se vuoi rivedere il tuo gatto - le avrebbe detto uno dei sequestratori - facci avere venti euro". Vista l’esigua somma pretesa, che peraltro sarebbe stata pure da suddividere in più parti, la ragazza ha intuito di aver a che fare con degli sprovveduti.

Inizialmente ha acconsentito di soddisfare le loro richieste dei rapitori ma prima di recarsi sul luogo dello scambio ha denunciato il fatto.I militari, inizialmente increduli, l’hanno rassicurata e poi accompagnata, facendo però in modo di non esser notati dagli ingenui furfanti. Nel luogo dello scambio la ragazza ha incontrato quattro donne a cui ha consegnato la somma richiesta.

 Due di queste, stando a quanto reso in seguito noto dai carabinieri, si sarebbero avvicinate poi ad un'auto a bordo della quale c'erano tre complici e, prelevato il gatto, lo hanno restituito alla proprietaria.

A quel punto sono entrati in azione i militari, arrestando l'intera banda che dovrà rispondere del reato in flagranza di estorsione in concorso. Gli autori del rapimento, di età compresa tra i 20 e i 40 anni, sono risultati tutti nullafacenti e senza fissa dimora: sono stati portati nel carcere di Sollicciano. Il gatto sta bene ed è stato restituito alla legittima proprietaria.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Settembre 2009, 23:31:15 pm
Litiga con la convivente, "voglio andare in carcere"

Stanco e esasperato per i continui litigi con la convivente è evaso dagli arresti domiciliari e, dopo aver chiamato i carabinieri con il suo cellulare, ha chiesto di essere arrestato e portato in carcere. È successo ieri sera a Firenze: protagonista un uomo di 35 anni, originario di Palermo, che «volontariamente», come ha spiegato all'operatore del 112 che gli ha risposto, ha preferito violare il provvedimento che gli era stato imposto e tornare dietro le sbarre. I militari del nucleo radiomobile, arrivati sul posto lo hanno trovato dove lui li aspettava. A loro non è rimasto che arrestarlo in flagranza per il reato di evasione. Dopo le formalità, il magistrato di turno ha disposto il carcere accontentando così il trentacinquenne.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 30 Settembre 2009, 22:37:30 pm
Violentatore denuncia il datore di lavoro: “non mi ha impedito di commettere il crimine”

Dato che ultimamente siamo in tema di denunce strane, vale la pena raccontare la storia di Edward Brewer, infermiere dell’Ohio condannato a 10 anni di prigione per avere violentato una paziente ricoverata. Brewer infatti, dopo la condanna, ha fatto causa all’ospedale dove lavorava chiedendo 2 milioni di dollari di risarcimento. L’accusa è di non aver avuto adeguata cura della sicurezza dei pazienti, consentendogli così di commettere il crimine, cosa che gli ha causato “dolore e stress”, anche per il fatto che adesso è in prigione.

Il giudice ha poi determinato che i danni subiti da Brewer come conseguenza del crimine commesso, sono imputabili unicamente alla sua scelta volontaria di commettere un crimine, e l’ospedale datore di lavoro non aveva né l’obbligo né la possibilità di intervenire nelle sue scelte.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 30 Settembre 2009, 22:40:13 pm
Alla manifestazione per la Pace, lanciata colomba …morta

In occasione delle celebrazioni per la giornata della Pace, il 21 settembre scorso in Afghanistan, è avvenuto uno sfortunato (e speriamo non troppo malaugurante) imprevisto durante la cerimonia della liberazione delle colombe. Infatti, una colomba affidata da uno dei delegati era già clamorosamente deceduta quando era ancora tra le mani dell’uomo, che però non ha esitato a lanciarla in volo comunque, con il risultato inquietante di lanciare il cadavere dell’animale in mezzo al pubblico.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 30 Settembre 2009, 22:41:40 pm
Banca chiede impronta digitale a uomo senza braccia

Steve Valdez, di Tampa, Florida, si è recato ad incassare un assegno presso una filiale della Bank of America. L’impiegato gli ha a questo punto spiegato che, per regolamento, è previsto che chi cambia un assegno e non ha un conto presso la banca, deve farsi prendere un impronta digitale, per avere la conferma assoluta dell’identità.
Il problema è che Valdez è senza braccia.

L’impiegato allo sportello chiaramente si è reso conto del problema, ma non ha potuto fare altro che chiamare il suo responsabile, che è stato inflessibile: spiegando che si trattava di un regolamento che non poteva modificare, se non poteva lasciare un impronta digitale, poteva aprire un conto, oppure al limite farsi accompagnare dalla moglie. Valdez a questo punto se ne è andato senza incassare l’assegno.

Bank of America ha successivamente presentato le scuse a Valdez, ammettendo che quel regolamento va cambiato e che troveranno metodi di identificazione alternativi.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 30 Settembre 2009, 22:44:04 pm
Imbocca l'autostrada con la sedia a rotelle

Una signora tedesca di 81 anni, in sedia a rotelle elettrica, stava andando a portare dei fiori al cimitero quando ha preso quella che riteneva una scorciatoia, ma in realtà era l’ imbocco dell’autostrada.
Gli automobilisti che l’ hanno vista hanno chiamato la polizia, che la ha raggiunta e l’ ha scortata al sicuro fuori dall’ autostrada. La donna ha spiegato che si era persa, e per tornare indietro ha voluto evitare un percorso troppo lungo.
In Germania non c’ è un divieto specifico di andare in autostrada in sedia a rotelle, ma i veicoli che sono in autostrada devono viaggiare ad almeno 50Km/h, velocità che ovviamente la sedia a rotelle elettrica dell’anziana non raggiungeva.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 30 Settembre 2009, 22:46:09 pm
Filma figlio, sente la voce di un "fantasma"

Una storia inquietante è stata pubblicata oggi dal tabloid britannico The Sun. Sarah Mackessy, di Rochester, in Gran Bretagna, stava guardando il suo video girato in una gita alla "Foresta incantata" di Tunbridge Wells; nel filmino, riprendeva Mack, il suo splendido bambino di otto settimane. Durante la visione, però, è rimasta scioccata quando ha sentito una voce terrificante, che poteva sembrare quella di un fantasma, bisbigliare "sono vivo" proprio mentre Mack guardava nello schermo. "Le uniche persone che erano intorno a me mentre giravo il video erano il mio compagno e altri due bambini - ha detto incredula Sarah al Sun - la voce è chiara e vicina, si sente benissimo. Forse la foresta è davvero incantata".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: masterbiz - 01 Ottobre 2009, 10:43:45 am
 :stress_h4h:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Ottobre 2009, 23:18:24 pm
Chiede il divorzio perché il marito le ha nascosto di avere vinto alla lotteria

Diciamocelo: in realtà sono in molti a fare quello che ha fatto Arnim Ramdass, ma è tutt’altro che facile nascondere alla propria moglie di aver vinto alla lotteria.

Eppure, Ramdass, meccanico aeronatuco della Florida, è riuscito, almeno per qualche tempo, a nascondere di avere vinto una grossa somma alla lotteria, vinta grazie ad un biglietto acquistato assieme ad altri 16 colleghi di lavoro, con cui ha poi diviso il jackpot da 19 milioni di dollari.

La donna, Donna Campbell, era in effetti diventata un po’ sospettosa subito per lo strano comportamento del marito, che da un giorno all’altro aveva scollegato il telefono e la televisione, e soprattutto era sparito da casa.

Ma quando è arrivata una cartolina che si congratulava con il marito per l’acquisto di una nuova casa, ha pensato bene di cercare su Google il nome del marito, ed ha trovato la verità grazie ad un articolo che raccontava proprio la storia dei 17 fortunati meccanici.

La donna si è quindi rivolta ad un avvocato per avere il divorzio, e metà della vincita, ma le è andata bene solo a metà: infatti il giudice ha sentenziato che non può vantare alcun diritto sulla somma vinta dal marito.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Ottobre 2009, 23:20:54 pm
Genitori denunciano l’insegnante per avere svegliato il figlio durante la lezione

Per chi è convinto che i genitori di oggi siano eccessivamente protettivi nei confronti dei figli, la storia di Vinicios Robacher, 16enne del Connecticut, può essere un’ulteriore conferma della propria idea. Vinicios infatti si era addormentato durante la lezione di matematica, e la professoressa di matematica, per svegliarlo, ha battuto il palmo della mano sul banco.

I genitori di Vinicios hanno pensato bene di denunciare l’insegnante perché, con il suo gesto, avrebbe danneggiato l’udito del ragazzo: avrebbe sbattuto la mano talmente forte che si sarebbe rotto un timpano. Non è però al momento disponibile un’analisi approfondita della condizione del ragazzo. I Robacher non hanno direttamente commentato il fatto, rimandando tutto al loro avvocato che, secondo fonti giornalistiche, riceverà un terzo dell’eventuale risarcimento concesso dal giudice.

Comunque si concluda la causa, certo è che la denuncia ha coperto di ridicolo Vinicios nei confronti dei compagni di scuola, di cui è diventato lo zimbello, e infatti i genitori starebbero pensando di cambiare istituto per dare maggiore serenità al ragazzo.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Ottobre 2009, 23:23:10 pm
Si collega a FaceBook mentre svaligia casa, arrestato

Non è riuscito a fare a meno di collegarsi a Facebook nemmeno mentre stava rubando in un appartamento e non ha considerato che così stava lasciando i suoi dati. È successo nel comune di Albano laziale, alle porte di Roma, dove i carabinieri della Stazione di Cecchina hanno arrestato un giovane di 26 anni del posto, già noto alle forze dell'ordine, per furto in abitazione. Il ladro, nel corso di uno dei suoi ultimi colpi, nel mese di aprile, nell'appartamento di un uomo di 52 anni del posto, avendo trovato un pc acceso, non aveva resistito a collegarsi con le sue credenziali al social network Facebook per comunicare con i suoi amici anche mentre stava rubando. Quei dati lasciati nel pc sono stati acquisiti dai carabinieri e dalla sua mail è stato possibile risalire alla sua identità. Nel corso di una perquisizione presso la sua abitazione i militari hanno trovato parte della refurtiva che è stata restituita al legittimo proprietario.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Ottobre 2009, 23:24:54 pm
Denuncia la scomparsa della moglie La polizia la trova: faceva sesso in auto

Ha aspettato per due ore la moglie. Poi, preoccupato, ha deciso di chiamare la polizia per denunciarne la scomparsa. Subito sono scattate le ricerche delle volanti di Ravenna. La donna è stata ritrovata poco dopo. Non si trovava in pericolo. Anzi, è stata sorpresa mentre faceva sesso in un'auto abbandonata in una via buia della città.

Completamente nuda, mentre il marito in ansia la cercava, si stava intrattenendo con un senegalese privo di permesso di soggiorno. I due, lei 41 anni, lui 30, sono stati denunciati a piede libero per atti osceni. Per l'extracomunitario, con numerosi precedenti per reati contro la persona, è scattato anche il decreto di espulsione.

La coppia, residente in provincia di Ferrara, era andata lunedì a Ravenna per sbrigare alcune pratiche. Si erano divisi per darsi appuntamento poco più dardi. Ma della donna non si è saputo più nulla. Fino all'intervento della polizia.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Ottobre 2009, 23:26:42 pm
"Partorisce" uovo gigante, gallina muore 2 ore dopo

Morta di parto. Una gallina, soprannominata Roberta, ha perso tragicamente la vita dopo aver 'espulso' un uovo gigante, due volte superiore alla media. E' accaduto a Honeyoye Falls, nello stato di New York, dove il fattore ha scoperto l'uovo di 138 grammi (la media è tra i 35 e i 77 grammi) rotolarsi nel fieno. "Non riuscivo a crederci, c'erano cinque uova normali e il sesto uovo era enorme", ha detto Chris Schaeurman, l'allevatore. "Ero contentissimo, ma la gioia è passata quando ho visto che la gallina, poche ore dopo, era morta". Ora l'uovo gigante, soprannominato 'Little Roberta', verrà sacrificato in una omelette.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Ottobre 2009, 23:28:00 pm
Nonna si lamenta troppo, a 10 anni la vende su eBay

La sua nonnina si lamenta troppo. Così lei, 10 anni, pensa bene di metterla in vendita su eBay. L'idea è stata di Zoe Pemberton, bimba di Clacton, in Inghilterra. La signora, Marion Goodall, 61 anni, viene descritta dalla nipotina come "fastidiosa", con l'aggravante di "lamentarsi troppo". Ma è anche "molto tenera", aggiunge la bimba sul popolare sito di aste online. Le offerte, 27 in tutto, sono arrivate ad un massimo di 2.000 sterline.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Draco - 03 Ottobre 2009, 00:42:03 am
SVIZZERA
Pensionato si ferma al distributore per gonfiare la bambola gonfiabile.

NIGERIA
Arrestata capra x rapina a mano armata. Secondo gli agenti è un uomo che si è tramutato in animale grazie alla magia nera.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 03 Ottobre 2009, 17:03:15 pm
Maestra consegna agli alunni un DVD con i compiti ma dentro c'è un suo filmato hard

Aveva pensato di consegnare ai suoi alunni un dvd che raccogliesse tutte le lezioni dell'anno e i compiti per le vacanze. Peccato che Crystal Defanti, maestra elementare della "Isabelle Jackson school" di Elk Grove, California, sia incappata in un terribile errore. Oltre alle lezioni che i ragazzi hanno seguito durante l'anno, l'insegnante ventinovenne ha accidentalmente registrato sul disco un breve filmato hard di cui lei stessa è protagonista. Quando i genitori dei suoi alunni, che hanno tutti un'età compresa tra i 10 e gli 11 anni, hanno visionato il dvd, sono rimasti sconvolti: hanno immediatamente denunciato alla scuola ciò che era accaduto e hanno chiesto il licenziamento della maestra.
La scena incriminata dura pochi secondi e mostra la maestra sdraiata su un sofà mentre si masturba. Tutto il resto della registrazione comprende effettivamente le lezioni che i bambini hanno seguito durante l'anno e vi sono anche spezzoni in cui si vedono i piccoli studenti, seduti nei loro banchi, mentre fanno i compiti. Solo un genitore ha chiamato direttamente la maestra per chiederle spiegazioni. Quando quest'ultima si è resa conto dell'errore ha immediatamente telefonato a tutte le famiglie dei suoi alunni: si è scusata di ciò che era successo, ha pianto e ha pregato i genitori dei ragazzi di riconsegnarle i filmati. «Non ha fatto altro che ripetere che si trattava di un orribile malinteso» ha dichiarato al network americano Cbs il padre di un bambino coinvolto in questa storia.
La scuola ha fatto sapere di aver aperto un’indagine, sottolineando però che difficilmente la maestra perderà il lavoro. «Ha fatto un'azione stupida, non un crimine» dichiara Ken Rosenfeld, esperto di diritto. «Non esiste una norma che punisce un'azione del genere e poi l'insegnante non ha fatto volontariamente questa azione». Per adesso la scuola ha spedito un nuovo dvd a ogni famiglia, naturalmente privo della scena hard incriminata. Sembra tuttavia che alcuni genitori abbiano già perdonato la professoressa e la loro unica preoccupazione è spiegare ai propri figli ciò che è accaduto: «Vorrei solo che qualcuno mi aiutasse a rispondere alle domande che mio figlio mi ha fatto in questi giorni» ha dichiarato un genitore ai media locali.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 06 Ottobre 2009, 22:33:37 pm
Scommette che è in grado di fare sesso per 12 ore di seguito: vince, ma poi muore d’infarto

Un giovane russo, Sergey Tuganov aveva scommesso 125.000 rubli (circa 3.200 Euro) con due ragazze che era in grado di fare sesso ininterrottamente con loro (assieme) per almeno 12 ore. L’uomo ha vinto la scommessa, e stava per incassare la vincita quando però, pochi minuti dopo la fine della sua “performance” ha avuto un arresto cardiaco ed è deceduto.

Una delle ragazze ha spiegato che lei e la sua amica hanno immediatamente chiamato l’ambulanza, ma quando i medici sono arrivati non hanno potuto fare altro che constatare la morte di Sergey.

Sembrerebbe che all’origine della morte ci sia il fatto che Tuganov avrebbe ingerito un’intera confezione di Viagra prima della “maratona del sesso”, per essere sicuro di vincere la scommessa.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 06 Ottobre 2009, 22:41:50 pm
Vuole provare il bungee jumping, la corda si spezza, ma lui sopravvive


Tragedia sfiorata per un turista in Thailandia: si lancia per provare il brivido del bungee jumping in un volo da 50 metri, il cavo elastico si spezza improvvisamente. L'uomo si schianta in acqua, ma sopravvive. Una scioccante sequenza filmata della vacanza sull'isola di Phuket: il protagonista è il giovane Rishi Baveja. Il 22enne studente britannico a Cambridge voleva festeggiare i buoni voti dell'università con un'impresa estrema e indimenticabile. Che ora, probabilmente, ricorderà per tutta la vita. Nel breve video si vede un collaboratore legare la fune e la imbracatura di sicurezza ai piedi del ragazzo che è stato portato in cima alla piattaforma del centro Jungle Bungy a Kathu. Sotto di lui c'è la superficie di una laguna. Poi, il lancio nel vuoto a testa in giù. E di colpo ecco verificarsi l'impensabile: la corda si spezza e il saltatore si schianta rovinosamente in acqua. A 130 chilometri orari. La sua fortuna: è riuscito a fare in modo che la forza dell'impatto si concentrasse sullo stomaco e che non cadesse con la testa. Questo gli ha salvato la vita.

RICOVERATO PER UN MESE - Come riporta il tabloid inglese Daily Mail, Rishi Baveja del West Yorkshire ha riportato ferite come quelle di un brutto incidente in auto. Lo studente è stato ricoverato per un mese in un ospedale di Bangkok, prima di poter fare ritorno a casa in Gran Bretagna e raccontare la drammatica avventura. I medici gli hanno dovuto asportare la milza. «I dottori hanno spalancato gli occhi quando gli ho illustrato cos'era accaduto, non credevano che avessi potuto sopravvivere a un simile incidente. Pure io non me ne capacito ancora vedendo il video che documenta la caduta. Sono stato davvero fortunato». Rishi Baveja non ha intenzione fare causa ai responsabili del bungee jumping - «per le poche probabilità che ho di vincere», ha detto al giornale. Il salto è costato l'equivalente di circa 55 euro. La pagina web della struttura Jungle Bungy spiega che «nel centro non ci sono stati incidenti dal 14 giugno 1992». «Dopo più di 140mila salti è il primo da 17 anni» ha spiegato il proprietario Terry Pearce. Lo studente è tuttora in via di guarigione e pensa già alla prossima emozione: «Appena torno in forma vorrei provare con lo skydiving».

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=yd9xS8NiaFo&feature=player_embedded[/youtube]
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 06 Ottobre 2009, 22:44:46 pm
Vince due volte al Lotto, per errore!

Di solito chi ha poca memoria tende a farsene un cruccio: il 75enne inglese Derek Ladner invece deve proprio ad essa la sua fortuna.
L’uomo infatti aveva dimenticato di aver già giocato la schedina del Lotto inglese, e ne ha quindi giocato una seconda, con gli stessi numeri. Un vero colpo di fortuna, dato che i numeri sono risultati quelli vincenti garantendogli così due quote del montepremi (suddiviso tra i cinque vincitori), per un totale di quasi 1 milione di steriline.

L’uomo non si è reso subito conto della doppia vittoria: infatti solo dopo una settimana, mentre ancora stava cercando di realizzare di aver vinto, si è accorto di avere una seconda schedina nel portafoglio, ed ha capito cosa era accaduto: grazie alla sua smemoratezza, Derek era diventato due dei cinque vincitori.

Gli organizzatori del gioco spiegano che è la prima volta che una stessa persona vince due quote del jackpot.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 06 Ottobre 2009, 22:47:07 pm
Dopo 15 anni di matrimonio divorzia dal marito maniaco della pulizia (vuole abbattere un muro perché è sporco)

Di solito gli uomini vengono criticati per la poca “partecipazione” ai lavori domestici. Ma una coppia tedesca aveva il problema opposto: la donna non sopportava l’attenzione quasi maniacale alla pulizia da parte del marito, che passava la maggior parte del tempo a pulire e riordinare la casa. La donna ha alla fine, esasperata, chiesto il divorzio: un fatto che potrebbe essere utilizzato dai mariti pigri per non aiutare le mogli nelle faccende di casa (”…cara, se ti aiutassi poi chiederesti il divorzio…”), anche se va detto che la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato che l’uomo ha voluto abbattere e ricostruire un muro “troppo sporco per essere pulito”.

Il giudice che ha presieduto la causa di divorzio ha poi dichiarato: “è la prima volta che mi capita di sentire una moglie che si lamenta dell’eccessiva attenzione del marito alla pulizia della casa”.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 06 Ottobre 2009, 22:49:33 pm
Tel Aviv, in una casa di riposo orgia per ultra-novantenni

Forse nelle intenzioni degli organizzatori si doveva trattare di un'innocente festa tra arzilli vecchietti. Si è trasformata ben presto in una vera e propria orgia tra le mura di una lussuosa casa di riposo. E' accaduto in una struttura per anziani che sorge a nord di Tel Aviv, e a riferirlo è il quotidiano Israel ha-Yom, secondo cui alcuni dei protagonisti del festino a luci rosse sono ultra-novantenni.

Di fronte all'inattesa dimostrazione di vitalità degli ospiti della struttura, lo staff della casa di riposo ha preferito non intervenire e l'evento, che pure era stato inevitabilmente notato, non è stato interrotto da medici e infermieri.

Altro che festa: gli anziani ricoverati nell'istituto non si limitavano a chiacchiere, giochi, balli. Sembra, dal racconto del giornale, che tutti si siano lasciati andare a intrattenimenti un po' più spinti di quanto la convenienza voglia, e che la festa sia degenerata in un party a luci rosse.

Forse ai responsabili sarà sembrato opportuno non interrompere i vecchietti mentre erano impegnati in attività molto "intime". Ma una votla smaltita la "sbornia", l'indomani, come aggiunge il giornale, la direzione dell' istituto ha emesso un severo comunicato in cui diffida gli ospiti dal tornare a esibirsi in effusioni incontrollate.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 06 Ottobre 2009, 22:53:32 pm
Chiede il divorzio perché la moglie è troppo timida per “consumare” il matrimonio, anche dopo 1 anno di nozze

Un uomo di Taipei ha ottenuto il divorzio, richiesto perché la moglie è talmente “timida” da rifiutare di fare sesso anche dopo un anno di matrimonio. I due, entrambi insegnanti, si sono conosciuti attraverso un’agenzia di incontri matrimoniali, e si sono sposati dopo tre mesi di fidanzamento. I problemi però erano iniziati già la prima notte di nozze, quando lei ha dormito vestita e avvolta in una coperta: quando lui si è avvicinato nella speranza di un contatto intimo, lei lo ha respinto e il giorno dopo è tornata dalla madre.

Solo grazie alla mediazione dell’agenzia la donna ha alla fine firmato un contratto in cui accettava di fare sesso con il marito, ma solo a scopo di procreazione, e pretendeva letti separati.

Dopo un anno “in bianco”, l’uomo alla fine ha deciso di chiedere il divorzio. La donna si è giustificata nel processo spiegando che la prima notte di nozze era stanca e malata: il giudice però non ha considerato questa giustificazione valida per tutto l’anno successivo, e la donna è stata condannata a rimborsare all’ormai ex marito le spese per l’acquisto della casa e anche i danni morali.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 06 Ottobre 2009, 22:55:20 pm
78enne ritrova il portafoglio smarrito 63 anni prima

Non bisogna mai perdere la speranza. Prima o poi si può sempre ritrovare ciò che è stato smarrito.
Ne sa qualcosa un anziano signore dell' Oregon, Bill Fulton, 78 anni, di Baker City, il quale è tornato miracolosamente in possesso del portafoglio che aveva smarrito nientemeno che 63 anni fa.
Nel 1946, splendido quindicenne, Bill aveva scordato il portafoglio sulle tribune della palestra della scuola, dove stava assistendo a una partita di baseball. Indovinate dove è stato ritrovato il portafoglio? Esattamente lì, da dove non si è mai mosso, nascosto per tutto il tempo proprio dalle gradinate della struttura. Lo hanno trovato adesso, nel corso di lavori di ristrutturazione della palestra, sotto le tribune, e lo hanno naturalmente riconsegnato al legittimo proprietario. Che ha fatto, di colpo, un tuffo nel passato...
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 06 Ottobre 2009, 23:03:17 pm
Si rompe l’estensione del pene: la moglie chiede il divorzio

Grigory Toporov, 47enne, russo si è guadagnato la pessima fama internazionale di uno che a letto se la cava proprio male dopo che la moglie ha chiesto il divorzio quando si è rotta l’estensione del pene che si era fatto impiantare. L’operazione era stata fatta perché, secondo quanto lo stesso Toporov ha dichiarato alla stampa, lui non raggiungeva gli standard attesi da sua moglie in quei, ehm, “particolari”.  La rottura della protesi è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, che ha spinto la moglie a chiedere il divorzio.

Sempre secondo quanto ha dichiarato lo stesso Toporov, lui aveva promesso che avrebbe fatto riparare la protesi ma la moglie avrebbe risposto che “non ne poteva più dei suoi fallimenti a letto”.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Ottobre 2009, 22:25:04 pm
Ubriaco alle sue nozze, lei sposa il fratello

I presenti ad un matrimonio nell’est dell’India hanno deciso che il marito era arrivato troppo ubriaco al matrimonio per sposarsi, così la futura moglie ha sposato il più sobrio fratello di lui.
“Lo sposo era ubriaco ed ha aggredito alcuni degli ospiti quando la famiglia della sposa lo ha cacciato”, riferisce Madho Singh, ufficiale della polizia del villaggio di Bihar, nel distretto di Arwal.
Il fratello minore dello sposo ha prontamente accettato di prendere il suo posto al fianco della giovane futura moglie, all' invito della famiglia di lei.
“Lo sposo si è scusato per il suo comportamento, ma teme che la voce si diffonda e non riesca più a trovare un’ altra moglie”, ha dichiarato Singh.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Ottobre 2009, 22:26:47 pm
«In classe ci sono i fantasmi». In Kenya scuola chiusa per gli spiriti maligni

Fantasmi e spiriti maligni perseguitano gli alunni di una scuola elementare di Malindi. Una vicenda che fa pensare ad una delle più celebri commedie di Eduardo De Filippo, ma che potrebbe essere vera.

Harrison Chai, direttore amministrativo della scuola in questione, che si trova a Ganda, sobborgo della nota località turistica della costa keniana, ha chiuso per due settimane l'istituto.

Ne dà notizia il portale italiano in kenya www.malindikenya.net. «I ragazzi - ha dichiarato il direttore - lamentavano da giorni di vedere spiriti malvagi che li rincorrevano con coltelli e pugnali, mentre le alunne assicurano di aver visto sulle pareti proiezioni di fantasmi vestiti di bianco».

La situazione è poi degenerata quando a scuola sono arrivati i genitori degli studenti in preda al panico. Per sedare la loro protesta è addirittura dovuta intervenire la polizia. Suggestione di gruppo? Vendetta contro qualche professore? Quello che è certo è che per ora la scuola è chiusa, mentre il custode dell'istituto Shida Gona spiega: «Trecento alunni tra i 9 ed i 12 anni non possono aver inscenato tutti insieme una farsa del genere: ne ho visti alcuni scappare con gli occhi spiritati, pieni di terrore, altri strapparsi le vesti...».

Mentre in molti sottolineano come una nuova insegnante, Madam Karani, sia ritenuta responsabile di praticare sortilegi e frequentare sette esoteriche. Martedì ci sarà un incontro tra la direzione della scuola ed una rappresentanza dei genitori, alla presenza degli agenti di polizia.

La soluzione che sembra delinearsi è quella di un allontanamento dell'insegnante «sospetta», per verificare se mai le cose cambiassero.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Ottobre 2009, 22:29:07 pm
Lunghe attese alla fermata del bus, guardano un film porno sul tabellone

Aspettare l’autobus alla fermata può diventare veramente noioso. Soprattutto se il pullman è in continuo ritardo. Che fare allora mentre si aspetta, magari al freddo, alla fermata dei mezzi pubblici? In Bulgaria hanno provato a “distrarre i passeggeri dal freddo” offrendogli un modo per “passare il tempo durante l’attesa”. Come? Trasmettendo film porno su monitor piazzati alle fermate dei bus.
A molti bulgari la trovata di trasmettere film porno alle fermate proprio non è piaciuta. Mettere sui monitor, che solitamente trasmettono gli orari degli autobus, delle immagini esplicitamente sessuali, nelle ore notturne, non pare proprio una bella idea. Per la società dei trasporti pubblici della capitale bulgara si tratta semplicemente di un modo per scaldare un po’ i passeggeri che , grazie alle bollenti scene di film porno, non sentiranno il freddo nelle lunghe attese.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Ottobre 2009, 22:33:13 pm
Prete e suora fanno sesso: in galera

Una notizia che non mancherà giustamente di fare grande scandalo. Un prete e suora sorpresi a fare sesso in auto, sono stati condannati da un tribunale del Malawi, per aver turbato la quiete pubblica. I due religiosi si erano appartati in un'auto parcheggiata con i vetri oscurati, senza però riuscire a ingannare i passanti che hanno immediatamente avvisato la polizia. Il prete e la suora, colti in flagrante, sono stati portati in cella.
Sei mesi di lavori forzati per entrambi è stata la pena inflitta dal tribunale che li ha riconosciuti colpevoli di turbamento della quiete pubblica. Ancora non è chiaro, invece, la presa di posizione della Chiesa cattolica che, sull' accaduto, ha preferito non commentare. L' auto sulla quale i due si erano appartati aveva sì i vetri oscurati, ma il movimento della macchina è stato definito dai passanti "molto divertente".
L'automezzo oscillava talmente tanto che non poteva non destare attenzione. Alcuni pedoni che sono passati davanti alla Toyota Corolla parcheggiata all' aeroporto della capitale, Lilongwe, trasformata in un' alcova hanno avvisato la polizia. Dai verbali della polizia risulta che il prete, 43 anni, e la suora 26enne proveniente dal vicino Zambia, hanno passato la notte in cella dopo essere stati colti in flagrante.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Ottobre 2009, 22:34:38 pm
Nudo alla fermata del bus, aspetta Dio

Un uomo ha aspettato per diversi minuti alla fermata dell’ autobus tra via Morante e via Bolzano, a Modena, completamente nudo, tra lo stupore dei passeggeri in attesa dell’autobus. L’ uomo diceva di essere in attesa di un incontro con Dio.
Quando l’ autobus è arrivato l’ autista ha chiamato la polizia che è intervenuta ed ha identificato l’ uomo come un immigrato con problemi di salute, ed è stato portato in ospedale per accertamenti. Nel corso dell’intervento è stato trovato un altro uomo, italiano, completamente nudo e svenuto all’ interno di una macchina, che però non ha voluto fornire spiegazioni circa il suo comportamento.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Ottobre 2009, 22:37:28 pm
Ladri di benzina chiedono aiuto al 113 «Arrestateci, altrimenti ci picchiano»

BOLZANO (9 ottobre) - Epilogo stile Banda Bassotti per due ladri colti "con le mani nel serbatoio" mentre rubavano benzina in una rivendita di auto. È successo alle 4 del mattino alle porte di Bolzano: la coppia di ladri, dopo aver forzato la serranda, è stata sorpresa e inseguita dai proprietari dell'autosalone, armati di spranghe.

I due sono fuggiti sul tetto di un capannone, ma trovandosi circondati hanno telefonato alla polizia con un'insolita richiesta di aiuto: «Arrestateci, altrimenti ci picchiano». Poco dopo è intervenuta una pattuglia che li ha tratti in salvo, arrestandoli.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Ottobre 2009, 22:40:20 pm
Cina, pene e testicoli di animali al ristorante Guolizhuang

Pene in salsa cinese per gli amanti della gastronomia “estrema”. Un ristorante di nome Guolizhuang, che  si trova a Bejing, offre un menu molto particolare, con tanto di organi insoliti di animali, come pene e testicoli.

Il proprietario segue la filosofia antica del “sei quello che mangi”, dunque chi a tavola preferisce queste pietanze migliora le sue prestazioni a letto. Nel locale si trova di tutto: dal carpaccio di pene d’asino, al cocktail al sangue di cervello, passando per i testicoli in salsa e il pene di cavallo.

I nomi dei piatti sono piuttosto esotici e ricordano le meraviglie del deserto, la realtà invece evoca altri scenari decisamente più piccanti. I clienti sono esigenti uomini d’affari o comunque facoltosi che vogliono provare nuovi sapori.

A Pechino, in soli due anni, è nata una catena in franchising di ristoranti del genere. L’unico divieto è per i ragazzi al di sotto dei 15 anni, ingerire troppi ormoni potrebbe essere nocivo alla loro crescita naturale.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Ottobre 2009, 22:41:57 pm
Investe e uccide commessa, si difende: “mi stava per fare il malocchio”

Un uomo di Mossy Rock, stato di Washington, è stato arrestato per avere ucciso, investendola, una commessa di una stazione di servizio. La donna stava cercando di fermare l’uomo, che stava andando via senza pagare il rifornimento.L’uomo, identificato come tale John Angeline, è stato arrestato a pochi chilometri dalla stazione di servizio, dato che gli altri dipendenti hanno immediatamente allertato la polizia dando una precisa descrizione del veicolo e del fuggiasco.Angeline, interrogato, non ha negato di aver investito (e quindi ucciso) volontariamente la donna, ma ha spiegato che si sarebbe trattato di legittima difesa, in quanto la donna secondo lui stava per fargli il malocchio.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Ottobre 2009, 22:45:01 pm
Fa guidare l'auto al suo cane, causa un incidente frontale

Mai l’ espressione “guidare da cani” fu usata in modo più appropriato. Ha dell’ incredibile la vicenda accaduta a Hohhot, una città della Mongolia interna, dove una donna ha affidato la guida della sua auto al proprio cane. La trovata ha avuto un esito nefasto: alla prima curva il veicolo ha fatto un frontale con una macchina che proveniva in senso opposto. Nessun ferito, per fortuna: la padrona di Fido risarcirà i danni.
Protagonista dello strano episodio, una certa signora Li, che confidava nelle straordinarie capacità intellettuali del quadrupede. Dopo l’ incidente, la donna ha raccontato alla polizia che il suo cane aveva preso l’ abitudine di osservarla attentamente quando era alla guida. Qualche volta, le aveva perfino fatto “capire” che non gli sarebbe dispiaciuto giocare un po’ con il volante. Detto fatto, la signora Li non ci ha pensato due volte ad affidare la guida al cane, limitandosi per “sicurezza” a controllare i pedali del freno e dell’ acceleratore. Tutto questo però non è bastato: la lezione di guida, sabato, si è conclusa con un disastroso incidente che - come riferisce l’ agenzia ‘Nuova Cina’ - non ha fortunatamente provocato feriti.
Sotto shock anche gli agenti della polizia locale, che mai avrebbero pensato di trovarsi di fronte a un pirata della strada in versione canina. ”Questa donna è un tipo assurdo”, si sono limitati a commentare...
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Ottobre 2009, 22:46:27 pm
Uccide la moglie, la mangia e muore

Macabra vicenda in Sudafrica, dove un uomo ha ucciso la propria moglie, le ha mangiato la faccia e poco dopo è morto soffocato. La scoperta è stata fatta dalla polizia che, allertata dai vicini che avevano sentito dei rumori, aveva fatto irruzione in una casa di una zona remota del Kwazulu-Natal, vicino al confine con il Mozambico, e lì aveva trovato una donna uccisa a coltellate e l'uomo intento a cibarsene.

"Suo marito - ha raccontato il capitano della polizia, Tienkie van Vuuren - era seduto nudo su di lei. L'aveva accoltellata e le stava mangiando la faccia". Visti gli agenti, l'assassino ha poi cercato di aggredirli. Questi gli hanno immediatamente spruzzato contro uno spray al pepe, che non ha però funzionato.

C'è stata una colluttazione, ha proseguito il capitano, poi l'uomo è stato bloccato e ammanettato. "Poco dopo si è strozzato, è crollato a terra ed è morto". Le due figlie della coppia hanno assistito a tutta la drammatica vicenda.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 17 Ottobre 2009, 10:11:30 am
Niente bagno, niente sposi

Toglietemi tutto ma non il bagno. Secondo il quotidiano Washington Post in India negli ultimi tempi una miriade di promesse spose rifiuta di presentarsi all’altare se il pretendente non provvede a dotare la futura dimora della coppia di un gioiello della modernità, frutto della tecnologia più all’avanguardia: un gabinetto.

Per le giovani residenti nei villaggi distanti dalle metropoli l’uomo se non vuole rimanere scapolo a vita deve avere alcune caratteristiche: essere vegetariano, non toccare alcool, avere prospettive di un lavoro stabile e soprattutto garantire un luogo per i bisogni come si conviene.

L’India conta oltre un miliardo di abitanti, la metà dei quali non ha un bagno dove farla: il numero fa capire perché le nuove leve vogliano scongiurare con tutte le forze la prospettiva di una vita di coppia passata a scacciar via il fetore che il corpo emana.

Queste pretese hanno trovato sbocco in un movimento igienista, “No Toilet, No Bride” (Niente bagno, niente sposa), a cui hanno aderito migliaia di ragazze. L’organizzazione si è rivelata un formidabile strumento di pressione: da quando è stata messa in piedi oltre 1,4 milioni di latrine sono state costruite nel solo stato di Harayama, nell’India del nord. La maggior parte dei nuovi gabinetti è stata costruita con fondi del governo.

Per le attiviste e le loro madri si tratta di una conquista che ha migliorato le condizioni igienico-sanitarie del paese, specie nelle aree dove la povertà picchia più duro. “Non lascerò la mia bimba - ha dichiarato una mamma che partecipa a No Toilet, No Bride - nelle mani di uno sporcaccione qualsiasi che non è in grado di darle nemmeno un water”.


“Niente bagno? Niente fede”, ha proseguito la donna sul piede di guerra. La società indiana è cambiata negli ultimi anni. Le donne tendono a sposarsi più tardi e ad avere un lavoro. “Quando ero giovane non sapevo nulla, non avevo un’educazione. Ora le cose sono cambiate e le donne hanno più potere. Gli uomini non possono rifiutarci”.

Indra Bhatia cresce sette figli a Panchgujran. La donna ha raccontato che il gabinetto le ha cambiato la vita. “Quando farò sposare le mie bambine, starò certa che la casa fornita dal marito possieda una latrina che funzioni”.

In compenso il ricatto di bagno a tutti i costi sta diventando un incubo per gli uomini. “Dovrò lavorare come un mulo per permettermene uno come si deve. Ma non ho alternative: al giorno d’oggi non ti sposi se non garantisci alla moglie un gabinetto”, ha spiegato Harpal Sishwa, 22 anni.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 17 Ottobre 2009, 10:17:41 am
Figlia dice le parolacce, la mamma gli lava la bocca con la saponetta

L’igiene prima di tutto. In Florida una donna è finita dietro le sbarre insieme al suo ragazzo per aver lavato la bocca alla figlioletta di 8 anni usando del sapone. Il gesto da madre modello è servito a dare una lezione alla bimba, colpevole di aver detto una scarica senza fine di parolacce.

Detto per inciso: la signora protagonista di questa vicenda ha ingaggiato a modo suo una battaglia contro i mulini a vento. Con ogni probabilità nemmeno una legge voluta da Obama che obbligasse i genitori ad andarsene in giro con una saponetta in tasca riuscirebbe ad arginare la moda dei ragazzi appartenenti alle nuove (e passate) generazioni di riempirsi la bocca di ogni genere di nefandezze e bestialità.

Fatto sta che Adriyanna Herdener, residente a Palm Beach, non ne poteva più di sentire la figlia imprecare contro chissà cosa. Senza farsi trascinare dalle emozioni è andata in bagno, ha afferrato una saponetta e l’ha ficcata in bocca alla ragazzina, costringendola a tenerla stretta tra i denti per dieci minuti. Il viso della bimba durante la punizione cambiava colore di continuo, fino a quando alla piccola sono venuti i conati di vomito.

A quel punto Herdener ha capito di essere stata vagamente bacchettona e ha portato la figlia all’ospedale. I dottori che hanno ricoverato la bimba hanno deciso di denunciare la donna alla polizia e poco dopo sono scattate le manette.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 17 Ottobre 2009, 10:21:47 am
Sposini in luna di miele, dopo nove mesi il figlio è nero

Un giovane sposino di Caltanissetta ha scoperto il tradimento della moglie dopo nove mesi quando, in sala parto, il bambino che sua moglie portava in grembo è venuto alla luce. Il neonato concepito durante il viaggio di nozze, nello stupore generale, era di colore. Bianchi i coniugi, nero il bambino. La vicenda, raccontata dal Giornale di Gela, è di quelle incredibili. La coppia nissena, bionda 25 anni lei, 32 lui, era partita in viaggio di nozze a bordo di una crociera per un viaggio tra le più belle località del Mediterraneo, nel corso della quale, approfittando dell'assenza del marito, la donna si sarebbe "intrattenuta" con un cameriere di colore. Una scappatella che è costata cara alla mogliettina che ha visto infrangersi il sogno di una famiglia e di un figlio. Il marito, infatti, ha immediatamente richiesto i danni morali alla donna. Lei, dal canto suo, ha ammesso di aver commesso il "fattaccio" ma afferma di non ricordare nulla di quella notte e ha affermato, disperata, di essere stata drogata dal cameriere.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 17 Ottobre 2009, 10:26:08 am
Fa sesso con panchina: incastrato

I parchi pubblici sono posti sicuramente romantici, e le panchine probabilmente sono un posto molto eccitante dove fare l’amore. Se si è in coppia, però: se si è da soli, come è accaduto ad un 41enne di Hong Kong, ci si può trovare in grossi guai.

L’uomo, che secondo la polizia ha qualche disturbo mentale, si era introdotto nel parco durante una notte di alcuni giorni fa, ed era intenzionato ad utilizzare un buco della panchina per masturbarsi. Ma dopo avere infilato il suo pene, non è più riuscito a tirarlo fuori, ed ha dovuto chiamare aiuto. I soccorritori però non sono riusciti a liberarlo, ed hanno dovuto portare l’uomo all’ospedale con la panchina ancora attaccata al suo pene. Solo dopo quattro ore di intervento i medici sono riusciti a liberarlo. Bisogna dire che all’uomo è anche andata bene, perchè sembra che i medici stessero prendendo in considerazione l’ipotesi di un amputazione del membro.

Non è comunque infrequente che amanti con interessi “particolari” salgano all’onore delle cronache: alcuni mesi fa un inglese era stato arrestato per aver fatto sesso con una bicicletta, per quanto si sia giustificato dando la colpa all’eccesso di alcool della serata.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 17 Ottobre 2009, 10:28:00 am
Marito e moglie: «In crociera per gay senza saperlo, denunciamo la Grimaldi»

Sostengono di essersi ritrovati sulla crociera gay Civitavecchia-Barcellona, andata e ritorno, senza che nessuno li avesse informati mentre invece ritenevano di avere prenotato un normale viaggio due coniugi di Trevi che hanno chiesto alla Grimaldi un risarcimento di 3mila euro.

La notizia è stata riportata oggi dal Corriere dell'Umbria. Marito e moglie si sono rivolti all'avvocato Antonio Francesconi che ha scritto alla compagnia senza però - ha spiegato - ricevere al momento alcuna risposta. «Non è una questione di discriminazione - ha detto oggi il legale - ma solo di godimento del viaggio. Uno spiacevole equivoco che però va risarcito».

La coppia aveva ottenuto il viaggio con una raccolta punti. Dopo averlo scelto sul catalogo - ha spiegato l'avvocato Francesconi - i due si erano «messi in contatto con la compagnia per la prenotazione senza però che nessuno facesse riferimento alla crociera gay».

Una volta a bordo, il 19 settembre scorso, marito e moglie si sono imbattuti - sempre in base a quanto riferito dal loro legale - in una nave «a tema», con feste e spettacoli «tutte» dedicate ai gay. «Una situazione di palese imbarazzo per i miei assistiti - ha concluso l'avvocato Francesconi - che al ritorno hanno deciso di chiedere il risarcimento».
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 17 Ottobre 2009, 10:30:13 am
Entra in un bordello e scopre che tra le prostitute c’è sua moglie

Stanco della monotona vita coniugale, un uomo polacco di nome Adam ha deciso di rompere gli schemi andando di nascosto in un bordello della sua città per trasgredire usufruendo dei servizi offerti, in modo da superare la noia che da tempo lo soffocava.

Ma le brutte sorprese sono sempre dietro l’angolo e, una volta entrato nel locale, l’uomo ha avuto una sconvolgente sorpresa che lo ha scosso più di quanto avrebbe potuto immaginare: tra le donne disponibili per i clienti ha infatti trovato sua moglie Monika!Il 42enne aveva deciso, dopo una serata trascorsa con gli amici, di chiudere in bellezza la giornata andando in una casa di piacere di Swinoujscie, citta’ sul Baltico al confine con la Germania, dove ha avuto la brutta sorpresa. La donna 32enne, anche lei polacca, non ha avuto giustificazioni, in quanto aveva detto al marito di aver trovato un lavoro da commessa in un negozio di una zia in un paese limitrofo, per giustificare le entrate economiche che contribuiva a guadagnare.

“Sono rimasto senza parole, credevo di sognare” ha dettto l’uomo ai giornali: inevitabilmente l’uomo ha chiesto il divorzio, infrangendo così 14 anni di matrimonio con due figli.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 17 Ottobre 2009, 10:32:01 am
Svezia, camionista causa incidente perchè si masturba alla guida: incriminato

È andato a sbattere, con il suo camion,  in modo apparentemente incomprensibile.  Ma quando gli agenti si sono avvicinati per soccorrerlo si sono accorti che il camionista era nudo dalla cintola in giù e aveva avuto l’incidente perchè si stava masturbando mentre guidava. Nella cabina del mezzo, infatti, gli agenti hanno trovato decine di riviste pornografiche.

Il camionista libidinoso, 29 anni, stava coprendo una tratta tra la città svedese di Boras  e Goteborg.  Gli agenti lo hanno immediatamente mandato in ospedale per  sottoporlo ai test di alcol e droga e il camionista ha aggredito un’infermiera. Quindi l’uomo avrebbe continuato a toccarsi le parti intime anche durante l’interrogatorio.

La “mano lesta” però, rischia di costare carissima al guidatore che dovrà fronteggiare un’incriminazione per guida pericolosa, molestie sessuali e resistenza a pubblico ufficiale.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 17 Ottobre 2009, 10:33:33 am
Usa, l’amara vendetta di una ex: cucina e si mangia i pesciolini rossi del vecchio ragazzo

Ricordate il film “Un pesce di nome Wanda” in cui l’improbabile ladro di gioielli Kevin Kline mangia i pesci rossi del suo amico per farsi dire dove fosse nascosta la refurtiva? Ebbene una storia simile, ma con il movente della vendetta, è successa negli Stati Uniti, a Pasadena, in California.

Una donna, reduce da una travagliata relazione ha infatti deciso di entrare in casa dell’ex ragazzo, prendere tutti i suoi amatissimi pesci rossi, sette per la precisione, e mangiarseli, ma diversamente da quanto fatto da Kevin Kline nel film, li ha prima fritti.

La coppia, da poco separata, era in piena discussione sulla spartizione dei beni. Quando la polizia, chiamata da non si sa chi, è entrata nella casa, ha visto la donna che in cucina era intenta a cucinare. La ragazza, vedendo gli agenti, gli ha offerto 3 pesci su un piattino, spiegando che gli altri 4 li aveva già mangiati.

Un’amara vendetta visto il legame affettivo che c’era tra l’ex ragazzo ed i suoi pesci rossi, ma Vance Mitchell, portavoce del dipartimento di polizia di Pasadena ha spiegato che il reato non sussiste in quanto i pesciolini sono considerati di proprietà comune.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 17 Ottobre 2009, 10:35:30 am
Ci prova con l'infermiera mentre sua moglie partorisce: arrestato per molestie

La moglie dava alla luce suo figlio e lui, emozionato ma più interessato al seno dell’infermiera impegnata nell’assistere la donna ormai all’ultimo stadio del travaglio, si è permesso di palpeggiarla, creando non pochi problemi all’interno della sala parto.

 Il protagonista di questa incredibile storia è il signor Adam Jay Manning, giovane padre che, a seguito del suo scarso bon ton, non è riuscito almeno per ora a seguire la nascita del figlio: l’infermiera non era infatti consenziente e per questo ha chiesto aiuto al servizio di sicurezza che ha immobilizzato l’insolito personaggio e atteso l’arrivo della polizia che lo ha poi arrestato con l'accusa di molestie.

Un decolleté fatale - Stando a quanto riportato sulle pagine del tabloid americano Salt Lake Tribune, Manning, mentre la moglie affrontava il suo primo parto, avrebbe prima espresso la propria ammirazione nei confronti dell’assistente, evidentemente dotata di un decolleté di tutto rispetto e poi, non ottenendo l’attenzione desiderata, è passato alle vie di fatto, mettendole le mani sui seni davanti agli occhi increduli della moglie. La donna, sebbene senza l’aiuto del maritino, ha dato alla luce un bellissimo bambino che gode di ottima salute.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 17 Ottobre 2009, 14:31:20 pm
Tapei: uomo affitta un film porno e scopre che l’attrice è sua moglie!

Scegliete con cura un film porno da vedere comodi a casa vostra, per una serata fra amici, quando vostra moglie non c’è? Attenti potreste trovarla nel film!

E’ quello che è successo ad un uomo di Tapei in Taiwan quando, dopo aver acquistato un film a luci rosse dal titolo “Relazioni con le mogli degli altri” ((http://www.emuleitalia.net/fora/Smileys/emulta/yahoorotfl.gif)) ha scoperto che, fra una di quelle mogli protagoniste del film, c’era anche la sua.

Capirete lo stupore dell’uomo e la vergogna davanti ai proprio amici per l’amara rivelazione. Ma è proprio vero: al peggio non c’è mai fine. Infatti a completare il quadretto ecco la drammatica scena della moglie che fa sesso con il suo migliore amico nella stanza di in un motel.

Il povero malcapitato, chiede immediatamente il divorzio. Ma la voglia di vendetta per l’offesa subita si fa sentire, ed in preda al panico e fuori di sè, il carpentiere tradito accoltella la moglie ad una gamba. E’ ora sotto processo per tentato omicidio e rischia una pena detentiva di sei mesi di reclusione.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Ottobre 2009, 22:52:34 pm
Svizzera, italiano alla guida commette 15 violazioni in 11 minuti

Un signore italiano è riuscito a infrangere quindici volte in undici minuti il codice della strada mentre viaggiava sulla sua Jeep con la polizia alle calcagna in una città della Svizzera. L'uomo, che ha ridefinito il concetto di guida spericolata, probabilmente era sotto l'effetto di droghe: per queste ragioni rischia di essere condannato e di non vedere più la patente nemmeno con un binocolo.

Le autorità di Gossau si sono accorte del personaggio quando se lo sono visti schizzare a tutta velocità dietro all’auto-civetta. Il guidatore ha dimostrato senso civico facendo i 160 km orari in mezzo al traffico urbano e fregandosene completamente del diluvio che si stava rovesciando sulla città svizzera.

L'uomo ha collezionato un’infrazione dietro l’altra sfiorando il parafango di ogni macchina presente sulla tangenziale. Non contento ha ignorato gli avvertimenti della polizia che lo braccava prima facendogli dei segnali, poi puntandogli luci in faccia a sirene spiegate.


Per poco più di dieci minuti una sonnolenta città Svizzera pareva il set di Fast and Furious. Il folle è stato bloccato dopo essere sfrecciato ai 140 km orari (più del doppio consentito) attraverso una zona in costruzione. Le autorità gli hanno ritirato la patente, che qualche avveduto esaminatore gli ha rilasciato in Italia, e il giudice ha ordinato di fargli fare i test antidroga.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Ottobre 2009, 22:55:00 pm
Sanguisuga incastra rapinatore

A 8 anni da una rapina ai danni di una 71enne, la polizia della Tasmania, in Australia, ha risolto il caso grazie a un campione prelevato da una sanguisuga. Il responsabile, Peter Alec Cannon, aveva aggredito l'anziana in campagna. Durante la rapina una sanguisuga aveva però succhiato il suo sangue. La polizia ha registrato il Dna in una banca dati e quando l'uomo è stato arrestato per altri reati è stato incastrato da un controllo incrociato.

Il colpo, compiuto con un complice mai individuato, era stato messo a segno nel settembre del 2001 nella casa di campagna della donna. L'anziana era stata prima aggredita con dei bastoni e poi derubata dell'equivalente di 330 euro. Una sanguisuga però aveva succhiato il sangue di Cannon ed era stata raccolta dalla  polizia vicino a una cassaforte sul luogo del delitto.

Il Dna del sospetto è stato subito registrato in una banca dati federale e quando il rapinatore è stato arrestato per reati di droga, è stato prelevato un campione del suo sangue e il controllo incrociato ha fornito la prova a suo carico. Cannon è comparso davanti alla corte suprema a Launceston, si è riconosciuto colpevole della rapina e resterà in carcere in attesa della sentenza.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Ottobre 2009, 22:57:51 pm
Gela: Cagnolino svela tradimento tra moglie e marito

“Caro, esco con le amiche. Ai bambini pensaci tu. Starò fuori poco meno di un’ora. Porto con me anche il cane. Ci vediamo dopo”. Mai, come nella vicenda che stiamo per raccontarvi, l’animale è l’assoluto protagonista. Perché è proprio il cane, un volpino fedele ed affettuoso a far scoprire all’ignaro marito, un tradimento confezionato magistralmente dalla moglie fedifraga. Appuntamento con l’amante, all’interno di un esercizio pubblico del centro storico, chiuso per riposo settimanale e gestito da due amiche della donna. La saracinesca è abbassata ma non del tutto. Lei, una ragazza di 35 anni, amoreggia con il suo amante, un cinquantenne del luogo. Baci, abbracci, ed altro ancora. Un’insaziabile voglia erotica che non ha limiti, come in un film a luci rosse. Dentro il bar, la donna ha portato con se anche il cane. Scelta ardita, che si rivelerà un boomerang. Il marito, 45 anni, infatti, decide, assieme ai propri figli minorenni, di andare a comprare prodotti di rosticceria, in attesa che la moglie torni a casa. Ma la sorpresa è dietro l’angolo. La pizzeria sorge a pochi metri di distanza dall’improvvisata alcova. Il cane comincia ad abbaiare, fiutando la presenza del padrone. Abbaia talmente tanto che richiama l’attenzione dei bambini. “Papà quello è il nostro cucciolo, che ci fa là dentro?”. Una sbirciata veloce all’interno del locale e succede il finimondo. I due amanti, inconsapevoli di quanto sta accadendo all’esterno, continuano imperterriti il loro rapporto sessuale. E’ il marito, “cornuto e mazziato” ad interromperlo. Lei prova a giustificarsi, sostenendo di avere bevuto un bicchiere di troppo e di essersi lasciata coinvolgere; l’amante, invece, non dice nulla, nell’imbarazzo generale. Ne scaturisce una rissa furibonda. Intervengono anche i Carabinieri. L’amante ha dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari. Ne avrà per alcuni giorni. Poi, tutti in caserma per essere generalizzati. Al resto dovranno pensare gli avvocati. Il divorzio, infatti, è dietro l’angolo. E poi si dice vita da cani…

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Ottobre 2009, 22:59:33 pm
Ubriaco chiede ad un agente di abbracciarlo: arrestato

Un uomo è stato arrestato ad Ann Arbor, nel Michigan, dopo aver insultato un agente che non aveva accettato di abbracciarlo. L’uomo stava vagando per strada, urlando ai passanti, quando la polizia è  intervenuta, invitandolo a smettere di fare confusione e di tornarsene a casa. L’uomo ha accettato e si è indirizzato verso la sua abitazione.

La storia sembrava quindi conclusa, se non fosse che sulla via del ritorno l’uomo ha visto un’altra auto di pattuglia della polizia. E ha pensato bene di dimostrare il suo apprezzamento per le forze dell’ordine raggiungendola e chiedendo un abbraccio ad uno degli agenti a bordo. L’agente ha però rifiutato, scatenando le ire dell’uomo che ha iniziato ad inveire contro gli agenti, che a questo punto hanno arrestato l’uomo con l’accusa di disturbo alla quiete pubblica.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Ottobre 2009, 23:01:59 pm
Sydney, un'auto decolla e finisce sul tetto

Una famiglia della periferia di Sydney è stata svegliata di soprassalto la scorsa notte, quando un'auto che aveva letteralmente spiccato il volo è «atterrata» sul tetto della loro casa. Secondo la ricostruzione della polizia, l'auto con a bordo due giovani di 21 e 25 anni viaggiava a ben oltre i 100 km/h quando ha colpito il cordolo di cemento della mezzeria. Ha poi abbattuto un palo del semaforo e uno della luce, prima di salire sul terrapieno e volare per 15 metri finendo sopra il tetto. I poliziotti accorsi sul posto all'inizio non riuscivano a trovare l'auto che aveva causato il danno, ma poi hanno guardato in alto. «Finalmente abbiamo ubicato il veicolo incastrato sul tetto di una casa», ha detto l'ispettore Adrian Grech. Nessuno è rimasto gravemente ferito, nemmeno la coppia e il bebè di tre mesi che dormivano dentro, ma la polizia ha trovato rottami e detriti, compresa una ruota e un palo, in un raggio di 100 metri. I due giovani, rimasti intrappolati nell'auto, sono stati soccorsi dai paramedici e sono ricoverati in condizioni stabili. L'auto è stata estratta dal tetto con una gru e sequestrata per analisi forensi.


[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=yL7f9cnhRe4&feature=player_embedded[/youtube]
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Ottobre 2009, 23:03:19 pm
Gatto chiuso per errore nel freezer per 19 ore

Un gatto è riuscito a sopravvivere per 19 ore nel freezer, dopo che i padroni ce lo hanno erroneamente chiuso dentro, in una casa in Nuova Zelanda. Il micio, di nome Krillen, è stato scoperto quando Sarah Crombie, uno dei due padroni, ha aperto il congelatore per prendere del pane. Era semi-svenuto, adagiato su un una confezione di cibo per cani. Quella stessa confezione che, forse, lo aveva spinto a saltarci dentro.


"Quando ho aperto lo sportello, ho sentito un rumore strano - dice Sarah - Voleva miagolare, ma non ci riusciva, e quindi ha emesso un suono inusuale". L'errore dovrebbe essere stato commesso dal compagno, che, la sera prima, aveva chiuso il freezer, senza rendersi conto che Krillen era saltata dentro. "Quando l'ho trovata, ho temuto il peggio - dice la padrona - Perché la temperatura è di -18° C". Aperta la porta, il micio ha cercato di rotolare fuori. I due padroni sbadati lo hanno subito riscaldato, mettendolo sotto le coperte.

Ci sono volute tre ore, prima che il gatto riacquistasse la sua normale temperatura corporea. "Ero seduta sul letto, insieme a lui - dice ancora la padrona - e sentivo tutto tremare. Era il gatto che aveva i brividi". Il micio, adesso, si è completamente ripreso. Come conseguenza di questo incidente, si guarda bene dall'avvicinarsi nuovamente al freezer.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Ottobre 2009, 23:04:52 pm
Tenta furto in una casa a Milano, ma si addormenta

Entrato in casa per rubare, e' stato colto da un colpo di sonno e quando la polizia e' arrivata, lo hanno trovato sul divano. E' successo a Milano. Il protagonista e' un somalo di 32 anni, irregolare. Quando i vigili sono arrivati l' hanno sorpreso che dormiva in salotto. Lui gli ha consegnato il provvedimento di espulsione. Il proprietario della casa ha deciso comunque di non sporgere denuncia; il clandestino e' stato arrestato per il reato di clandestinita'.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Ottobre 2009, 23:06:50 pm
Vincita record, agenti di polizia si dimettono

Una squadra di polizia di una città ungherese si è dimessa in blocco dopo aver vinto più di 14 milioni di euro alla lotteria. Gli agenti hanno centrato il jackpot del concorso di Budaors grazie a un sistema messo a punto proprio in commissariato e giocato da 15 poliziotti. Si tratta della sesta vincita più alta di sempre in Ungheria. Per rimpiazzare i poliziotti, il capo della polizia locale ha dovuto attingere nuovo personale da tutta la regione.

Secondo quanto riferisce Ananova, gli agenti hanno di deciso di abbandonare il lavoro subito dopo aver appreso di essere diventati milionari. Senza nessuno scrupolo, hanno consegnato le dimissioni in blocco al responsabile, lasciando il commissariato sguarnito. Per ripristinare la situazione e riportare l'organico al completo, sono serviti diversi giorni per rintracciare il personale disponibile al trasferimento.

Il paese, dunque, è rimasto così in balia degli eventi e senza forze di polizia fino all'arrivo dei rinforzi. Non si hanno invece più notizie degli agenti che hanno vinto la lotteria. Qualcuno li avrebbe già avvistati su una spiaggia bianca a godersi il bottino...

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Ottobre 2009, 23:08:22 pm
Si amputa il pene per protesta contro matrimonio obbligato

Per protesta contro un matrimonio obbligato dai genitori, un 25enne egiziano ha scelto una forma decisamente drastica: si è amputato il pene e i testicoli.

Il giovane, residente nella parte sud del Paese,  era innamorato di una ragazza ma, per quanto lei ricambiasse, non era gradita ai suoi genitori, che volevano obbligare il ragazzo ad un matrimonio con una giovane scelta da loro. Preso dalla disperazione e deciso a dimostrare la sua repulsione verso questo matrimonio forzato, il ragazzo ha preso un coltello e, chiusosi nella sua stanza, si è mozzato il pene e mutilati i testicoli.

Purtroppo per lui, ha fatto un ottimo lavoro, e i medici non sono riusciti a riattaccare il membro amputato.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Ottobre 2009, 23:10:12 pm
Una targa che attira una media di 10 multe al giorno

Il sogno segreto di molti automobilisti è avere una targa che impedisce alle multe di arrivare. Scottie Roberson, residente a Birmingham, Alabama, è invece assillato dal problema opposto: per “merito” della sua targa ha collezionato quasi 20.000 dollari di multe.

Roberson, che fa anche il pilota, infatti si è fatto fare una taga personalizzata: “XXXXXXX”, in omaggio al suo soprannome sulle piste (Racer X). Solo che XXXXXXX è anche quello che gli agenti di polizia digitano quando verbalizzano contravvenzioni ad automobili dalla targa non identificata. Il risultato è a questo punto prevedibile: tutte le contravvenzioni ad automobilisti non identificati finiscono con l’arrivare a Roberson, che accumula così una media di 10 multe al giorno.

La polizia stradale di Birmingham ha dichiarato che sta prendendo in considerazione l’ipotesi di modificare il modo in cui sono memorizzate le targhe non identificate, per mettere fine una volta per tutte alla pioggia di multe per “Racer X”.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Ottobre 2009, 23:12:11 pm
Le morti più assurde

Da una recente ricerca americana è stato scoperto quali sono state le morti più assurde nell'anno 1999: Al terzo posto troviamo la notizia riguardante la morte di un poliziotto. Continuamente perseguitato da un folle da lui arrestato anni prima e poi tornato in libertà viveva ormai nel terrore e preoccupato per la sua incolumità dormiva sempre con la pistola sopra il comodino. Una notte ricevette una telefonata. Svegliatosi di soprassalto non si rese conto che anziché impugnare la cornetta del telefono aveva preso in mano la sua pistola dalla quale partì un colpo uccidendolo!




Al Secondo posto troviamo invece quella accadutagli ad un impiegato di una nota società americana che felice per aver ricevuto una promozione, invitò la sua ragazza per mostrargli il suo nuovo ufficio al 53esimo piano di un grattacielo e preso dall'euforia mostrò alla sua bella la resistenza dei vetri antisfondamento saltandoci contro. Lo raccolsero spiaccicato sul marciapiede sottostante.



Al primo posto (e meritatamente) troviamo la fine che a fatto un veterinario del texas che nel fare una rettoscopia ad una vacca ricevette in piena faccia una scorreggia della bestia che lo investì proprio mentre stava fumando un sigaro. Morì per le gravissime ustioni.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Ottobre 2009, 23:14:47 pm
Una contadina polacca è stata arrestata perché coltivava marijuana per la sua mucca

Incredibile vicenda avvenuta in Polonia: il troppo amore verso gli animale  porta a agire nel modo più strano, come far sballare una mucca!

C’è chi, fra gli allevatori di bestiame, preferisce dare ai propri animali il miglior foraggio disponibile sul mercato e chi invece, forse desideroso di far provare loro sensazioni uniche, da sballo, al posto del fieno nella mangiatoia mette la marijuana. Una contadina di 55 anni, residente nella cittadina di Lopez, nella parte occidentale della Polonia, è stata arrestata perché trovata a coltivare marijuana per alimentare la sua mucca.

Nella stalla gli agenti hanno trovato quintali di “erba” che la donna, così lei si è giustificata, usava soltanto per render l’animale più docile. E con tutta quella marijuana la povera mucca era più che mansueta. “Sballata” dalla mattina alla sera esplorava i prati verdi in un modo tutto nuovo.

Ma la scelta di alimentarla con quell’insolita erba non è stata presa per una semplice coincidenza. Il bovino, stando a quanto raccontato dalla donna agli agenti di polizia, era in passato molto “difficile da gestire”: aveva persino rotto il braccio ad una persona. Proprio questo fatto aveva spinto la contadina a chiedere aiuto ad un amico che le ha dato un consiglio: “Per calmare la tua mucca devi nutrirla con marijuana”. Facendo così, ha raccontato la donna ai poliziotti, “è diventato dolce come un agnello”.


Il possesso di marijuana, anche in piccole dosi, in Polonia è un crimine. La premurosa signora rischia fino a tre anni di galera e la sua mucca la condanna a mangiare semplice fieno.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 21 Ottobre 2009, 23:31:57 pm
Scambia la vicina per una scimmia: le spara

Un uomo di Kuala Lumpur (Malesia) ha sparato alla vicina di casa, scambiandola per una scimmia. L’uomo ha visto dei movimenti su un albero da frutto di sua proprietà, e ha sparato alla figura che si muoveva in mezzo ai rami.

Solo dopo che  la donna, colpita, ha iniziato ad urlare ed è caduta dall’albero, l’uomo ha riconosciuto la vicina di casa. La donna è stata ricoverata in ospedale per le ferite, dove le sue condizioni sono comunque stabili.

L’uomo rischia fino a due anni di reclusione per uso improprio di armi da fuoco.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Ottobre 2009, 09:37:20 am
Rubano un teschio dal cimitero per farsi un bongo per fumare marijuana

Tre ragazzi diciassettenni texani sono stati arrestati con l’accusa di aver dissotterrato uno scheletro da una area abbandonata del cimitero. Due dei ragazzi hanno già confessato. Secondo la polizia, il cadavere profanato sarebbe quello di un ragazzino di 11 anni morto negli anni ‘20.

La scoperta della profanazione è stata fatta dalla polizia mentre indagava su uno dei ragazzi per l’utilizzo di una carta di credito rubata. I ragazzi si sono giustificati con lo stato di completo abbandono in cui si trovava la tomba: la lapide era abbattuta, e la tomba conteneva oltre un metro d’acqua, tanto è vero che la polizia non è riuscita a verificare immediatamente se la bara fosse stata aperta in tempi recenti o meno.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Ottobre 2009, 09:38:41 am
"Incasso io la tua vincita" commesso scappa in Nepal

Il commesso di un negozio del Texas, dove si vendono anche biglietti per la lotteria, è stato premuroso quando uno dei clienti abituali ha vinto un milione di dollari: «Non ti preoccupare, dammi il biglietto, ti incasso io la vincita». Dopo aver intascato il vistoso premio Pankaj Joshi è svanito nel nulla. La polizia sospetta che il commesso del Lucky Food Store di Dallas, che ha 25 anni, sia tornato nel suo paese natio, il Nepal. Joshi ha incassato 750 mila dollari, al netto di tasse, una somma che potrebbe portarlo decisamente lontano in Nepal. Se le autorità americane riusciranno un giorno a riacciuffarlo potrebbero infliggergli una condanna fino a 20 anni di carcere per avere intascato in modo fraudolento il premio della lotteria.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Ottobre 2009, 09:40:27 am
Tenta rapina ad agenzia di pompe funebri: per fuggire alla polizia cerca di fingersi morto

Un 23enne è stato arrestato qualche tempo fa a Burjassot, una cittadina alle porte di Valencia, mentre tentava un furto in un’agenzia di pompe funebri. Gli abitanti della zona hanno però dato l’allarme quando, svegliati dai rumori, hanno visto il giovane forzare l’ingresso dell’agenzia in piena notte.

La polizia è immediatamente intervenuta, e il ladro, nel tentativo di evitare la cattura, si è infilato in una bara vuota nella speranza di farsi passare per un cadavere. La cosa non ha però funzionato: la polizia si è immediatamente insospettita quando ha visto il “corpo” vestito con abiti sporchi e stropicciati, decisamente insoliti per una sepoltura. Quando si sono avvicinati, gli agenti si sono accorti che il giovane respirava, cosa ancora più insolita per un cadavere. Inevitabile a questo punto l’arresto.

I proprietari dell’agenzia hanno dichiarato di essere rimasti perplessi dal tentativo di furto, perchè nei locali non vengono tenuti valori di alcun tipo.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Ottobre 2009, 09:45:04 am
Ha violentato una ragazza, assolto perchè ritenuto sonnambulo

Era stato accusato di aver violentato una ragazza, una coetanea di 21 anni, ma lui si era difeso dicendo di aver agito durante il sonnambulismo. La motivazione, per quanto insolita, ha convinto una giuria di Londra, che non ha avuto dubbi e l'ha prosciolto dalle accuse. Il giovane ha raccontato che altre volte aveva cercato sessualmente la fidanzata durante il sonno.

Nick Walker è stato così giudicato innocente dell'accusa di stupro. L'episodio risale al gennaio 2008 quando, dopo aver bevuto in un pub, Walker e altri studenti della Royal Academy of Dramatic Arts, dove anche l'imputato studiava, erano rimasti a dormire insieme. La vittima, una studentessa di Manchester, ha dichiarato di essersi svegliata perché Walker l'aveva spogliata e violentata e di avere a quel punto subito cacciato via il ragazzo. Il giorno dopo la giovane avrebbe confessato quanto successo ad alcuni amici, senza raccontare la presunta violenza.

Nelle sue prime dichiarazioni alla polizia, Walker aveva detto di non ricordare l'episodio e che se era davvero accaduto poteva essere stato durante il sonnambulismo. Una volta in tribunale, però, Walker ha ritrattato del tutto, escludendo di aver compiuto il fatto, sostenendo che se anche fosse accaduto durante il sonnambulismo si sarebbe sicuramente svegliato prima del presunto atto sessuale.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Ottobre 2009, 09:47:44 am
Errore di stampa in rivista di cucina: lettori avvelenati

Un errore di stampa in una ricetta di una torta presente in una rivista di cucina svedese ha causato una serie di avvelenamenti nei lettori. La ricetta prevedeva “due pizzichi di noce moscata”, ma al momento della stampa questi sono diventate “20 noci moscate”. Almeno quattro lettori che hanno seguito alla lettera la ricetta sono rimasti avvelenati da questo eccesso: infatti in dosi elevate la noce moscata è tossica (causando convulsioni, palpitazioni, nausea, disidratazione e dolori generalizzati), ed ha anche effetto allucinogeno. La casa editrice è stata costretta a ritirare tutte le copie della rivista, inviare una lettera a tutti gli abbonati e lasciare un avviso nelle edicole per avvertire chi aveva già  comprato delle copie.

Gli editori si erano in realtà accorti dell’errore di stampa prima di venire a conoscenza dei casi di avvelenamento, ma non se ne erano preoccupati più di tanto perchè non pensavano che l’errore fosse clamorosamente evidente: sia perchè consideravano evidente che così tanta noce moscata darebbe un sapore amarissimo ad una torta, sia perchè ben pochi hanno in casa una quantità equivalente di noce moscata, che equivale a circa 5-6 confezioni normali.

Gli editori spiegano che è fisiologico che ci siano degli errori di stampa nelle ricette, ma non era mai accaduto che questi conducessero ad un avvelenamento.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Ottobre 2009, 09:49:19 am
Thomas Beatie: un uomo, che era donna. Oggi incinto

Thomas Beatie oggi è un uomo incinto, un transessuale dell’Oregon che ha deciso di mantenere tutti gli organi femminile per la riproduzione e che oggi, grazie alla banca del seme stanno permettendo a Thomas e alla sua compagna Nancy di avere un bambino.
Certe situazioni di vita sono così complesse che se non vengono viste in un’ottica più generale risulterebbero incomprensibili. Anzi, risultano incomprensibili ai più. Credo anche a parte del mondo omosessuale. Figurarsi nella loro situazione, nella quale molti amici della ragazza non sanno che il fidanzato era una donna e che già mostra forme decisamente sospette al limite dell’incredibile.

Il concetto di genere, di maternità anche, non trova facile collocazione nelle menti strutturate di chi vede la famiglia e la sessualità in un modo solo. Se invece si riesce ad andare oltre tutto questo, si trova il grande desiderio di portare alla luce una nuova vita.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Ottobre 2009, 16:02:17 pm
La Procura di Napoli convoca Topolino e Paperino come testimoni

Clamorosa gaffe della cancelleria del tribunale di Napoli, che ha convocato come testimoni in un processo per contraffazione niente di meno che Titti, Paperina, Paperino e Topolino. Probabilmente per un lapsus di chi lo ha redatto, è stata emessa una convocazione a comparire “quali testi nel procedimento penale 6342/05″, nei confronti di un cittadino cinese accusato di aver contraffatto diversi gadget con le immagini dei personaggi dei cartoni animati. Il tutto con tanto di timbro: “Io ufficiale giudiziario, richiesto come in atti, ho per ogni legale effetto notificato l’atto che precede a: Titti, Paperina, Paperino, Topolino”.

La cosa stupefacente non è tanto l’errore in se della cancelleria, dato che errori possono sempre accadere, ma il fatto che la burocrazia italiana sia talmente farraginosa che nessuno abbia fermato l’atto, consentendogli di percorrere l’iter completo. Non deve quindi sorprendere che, secondo alcune statistiche, in Italia ben 1/3 dei processi subisca ritardi o peggio a causa di difetti nella notifica, come probabilmente accadrà  al procedimento 6342/05, dove non sono stati convocati i legali rappresentanti delle aziende danneggiate ma i personaggi contraffatti.

(Notizia risalente al 4/12/2007)
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Ottobre 2009, 16:06:04 pm
Usa, ubriaco si schianta con la poltrona a motore

(http://www.repubblica.it/2006/08/gallerie/gente/poltrona-motorizzata/ap170400132310152305_big.jpg)

Da una semplice poltrona, ha creato un tagliaerbe a motore, con tanto di stereo incorporato e porta-bevande incluso. Poi un giorno, dopo essersi scolato tra le otto e le nove birre in un bar, è uscito per strada a bordo del suo "bolide", andando però a sbattere contro un'auto parcheggiata. E' successo nella città di Proctor, in Minnesota, nell'agosto del 2008. Lo stravagante personaggio risponde al nome di Dennis LeRoy Anderson, 62 anni. L'uomo, cui tempo fa era stata ritirata la patente per guida in stato d'ebbrezza, ha recentemente dichiarato la propria colpevolezza di fronte a un giudice. Per lui una condanna a 180 giorni di carcere e due anni di libertà vigilata. In questa foto la super poltrona: fonti della polizia di Proctor hanno dichiarato di aver ricevuto numerose offerte da parte di cittadini intenzionati a comprarla

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 25 Ottobre 2009, 09:35:16 am
Si ferma al distributore per gonfiare la bambola gonfiabile

(http://www.tio.ch/tio_common/multimedia/48/590/20090313_081246_pensionato1.jpg)

BIELEFELD - E' una bella giornata di fine inverno, anche nei sobborghi di Bielefeld, popoloso centro della Westfalia. Le telecamere di sorveglianza di un distributore di carburante sono puntate in direzione delle pompe per evidenti questioni di sicurezza e per evitare i ladri del pieno. Mai però si era vista una cosa del genere. La videosorveglianza riprende un pensionato in bicicletta. Berretto e giacca neri l'uomo in sella sulla sua bici con un involucro sul portapacchi. Dopo qualche minuto rieccolo pedalare tranquillamente. Incredibile, ma vero, l'uomo lo si rivede passare, sempre sulla sua bici, sul piazzale del distributore... con una bambola gonfiabile in mano.


Il pensionato, infatti, si era fermato per gonfiare la sua bambola gonfiabile! Un uomo ancora senza un nome, ma che in Germania è diventato popolare, grazie alla Bild, che riporta la curiosa notizia. Interpellato dal boulevard tedesco, il portavoce della catena dei distributori di benzina ha così commentato: "Chiunque può usufruire delle nostre pompe".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 29 Ottobre 2009, 22:27:12 pm
Mangia 78 posate: "Non potevo farne a meno". Operata

C'è chi ha l'ossessione di rubare l'argenteria, o di lucidarla: per lei, non si capisce bene perché, la vera ossessione era mangiarla. Margaret Daalmans, 52 anni, è dovuta andare sotto i ferri per rimuovere dal suo stomaco 78 posate, tra forchette e cucchiai, poiché i dolori allo stomaco erano diventati troppo forti. Le immagini dei raggi X a cui è stata sottoposta in ospedale sono state pubblicate dal tabloid britannico The Sun, che l'ha intervistata. "Sentivo come una voglia irrefrenabile di mangiare le mie posate - ha detto Margaret - non riuscivo a farne a meno. Solo forchette e cucchiai, però, mai coltelli. Non so perché, i coltelli non mi attiravano". "Ogni volta che si sedeva per mangiare ignorava il cibo e mangiava le posate", ha detto uno dei medici che l'ha avuta in cura. A Margaret, che vive a Rotterdam, in Olanda, è stato diagnosticato un disordine della personalità, è stata ricoverata in ospedale ed è ora sotto terapie specifiche.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 29 Ottobre 2009, 22:29:51 pm
Usa, nei sogni di migliaia di persone

Ha importunato chiunque ma nessuno lo conosce. Da tre anni a questa parte almeno 2000 persone in tutto il mondo hanno sognato lo stesso faccione appartenente allo stesso uomo senza avere la minima idea di chi sia. La notizia è di quelle che intasano il web: non a caso gli utenti hanno aperto un sito e pubblicato discussioni per cercare di capire se il fenomeno è reale o se è solo una forma di isteria su scala planetaria.

Nel 2006, rivela il quotidiano "Bild", una donna di NewYork ha raccontato al suo psichiatra che in sogno le è apparso il viso di un uomo mai visto né frequentato. La presenza dello sconosciuto, che si permetteva pure di darle consigli sulla sua vita, era diventata una costante nelle notti della donna. Lo psichiatra allora ha chiesto alla paziente di disegnare su un foglio i lineamenti dell’uomo.

Nei giorni successivi altri pazienti, dopo aver notato lo schizzo sulla scrivania dello psichiatra, hanno affermato di aver vissuto la stessa esperienza. Lo specialista a quel punto ha inviato l’immagine ad alcuni colleghi e ha scoperto che la faccia dello sconosciuto ha infestato il sonno di migliaia di persone sparse per il mondo.

Il viso dell’uomo era sempre lo stesso, ma ogni paziente lo descriveva a modo suo: chi vestito da Babbo Natale, chi come una figura paterna, chi nei panni di un amante. Il faccione ha scatenato un’onda di curiosità, al punto che è nato un sito web (thisman.org), dove i visitatori tentano di dare una spiegazione al fenomeno.

Secondo qualcuno il volto dello sconosciuto farebbe parte di una specie di subconscio collettivo dove sono ammassate la memoria e le ossessioni di tutti gli esseri umani. Altri ritengono che l’uomo sia l’incarnazione dei sogni e per questa ragione abbia il potere di far visita a chiunque durante la notte. Gli scettici danno la colpa agli ufo o ai soliti italiani, accusati di aver escogitato la bufala per farsi pubblicità.

Tra un delirio e l'altro la caccia all’uomo continua. Sogni d'oro.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 29 Ottobre 2009, 22:33:35 pm
Rapinatore si inginocchia e prega per 10 minuti

E' entrato armato di pistola per commettere una rapina. Ma quando l'impiegata ha iniziato a piangere impaurita e a invocare Dio, un giovane malvivente è sembrato come ipnotizzato, e si è inginocchiato insieme a lei, pregando per dieci minuti. L'incredibile storia è avvenuta a Indianapolis, e il video delle videocamere a circuito chiuso, pubblicato dalla polizia della città americana, ha già fatto il giro del web. "In tanti anni di carriera non ho mai visto una cosa del genere", ha detto il poliziotto che ha raccolto la denuncia della rapina. Il rapinatore, che ha 23 anni, dopo aver pregato Dio è fuggito rubando solo il telefonino dell'impiegata ed una banconota da venti dollari, per poi costituirsi alla polizia. E' stato incriminato per rapina a mano armata..

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=m1OnYqktnAE&feature=player_embedded[/youtube]

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 29 Ottobre 2009, 22:34:56 pm
Multa in moto: "Andava a 616 km/h"

Sapeva di andare piuttosto forte in sella alla sua Moto Guzzi, quando il 10 ottobre la polizia municipale di Cernusco Lombardone, nel Lecchese, l'ha immortalato con l'autovelox. Ma non immaginava così tanto: una velocità tale da abbattere quasi il muro del suono. A Paolo Turina, lecchese di Montevecchia, è stata infatti recapitata una multa con l'indicazione di un eccesso di velocità stratosferico: addirittura 616 chilometri l'ora.

Un vero e proprio record, evidentemente generato da un errore tecnico. E Turina, parlando al Giornale di Merate che riporta la notizia, commenta divertito la multa: "Pensavo di lasciar finire il Motomondiale a Valentino Rossi e poi di sfidarlo. In effetti mi sembrava di andare un po’ forte, ma non così tanto. Per fortuna non ho esagerato, altrimenti chissà che velocità avrei toccato!". L'uomo ha trascorso la settimana a mostrare il verbale ad amici e conoscenti. "L’ho portato anche alla concessionaria che mi ha venduto la moto: hanno fatto una fotocopia e l’hanno appeso in bacheca...".

Ovviamente Turina è andato a chiedere spiegazioni ai vigili: "Mi hanno detto che la rilevazione è stata effettuata correttamente, perché sulla foto si vede che andavo a 87 all’ora. Probabilmente è stato un semplice errore di trascrizione da parte dell’agente. Alla fine questa vicenda mi ha anche fatto passare il dispiacere per la multa, che mi è comunque costata cinque punti in meno sulla patente e più di 200 euro di sanzione...".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 29 Ottobre 2009, 22:43:31 pm
Texas, guidatori multati perchè non parlano inglese: la polizia si scusa

Ricevere una multa perchè non si parla la lingua inglese. E' quanto è successo a 39 persone a Dallas, nel Texas. Il caso è scoppiato in seguito alle contestazioni di una donna, Ernestina Valdez Mondragon, a cui era stata inflitta la multa con la motivazione che era una «guidatrice che non parla inglese». Il dirigente della polizia della città, David Kunkle, ha presentato pubbliche scuse: «Sono rimasto sorpreso, per non dire stupefatto, nel vedere che ciò sia potuto accadere in una città come Dallas, perchè questa è una città estremamente composita. Presento le nostre scuse alla comunità ispanica e ispanofona».

Il capo della polizia ha precisato che le “vittime” saranno rimborsate e che sono all'esame sanzioni contro gli agenti troppo zelanti.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 29 Ottobre 2009, 22:52:17 pm
Feci contro i giurati, condannato

Un uomo, imputato di furto, è stato condannato a 31 anni di carcere a San Diego, in California, per aver gettato, in un'aula giudiziaria nella quale era in corso il suo processo, un sacco pieno di escrementi contro il suo avvocato e contro i giurati. Il fatto è avvenuto nel gennaio scorso, ma ora è stata emessa la condanna. Il giudice Frank Brown ha condannato Weusi McGowan per il furto e per altri due capi d'accusa concernenti gli escrementi.

Secondo gli avvocati dell'imputato, l'uomo soffre di disordini psicologici.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 29 Ottobre 2009, 22:58:38 pm
Tenta di fare sesso con un procione, ma l’animale si ribella e lo evira

Sbronzo e in cerca di compagnia, il 44enne russo Alexander Kirilov è balzato agli onori della cronaca per via di un proprio disdicevole tentativo di stupro che, destino ha voluto, si rivelasse a lui fatale.
L’uomo, stando a quanto riportato sulle pagine del "Sun", avrebbe tentato di abusare sessualmente di un povero procione.
L’animale, che girovagava nei pressi di un bar, è stato intercettato da Kirilov che ha subito pensato di intrattenersi intimamente con lui.

Il procione non ha gradito le attenzioni del corteggiatore: la povera bestiola non ha ovviamente gradito le attenzioni del suo corteggiatore; con uno scatto felino si è rivoltato e gli ha letteralmente staccato il pene a morsi.
Riottenuta la libertà, e con un “souvenir” da mostrare agli amici del bosco, si è dileguato.
Il maniaco, anestetizzato dall’alcol ma comunque dolorante, è riuscito a salire in auto e a recarsi al pronto soccorso.

La bestiola è scappata portando via con sé parte del pene: i chirurghi plastici hanno tentato di salvare il salvabile ma, stando a quanto raccontato da un amico dell’uomo, “sono riusciti a riattaccargli soltanto alcune parti del membro. All’appello manca infatti qualcosa che oramai, hanno comunicato i medici a Kirilov, “è andata per sempre”.
Da oggi il 44enne russo potrà vantarsi delle proprie performance ma di certo non delle dimensioni del suo “compagno di mille avventure”.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 29 Ottobre 2009, 23:00:23 pm
Scariche elettriche a chi urina contro negozio

'Corrente elettrica attiva -Urinate a vostro pericolo'. E' il cartello appeso davanti a un negozio di musica tradizionale irlandese a Ennis. 'Odio averlo fatto, ma non desidero ogni lunedi' avere a che fare con urina e vomito. A volte mi ci vogliono 40 minuti per pulire tutto', ha spiegato il negoziante, raccontando che lunedì scorso l'urina era addirittura penetrata all'interno del locale.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 29 Ottobre 2009, 23:05:39 pm
Vicky, 900 amanti in 9 anni, "Nessuno regge i miei ritmi"

Il rituale è sempre lo stesso, per Victoria Betteridge detta Vicky, bella 28enne laureata ad Oxford: conosce un ragazzo, ci va a letto e addio. Così, finora, per più di 900 volte. La sua storia è stata raccontata dalla rivista britannica Fabulous, inserto del domenicale News of the World. Victoria ha raccontato di aver avuto 900 amanti negli ultimi nove anni, una media di 100 amanti all'anno, più o meno uno ogni tre giorni: ritmi impossibili per innamorarsi di qualcuno. Lei però tiene a precisare che la vita sentimentale, per lei, non è sempre andata così. "Quando ero un'adolescente, mentre tutte le mie amiche andavano al cinema con i ragazzi o flirtavano in discoteca, io restavo a casa con i miei genitori o andavo in chiesa - ha detto - mio padre mi disse, quando avevo 13 anni, che gli uomini non dovevano far parte della mia vita. Aveva paura che lo studio ne risentisse. Perciò mi mandò in una scuola privata femminile e si assicurò che stessi lontano dai ragazzi". Ma questi impedimenti non facevano che rendere ogni flirt più eccitante. "Le ragazze della mia età sapevano tutte che non avevo mai nemmeno baciato un ragazzo, così mi prendevano in giro, mi chiamavano frigida o lesbica - racconta Victoria - il fatto poi che io fossi un maschiaccio che amava lo sport e non usava truccarsi non aiutava di certo la mia causa. A causa di quegli scherzi diventai timida e chiusa". A 18 anni, però, Victoria si trasferì a Oxford per frequentare l'università e si ritrovò circondata da uomini. "Mi sentii libera, quando entrai nella hall vidi tantissimi ragazzi, non ci ero abituata". Così decise di smettere di essere la brava ragazza illibata che era stata fino ad allora. La prima sera, si ubriacò di Tequila e baciò il suo primo ragazzo, Tom. "Non mi sentivo più una ragazza imbranata e timida, e senza mio padre a sorvegliarmi potevo finalmente fare tutto quello che mi pareva" ricorda ancora la 28enne. Sei mesi dopo il primo bacio, Victoria perse la verginità proprio con Tom, che innamorato di lei attese il momento giusto. "Molte ragazze dicono che la prima volta è orribile, ma direi che non sono affatto d'accordo. Per me è stata sensazionale". Così sensazionale, che Victoria voleva rifarlo di continuo, così spesso che Tom non ha retto il ritmo. "Se non lo facevo almeno tre volte al giorno, diventavo irritabile. ma Tom non voleva passare sempre tutto il giorno a letto. Così ci lasciammo perché lui voleva qualcosa in più di una semplice relazione sessuale". Solo una settimana dopo Tom, Victoria incontrò un altro ragazzo di cui non ricorda il nome, e fu il primo di una lunga serie di incontri occasionali. "Non mi interessava chi fosse o cosa facesse, volevo solo fare sesso con lui e sentirmi bene". Il suo metodo è sempre lo stesso. "Appena trovo un ragazzo che possa piacermi, inizio a ballare davanti a lui e poi gli chiedo di offrirmi da bere. E' facilissimo, non c'è nemmeno bisogno di impegnarsi troppo", scherza Victoria, che dalla sua ha sicuramente un aspetto fisico niente male. "Faccio sesso con due ragazzi a settimana, a volte tre. Ma non mi sento una poco di buono. Perché un ragazzo può farlo e una ragazza no?". Arrivata a 28 anni, però, Victoria sa di non poter continuare così, e di doversi stabilizzare. "Non voglio continuare a fare quest vita, ma non mi pento assolutamente di ciò che ho fatto. Mi sono divertita. Per ora, continuerò a cercare ragazzi, sperando di incontrare quello giusto e di non fermarmi al primo appuntamento. Vedremo come andrà. So solo che ho bisogno di trovare qualcuno che abbia il mio stesso appetito sessuale, e che regga i miei ritmi. Non è facile". Auguri.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Novembre 2009, 08:22:21 am
L'amante fugge nudo sul balcone ma viene «immortalato» dal vicino

CHENGDU (CINA) - Una scena simile l'abbiamo vista decine di volte nella commedia sexy all'italiana degli anni 70. Da una parte vi è il marito geloso che improvvisamente torna a casa per controllare l'avvenente e fedifraga moglie. Dall'altra vi è l'amante nudo che per nascondersi si rifugia nei posti più insoliti. Uno dei più classici «topos» della cinematografia erotica del Belpaese si è riproposto nella realtà a Chengdu, capitale della provincia del Sichuan, nel sudovest della Cina. Il venticinquenne Sun Meng, fama di Don Giovanni, ma poco incline ad affrontare le ire di un marito tradito, si sarebbe nascosto, nudo, sul balconcino della casa dell'amante. Successivamente per non essere intravisto dal rivale, sarebbe salito su un condizionatore d'aria che si trovava poco distante dal balcone. Peccato per lui che un solerte vicino abbia immortalato con diversi scatti le sue impavide acrobazie sul balcone e poi abbia postato una foto sul web.
INDIGNAZIONE - Tutta la comunità è venuta a sapere della storia del tradimento e della relazione di Meng con una donna sposata. Nella foto, pubblicata sul sito web della comunità locale, oltre al giovane senza veli, s'intravede il marito tradito che si rivolge a Meng con epiteti probabilmente poco cortesi, mentre in basso a sinistra si nota un altro abitante del palazzo che segue attentamente il diverbio. Non si sa se alla fine i due rivali in amore si siano chiariti e abbiano fatto pace. Di sicuro i concittadini di Meng sono rimasti indignati: «La mia famiglia si vergogna e nessuno dei miei vicini vuole parlare con me - ha dichiarato sconsolato il venticinquenne - So che quello che ho fatto è sbagliato, ma avevo paura che mi avrebbe ucciso».

IRONIA – La vicenda è diventata ancora più grottesca dopo che alcuni buontemponi hanno pubblicato alcuni commenti sul sito web locale nei quali hanno fatto notare che dalla foto si evince chiaramente che il venticinquenne non è affatto uno stallone. Risentito, Meng ha voluto rilevare che l'immagine non gli rende giustizia: «La gente sta ancora ridendo per come appaio senza vestiti» ha dichiarato. «Tuttavia mi preme ricordare che quella è stata una giornata molto fredda».

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Novembre 2009, 08:24:09 am
Si è sposato a 112 anni con una ragazza di 17

Un centenario somalo si è sposato ieri con una ragazza di 17 anni, assicurando che lui potrebbe "darle più amore di ogni altro giovane."
Ahmed Mohamed Dhore che ha 112 anni ha sposato Safiyo Abdi Hassan, una giovane ragazza di 17 anni. La cerimonia ha visto la partecipazione di diverse centinaia di ospiti a Guriel, una piccola città nella Somalia centrale, vicino al confine con l'Etiopia.
"Quando si tratta di vita coniugale, dobbiamo parlare di amore e di passione piuttosto che di età e di bellezza", ha assicurato il felice sposo che ha aggiunto: "Mia moglie è dieci volte più piccola di me, ma ci amiamo, io posso offrirgli più amore di ogni altro giovane". Durante la sua lunga esistenza, Mohamed ha avuto altre cinque mogli, quattro sono morte e ha 114 discendenti tra figli e nipoti. Il figlio più vecchio ha raggiunto già gli ottanta anni. Il novello sposo spera che la nuova moglie gli darà altri figli.
Ahmed Mohamed Dhore è nato nel 1897 e ha conosciuto tre secoli. Ha un tradizionale certificato di nascita, scritto su pelle di capra da suo padre. Nel 1941 era entrato a far parte delle forze coloniali britanniche come soldato e poi era stato agente di polizia, dopo che la Somalia aveva ottenuto l'indipendenza nel 1960. La dieta e l'attività fisica fatta durante la gioventù sarebbero alla base della sua robustezza eccezionale.
Sul suo matrimonio ha detto: "L'idea nasce dai miei figli e dai miei nipoti che hanno organizzato questo matrimonio. Penso che si siano resi conto che potevo sempre assumere il ruolo di un giovane sposo". La famiglia della sposa si è detta "felice di questo matrimonio".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Novembre 2009, 08:25:39 am
Chiama la moglie Guantanamo sul cellulare, lei chiede il divorzio

Occhio a come chiamate la vostra partner. Anche in segreto. Non si sa mai, potrebbe sempre scoprirvi e reagire molto male. Come la mogliettina che sbirciando il cellulare del marito ha scoperto che lui aveva memorizzato il suo numero sotto la simpatica voce "Guantanamo".

E' successo ad una coppia trentenne di Riad, in Arabia. E' stato un caso: lui che come spesso succede a tutti dimentica il telefonino a casa, lei che lo chiama proprio sul cellulare, lo sente squillare nell'altra stanza e scopre che il nome illuminato sul display è, per l'appunto, Guantanamo. Come dire: perlomeno una tortura.

Furibonda, la povera moglie ha chiesto immediatamente il divorzio sostenendo che "attribuendole un simile nomignolo, il marito la considerava una persona tirannica". Quindi, prudenza. Se proprio non sapete cosa scrivere accanto al numero di telefonino, il buon vecchio "tesorino" funziona sempre...

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Novembre 2009, 08:27:22 am
Canada: donne danno a calci nei testicoli e uomini girano con conchiglia

In Canada fare una normale passeggiata per strada può esser molto pericoloso. Capita infatti sempre più spesso che degli ignari cittadini di sesso maschile vengano aggrediti da perfette sconosciute che si dilettano a percuoterli sferrando dei potenti calci contro i loro testicoli.

Soltanto nell’ultimo mese le autorità locali hanno registrato ben tre casi simili, e si sono viste per questo costrette a lanciare l’allarme, invitando gli uomini ad indossare una conchiglia protettiva.

L’ultimo malcapitato, finito a terra sotto l’attacco di una donna si chiama “Ed”. Il suo nome è per motivi di privacy di pura fantasia ma la sua storia è drammaticamente reale.

L’uomo, appena 22enne, passeggiava per strada quando, senza alcun motivo, è stato aggredito da una misteriosa donna mai vista prima di allora.

“Erano più o meno le due del pomeriggio e andavo da solo verso un fast food - ha raccontato il giovane che a seguito delle percosse ha perso un testicolo - una ragazza stava arrivando in senso opposto e non ci facevo molto caso, finché improvvisamente mi ha aggredito, dandomi una stivalata sui cosi”.

Stando alla testimonianza del ragazzo, che non sa darsi pace per la “dolorosa perdita”, la donna “non ha detto una sola parola”: si è limitata ad assestare un potente calcio e poi è scappata. “Ho pensato fosse molto irritata con il fidanzato e di esser stato il primo maschio capitato a tiro”.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Novembre 2009, 22:58:34 pm
Fa sesso con tavolo da pic-nic, arrestato.

(http://farm4.static.flickr.com/3077/2370296863_dba15d8610.jpg?v=0)

L’uomo in foto si chiama Arthur Price. E’ stato arrestato dopo che i vicini di casa hanno inoltrato alla polizia tre video in cui Price fa sesso con un tavolo da pic-nic, utilizzando un foro praticato su un lato. La polizia è intervenuta anche perché nei pressi della sua abitazione c’è una scuola. Gli episodi sono tutti avvenuti tra la camera da letto e la veranda dell’abitazione. L’uomo ha ammesso di aver fatto sesso col tavolo, ma ha specificato: “Ero dentro la mia abitazione”. E’ stato liberato dietro il pagamento di una cauzione da 20mila dollari. Price è sposato e ha tre figli.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Novembre 2009, 22:59:36 pm
Clown ubriaco tenta di non farsi notare dalla polizia, ma si schianta sulla loro auto

Mettersi al volante dopo aver bevuto degli alcolici è un comportamento sconsiderato e pericoloso che può costare non soltanto il ritiro della patente ma anche la vita di persone che con la libera scelta di chi ha deciso di concedersi un bicchierino di troppo nulla c'entra.

L’episodio che stiamo per raccontarvi e accaduto nel West Vancouver, distretto della Columbia Britannica (Canada), e fortunatamente si è concluso nel migliore dei modi, senza feriti né morti: ma con l’inevitabile arresto del conducente sbronzo.Un pericoloso clown ubriaco - Durante un normale controllo la polizia locale ha notato un veicolo marciante contromano.

Il conducente, che successivamente ha ammesso di aver visto gli agenti e di aver persino tentato di guidare nel modo più disciplinato possibile per non esser fermato, ha perso il controllo del mezzo quando si è visto intimare l’alt: nonostante stesse andando ad una velocità di circa 16 chilometri orari non è riuscito a trovare il pedale del freno e si è schiantato contro la volante! Pagliaccio presto a giudizio.

I poliziotti hanno capito fin da subito che si trattava del classico caso di conducente “affetto da stato di ebbrezza”, ma non avrebbero mai immaginato di imbattersi in un automobilista travestito da clown. Ebbene sì, chi stava alla guida, un 29enne con la passione per i superalcolici, indossava il classico abito da pagliaccio, con tanto di cerone sul viso, naso rosso e scarpe extra large. “Il buffone - ha detto un ufficiale della stradale - dovrà dare presto spiegazioni convincenti ai giudici e in ogni caso dovrà pagare una pesante multa e rispondere di guida in stato alterato e danneggiamento di auto federale”.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Novembre 2009, 23:02:18 pm
Cani antidroga sballati, addestratori hanno dimenticato accanto a loro della cocaina

Due poliziotti della narcotici di Naples, in Florida, hanno scordato un pacchetto di cocaina accanto ai cani che avrebbero dovuto addestrare e questi, curiosi come faine, hanno fatto quello che avrebbe fatto un qualsiasi quattro zampe che si rispetti: hanno distrutto l’involucro e hanno ficcato il naso proprio dove non dovevano.

 Il risultato? Quando gli agenti sono tornati hanno trovato i poveri animali iper eccitati.Dimenticano la droga accanto ai cani - Stando a quanto riportato dai quotidiani locali i due poliziotti avrebbero perso l’involucro degli stupefacenti, una bustina con pochi grammi di cocaina, mentre si trovavano in missione. Dopo aver ricevuto una chiamata d’emergenza hanno lasciato i colleghi a 4 zampe in una stanza d’albergo e si sono recati sul luogo dell’appuntamento.

I due quattro zampe erano sballati e "felici" - Quando son tornati hanno notato gli animali insolitamente “pieni d’energia”, e la camera completamente distrutta. Gli investigatori non verranno comunque puniti per ciò che i loro supervisori hanno definito un “onesto errore”. I cani stanno bene e dopo qualche giorno di riposo sono stati riammessi al servizio.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 07 Novembre 2009, 14:10:52 pm
Matrimonio con disastro: la torta nuziale era di polistirolo

In Galles il matrimonio di una giovane coppia è stato rovinato da un imprevisto: la società che doveva spedirgli la torta ha fatto un clamoroso errore, la torta inviata era di polistirolo.

Il giudice Marjorie Taylor che si è occupato del caso ha dato alla Creative Cakes tre mesi di tempo per risarcire la coppia del costo della torta (270 sterline) più altre 40 sterline di indennizzo.

La giovane sposa come riporta la  BBC ritiene che il danno per lei è di un valore inestimabile perchè ha provato un terribile imbarazzo nei confronti di tutti gli invitati, inoltre nell'intervista la signora West dichiara che il taglio della torta in tutti i matrimoni è l'evento cruciale, quello delle tante foto scattate e lei il taglio della torta non l'ha mai avuto perchè la sua torta era finta.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 07 Novembre 2009, 14:15:19 pm
16 giorni di stitichezza non salvano spacciatore

In Galles la polizia locale ha arrestato uno spacciatore ritenuto un sospetto trafficante di droga, l'uomo trattenuto in custodia senza però nessuna prova a suo carico ha destato sospetto alle autorità a causa della sua mancanza di appetito, infatti l'uomo rifiutava sistematicamente sia di mangiare che di andare in bagno, ed ha continuato su questa linea per 16 giorni, all'alba del diciassettesimo giorno l'uomo non ha resistito più e ha defecato un preservativo contenente 16 grammi di eroina.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 07 Novembre 2009, 14:16:58 pm
Donna allergica allo sperma del marito

La storia d'amore tra Mike e Julie Boyde ha inizio nel 2005, tra di loro è sempre andato tutto a gonfie vele e anche l'affinità di coppia nei momenti intimi era molto alta, i loro problemi cominciano dopo il matrimonio, la coppia decide di metter su famiglia e la prima notte di nozze decidono di fare sesso non protetto senza l'ausilio del preservativo, da subito Julie capisce che ci sta qualcosa che non va, nel documentario Discovery Health trasmesso negli Stati Uniti, la donna spiega che dentro di lei sentiva come degli aghi che provocavano un dolore fortissimo, il dolore persisteva per svariati giorni. Julie si rivolge a degli specialisti per capire il problema e dopo svariato tempo si è stabilito che il suo corpo riconosce lo sperma come una proteina estranea procurando dolore acuto, gonfiore e prurito. Il suo organismo attacca lo sperma rendendolo inattivo vanificando così i loro progetti di avere un bimbo.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 07 Novembre 2009, 14:18:47 pm
Perde verginità al telefono, lei lo denuncia per stupro

Una famiglia tunisina ha sporto querela perché la figlia avrebbe perso ha verginità al telefono. Secondo quanto riferito dalla tv Al Arabiya, per la legge islamica si tratterebbe di una cosa assomigliabile ad uno stupro. A finire sotto accusa un uomo di 30 anni che però nega di avere mai sfiorato con un dito la ragazza, una 20enne.

L'uomo ha solo ammesso di aver avuto con la giovane una conversazione telefonica dai contenuti erotici. Durante lo scambio di parole hot, l’avrebbe sentita gridare e poi dire che stava perdendo sangue. Secondo l’avvocato, chiamato dalla famiglia tunisina, una perizia legale confermerebbe il fatto che dopo la telefonata la sua assistita non sarebbe più illibata.Ora toccherà al giudice stabilire se si è trattato di violenza sessuale.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 07 Novembre 2009, 14:20:20 pm
Artificieri intervengono per un pacco bomba, ma è un vibratore

Un uomo delle pulizie di Goteborg pulendo il parcheggio di un condominio ha chiamato la polizia alla vista di un pacco che vibrava in maniera strana. La polizia ha inviato immediatamente una squadra specializzata di artificieri sul posto. Dopo alcuni minuti di lavoro la squadra di specialisti con l’utilizzo di robot telecomandati hanno “disattivato” il potenziale ordigno e aperto il pacco, si sono accorti che il pacco invece di contenere una bomba conteneva in realtà un vibratore.

Non è la prima volta che succede un caso del genere, alcuni anni fa nell'aeroporto di Mackay, in Australia, scattò un allarme bomba dato che alcuni uomini del personale avevano sentito un ronzìo provenire da un cestino, gli addetti alla sicurezza intervennero prontamente e fu fatto evacuare l'intero scalo aeroportuale ma in quel caso prima dell'arrivo degli artificieri un anonimo passeggero (non si sa di che sesso) si è fatto avanti e ha confessato che era un oggetto erotico per adulti di sua proprietà.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 07 Novembre 2009, 14:21:17 pm
Lo credono morto in un incidente, ma lui sta bene e si presenta al proprio funerale

Perdere un parente o un amico in un incidente stradale è una cosa tremenda. Ritrovarselo vivo e vegeto in chiesa, mentre si è seduti davanti ad una bara occupata da qualcun altro, risulta tuttavia altrettanto sconvolgente. E’ questo è di fatto quanto accaduto alla famiglia di Ademir Jorge Goncalves, un muratore di 59 anni residente in Brasile.
L’uscita domenicale assieme agli amici - Goncalves era uscito assieme agli amici per una serata all’insegna del divertimento più sfrenato. Dopo aver passato molte ore con loro, e aver bevuto una quantità non meglio precisata di superalcolici, il gruppo si è separato: ognuno è tornato nella propria abitazione, ma non il muratore. L’uomo, stando a quanto da lui stesso raccontato, è salito a bordo del proprio mezzo e, prima di far rientro, si è concesso qualche altro bicchierino. Il suo tasso alcolemico doveva esser molto elevato e alla fine è crollato, addormentandosi come un sasso sul sedile.
Un incidente lungo la strada di casa - Destino ha voluto che, mentre lui dormiva, si verificasse un incidente mortale proprio lungo la stessa strada che avrebbe dovuto percorrere per tornare a casa. Le auto coinvolte, e i relativi conducenti a bordo, erano irriconoscibili. Riuscire a comprendere pertanto si trattasse di lui o di un altro malcapitato, considerando anche che la prova del Dna richiede troppo tempo e denaro, e il fatto che in Brasile è consuetudine celebrare i funerali il giorno successivo al decesso, ugualmente impossibile.
Parenti rassegnati fanno celebrare il funerale - Tutti i famigliari e gli amici di Goncalves, addolorati per l’improvviso e inaspettato trapasso, non hanno potuto far altro che organizzare in fretta e furia la cerimonia funebre e dire così addio al proprio amato. Durante la cerimonia, tuttavia, una sorpresa, sicuramente piacevole ma sconvolgente: Ademir è entrato in chiesa, ma non in posizione orizzontale. Il muratore ha varcato l’uscio con le proprie gambe e si è diretto immediatamente verso i parenti lasciandoli senza parole.
Un lieto fine, ma un morto vero c’era - Dopo i dovuti chiarimenti la cerimonia è stata interrotta, anche perché il corpo all’interno della bara non era quello ipotizzato. La famiglia di Goncalves ha ricontattato la polizia locale che, dopo una più attenta ricerca, ha scoperto l’identità della vittima dell’incidente, consegnandola stavolta alla vera famiglia.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 07 Novembre 2009, 14:24:12 pm
GB, usa sempre i guanti, "io allergico a mia moglie"

Un autista d'autobus inglese soffre di una rarissima forma di reazioni allergiche ad alcune sostanze presenti in cosmetici usati dalla consorte: tanto da essere definito «allergico alla moglie». Il caso è stato segnalato dal quotidiano popolare britannico Sun e rilanciato dal Tg1. L'uomo, di 45 anni, riferisce il giornale, ha eruzioni cutanee e soffre di tachicardia «se tocca sua moglie quando questa si mette creme e lozioni». Darren Young è sposato con la bionda Sue da quattro anni. I due vivono in un paesino del South Yorks. L'allergia di Darren è stata scoperta solo ultimamente ed è rarissima: se ne conoscono tre casi nella storia della medicina. «Quando arriva l'ora di andare a letto con Sue - scherza il marito allergico - lei non ha bisogno di un mal di testa come scusa: basta che dica che ha usato delle lozioni che già uccide ogni mia avance». Padre di due bambini, Darren ammette che il problema non è solo Sue: «Possa avere una violenta reazione allergica quando vado in un pub o in ristorante dove si sia seduta una donna: i dottori non sanno esattamente il perchè di questa mia misteriosa insofferenza».

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 07 Novembre 2009, 14:26:33 pm
Reggio: trova 600 mila euro nel proprio conto corrente ed inizia una corsa alla spesa

Chi non vorrebbe svegliarsi una mattina, accendere il proprio computer per verificare online il proprio conto o andare in banca per un estratto allo sportello bancomat e trovare, nel proprio conto corrente sempre colorato di “rosso”, la fantastica cifra di € 600.000,00!

E’ quello che è accaduto a Reggio Calabria ad un 49enne ( che chiameremo Rossi Mario) dipendente di una azienda municipalizzata della Città di Reggio Calabria. I soldi sono quelli di una importante azienda pubblica che deve accreditare sul proprio conto corrente la somma di circa € 600.000,00 ma che, per un mero errore di battitura del numero di conto, da parte di un impiegato dell’istituto di credito, viene invece accreditato su quello dell’incredulo 49enne che intraprende una corsa contro il tempo per cercare di “arraffare” più denaro possibile. Il fatto si verifica il 23 ottobre ma la filiale dell’istituto interessato se ne accorge solamente ieri 29, nel pomeriggio, e scatta la corsa per bloccare Mario Rossi, presentandosi in Questura di Reggio Calabria per la immediata denuncia. Nel frattempo, però, il “fortunato” Mario Rossi riesce, tra prelievi bancomat ed allo sportello, ad “arraffare” circa € 60.000,00 in contanti ed ad emettere assegni e bonifici per € 225.000,00, prontamente bloccati dall’istituto di credito “generoso”. Alla denuncia è seguita una perquisizione domiciliare a carico di Mario Rossi da parte della Polizia di Stato reggina che ha consentito di rinvenire alcune “briciole” in contanti ed altri documenti contabili che “inchiodano” l’odierno “Robin Hood”. 

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Ogliastrino - 10 Novembre 2009, 11:43:18 am
Non ha certo un fisico da…. calendario (http://www.emuleitalia.net/fora/Smileys/emulta/rolleyes.gif) ma da qui a terrorizzare il vicinato…..  :asd:

Fuma in vestaglia, e fa paura ai vicini (http://unionesarda.ilsole24ore.com/Articoli/FotoGalleryDettaglio.aspx?pos=1&id=154113)


Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 16 Novembre 2009, 23:01:30 pm
Patente-miraggio, 950 tentativi per prendere il foglio rosa

Ebbene si! Dopo quasi 1000 tentativi la coreana Cha Sa-Soon è riuscita a prendersi l'equivalente del nostro foglio rosa all'età di 68 anni. La signora ha effettuato gli esami a Jeonju a sud di Seul e ha superato il test scritto per un soffio con l'equivalente di 60 su 100 che equivale al minimo consentito per superare l'esame. La Repubblica ha riportato la notizia specificando che la donna ha dovuto effettuare per ben 945 volte l'esame scritto pagando l'equivalente di 4.200 dollari per rinnovare ogni volta l'iscrizione dopo ogni bocciatura.
Ora dopo tutta questa fatica ai test manca però l'esame pratico...

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 16 Novembre 2009, 23:04:39 pm
Non gli piace la foto della polizia, ricercato ne manda una più "bella"

Il quotidiano italiano La Repubblica riporta una storia curiosa avvenuta nel sud del Galles, Matthew Maynard è un uomo ricercato nel sud del Galles e non teme di essere catturato dalla polizia locale, il ricercato ha fatto una telefonata ad un quotidiano locale lamentandosi della fotografia che è stata usata accanto al suo nome nella pagina dei ricercati postata dalla polizia locale. Maynard ha pensato bene di mandare una foto direttamente con il suo cellulare personale non preoccupandosi che possa essere rintracciato. La foto in questione risulta molto provocatoria, ritrae lui difronte un furgoncino della polizia con la scritta "Police" bene in evidenza.
Il quotidiano locale con l'approvazione delle autorità locali ha pubblicato questa foto nella speranza di facilitare le ricerche dell'uomo.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 16 Novembre 2009, 23:06:58 pm
Fa causa all’ex-moglie per riavere indietro il rene che le aveva donato

Il New York Daily Times riporta la notizia di Richard e Dawnell Batista, una coppia che viveva la loro storia felicemente con la nascita di tre belle bambine, dopo un periodo di tempo la coppia comincia ad attraversare un momento poco felice sotto il profilo sentimentale e i problemi di Dawnell coincidono con l'aggravarsi di una disfunzione renale. Per una straordinaria coincidenza (la possibilità era di una su 700 mila) i tessuti del rene del marito erano compatibili con quelli della moglie, nonostante i problemi di coppia Richard non ci ha pensato su due volte a donarle il suo rene, anche nella speranza di superare i loro problemi sentimentali.

Se questo gesto ha salvato la vita della donna non si può dire che ha salvato il loro matrimonio. La donna ha infatti ripreso la sua vita di sempre e dopo un piccolo incidente sportivo ha conosciuto un fisioterapista con cui ha intrapreso una relazione durante il tempo di riabilitazione.

La donna ha poi deciso di divorziare da Richard che in tutta risposta ha chiesto la restituzione del rene o un compenso di un milione e mezzo di dollari.

Gli avvocati però non sono convinti che avrà quanto chiesto..

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 16 Novembre 2009, 23:09:34 pm
Usa, chiama la polizia per dire che guida ubriaca

Di segnalazioni alla polizia di gente ubriaca alla guida ne arrivano tante, ma questa volta la chiamata è davvero curiosa, nel Wisconsin la polizia locale riceve al 911 la chiamata di Mary una ragazza che sostiene di avere a che fare con un guidatore ubriaco, alla domanda: “Signora ma può dirci se la macchina è davanti a lei, ci può dare l’esatta posizione del veicolo così possiamo intervenire?” Mary risponde: “Certo! La macchina è la mia e la persona ubriaca sono io!” Alla ragazza ubriaca gli viene subito ordinato di fermare il veicolo sul bordo della strada e di aspettare l’arrivo dei colleghi.

Una volta arrivati i poliziotti sul posto Mary è stata sottoposta al test dell’alcol nel sangue ed effettivamente è risultata ubriaca dopo che la ragazza ha bevuto una notte intera, nonostante tutto ha mantenuto un minimo di lucidità dicendo agli agenti di averli chiamati perché non voleva far del male a nessuno.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Novembre 2009, 23:02:00 pm
Donna colpita da amnesia da sesso

Una 59enne americana ha perso la memoria dopo aver avuto rapporti con il marito. Il fatto, riporta la Cnn, risale ad agosto 2008. La donna, dopo una mattinata trascorsa in performance sotto le lenzuola, appare confusa. Poi, quando l'uomo accende la tv per guardare le Olimpiadi di Pechino, lei, sorpresa chiede: "Ma come? Ci sono le olimpiadi?". Per i medici si tratta di amnesia globale transitoria, che può verificarsi dopo un'attività faticosa.

Gli specialisti spiegano che può comparire dopo un'attività faticosa, come l'esercizio fisico intenso, un tuffo in acque troppo fredde o troppo calde o, appunto, un rapporto sessuale e, in particolare, in persone con più di 50 anni. Fortunatamente, è un disturbo passeggero, che interessa la perdita della memoria a breve termine.

Nel caso specifico, la causa scatenante l'amnesia è stata proprio il rapporto sessuale. La donna ricorda soltanto che la notte precedente era andata a dormire con un leggero mal di testa, senza prendere alcun antidolorifico per farlo passare. Nonostante sia trascorso del tempo e si sia sia ristabilita completamente, tuttora non ricorda cos'è successo quella mattina.

Oggi non ha interrotto la sua attività sessuale con il marito. Evita solo di farlo quando ha mal di testa.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Novembre 2009, 23:03:43 pm
Donna mette all'asta 27 ore continuate di sesso per beneficenza

Maria Carolina prostituta cilena è diventata una celebrità in Cile in seguito ad un’asta particolare, la donna ha offerto ventisette ore di sesso continuate il cui ricavato (soldi) sarà donato ai bambini disabili, naturalmente la proposta ha fatto molto scalpore e la notizia è andata in onda su tutti i talk show e giornali.

La ragazza cilena si dice molto toccata dai problemi che riguardano i bambini disabili e vuole dare una mano tramite il suo lavoro, Maria Carolina sembra che abbia già trovato un pretendente per questa particolare asta e ha dichiarato: “Uno dei miei clienti ha già pagato, gli sembrava una buona causa”.

Il ricavato di questa donazione sarà inviato a Telethon che a sua volta manderà la somma all’Istituto che aiuta i bambini disabili, il tutto con qualche imbarazzo perché il Cile è un paese molto cattolico in cui le prostitute non sono ben viste.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Novembre 2009, 23:05:43 pm
GB, donna in tribunale sostiene di non saper limitare le urla mentre fa sesso

Una 49enne britannica ha rivendicato in tribunale il diritto di fare sesso rumoroso. Caroline Cartwright ha infatti presentato appello per "una sentenza che infrange i diritti umani". La condanna era scattata dopo lamentele e denunce da parte del vicinato a Washington, nel Wearside, e le vietava di fare eccessivo rumore durante i rapporti con il marito. La donna, invece, sostiene di non essere fisicamente capace di limitarsi durante l'amplesso.

I vicini di casa della donna hanno descritto le urla che provenivano dalla casa dei Cartwight come "un omicidio" ed "innaturali". I rumori hanno persino suscitato lamentele da parte del postino e da parte di una signora che passava di fronte all'abitazione per accompagnare a scuola la figlia.


Dal suo canto la signora Cartwright ha replicato di non poter limitare le sue grida e di non essere in grado di trattenersi durante l'amplesso, chiamando in causa anche un sessuologo per testimoniare a suo favore. Il processo è appena cominciato. Le urla, nel frattempo, continuano.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Novembre 2009, 23:08:15 pm
Uomo crede che la figlia viene molestata dal preside, in realtà è l'amante di sua moglie

Curioso caso riportato dai maggiori quotidiani odierni, un preside di una scuola media era stato accusato da un padre di famiglia di molestare la figlia tramite sms sul cellulare. Il preside è stato scagionato dalla madre della bambina confessando che quei messaggi erano rivolti a lei perché il preside era il suo amante.

Tutto è nato da una denuncia da parte del padre nei confronti del preside per aver letto dei messaggi d’amore sul telefono della figlia, lui era ignaro di tutto dato che la figlia non sapeva che la madre utilizzava il suo cellulare, ignaro era anche il preside che stava inviando messaggi su un cellulare di una minorenne e che quindi rispondeva tranquillamente.

Dopo cento giorni da incubo in cui la moglie aveva cercato inutilmente di minimizzare sull’accaduto visto la piega che gli eventi stavano assumendo, ha scelto di confessare: «Quelle parole d’amore erano rivolte a me, - ha rivelato agli inquirenti - sul telefonino di mia figlia e il preside è il mio amante».

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Novembre 2009, 23:09:35 pm
Madre manda per errore spogliarellista a scuola per la festa del figlio

Quello che è successo a Nottingham è un sogno che molti adolescenti vorrebbero vedersi realizzare, in questa scuola un alunno 16enne ha ricevuto una sorpresa dalla mamma, si è visto recapitare in classe una sexy poliziotta che a ritmo di musica si è spogliata ed è rimasta in mutandine e reggiseno, la professoressa presente non riusciva a credere ai suoi occhi e rimasta stupita, non ha detto neanche una parola fino a quando la sexy poliziotta ha preso il ragazzo per farsi spalmare una crema solare sul sedere, a quel punto la professoressa è riuscita a prendere la parola e a fermare lo spettacolo.

Questo siparietto è stato causato da un equivoco fra la mamma del ragazzo e l’agenzia che aveva contattato: infatti, la donna aveva l’intenzione di fare uno scherzo al figlio e aveva chiesto all’agenzia di mandare un uomo vestito da gorilla o qualche altro scherzo “divertente”. L’agenzia avrà equivocato la parola “divertente” e ha organizzato questo siparietto, il ragazzo può ritenersi fortunato in quanto allo spettacolo poteva presentarsi un uomo spogliarellista e a quel punto l’imbarazzo era sicuramente maggiore….

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Novembre 2009, 23:11:27 pm
Deve presentarsi a processo per furto d'auto, per andarci ruba un'auto: arrestato

Doveva presentarsi in tribunale per rispondere dell’accusa di furto d’auto ma, per motivi non meglio precisati, ha rischiato di arrivare in ritardo e fare così una pessima figura davanti al giudice. Fortuna ha voluto che poco distante dalla sua abitazione vi fosse una “macchina in quel momento inutilizzata” così, per non far tardi, ha sfondato il vetro e l’ha “presa in prestito”, ovviamente all’insaputa del legittimo proprietario.


Ruba un'auto per andare al processo - L’autore di questa vicenda, tale Samuel Botchvaroff, un 24enne residente a Oakland, in California (Usa), in questo modo è riuscito a presentarsi con la massima puntualità davanti alla Corte e, incredibile ma vero, è persino riuscito a convincere giudice e giurati della sua estraneità ai fatti di cui era accusato. Uscito dall’aula, felice di averla fatta franca, evitando la galera, si è rimesso alla guida del mezzo “preso in prestito” e, quasi fischiettando, si è diretto verso casa. Lungo il tragitto è stato però intercettato da una pattuglia della polizia che, riconosciuto il mezzo segnalato come rubato, ha fermato e arrestato il conducente.


Viene scagionato e subito arrestato per furto d'auto - Stando a quanto riferito da un portavoce della polizia l’uomo avrebbe persino tentato di giustificarsi, spiegando agli agenti di esser stato costretto a rubare quell’auto in quanto la sua era stata sequestrata: “Ero obbligato a presentarmi a giudizio, non avevo altra scelta che trovare un mezzo sostituto”. Botchvaroff si trova attualmente in galera e attende fiducioso la sua prossima udienza.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Novembre 2009, 23:13:52 pm
Gb, ragazza malata di PSAS: 250 orgasmi al giorno

Non è una barzelletta ma realtà scientificamente provata: Ellie Allen, un'avvenente brunetta 28enne londinese, racconta al settimanale News of the World di soffrire della Sindrome di eccitamento sessuale permanente (Psas). In pratica la giovane ha qualcosa come 250 orgasmi al giorno, uno ogni 5 minuti. Una malattia che però non le pesa: "Il difficile è trovare un uomo che riesca a stare al mio passo".

D'altronde fino ad oggi non esistono cure per la Psas e quindi non resta che fare buon viso a cattivo gioco. E che sorrisi fa Ellie! Gli orgasmi sono completi e alcune volte esplosivi arricchiti anche da strilli. Ellie dice: "La gente pensa che avere orgasmi tutto il tempo sia piacevole, ma mi guardano come se fossi pazza perché trattengo sempre i miei gemiti oppure mi allontano via per i miei momenti privati".

E gli orgasmi le possono venire mentre sta in autobus o in auto. Una volta, racconta la giovane, ne ha avuto uno davanti a un poliziotto che l'aveva fermata a un semaforo.  La PSAS è una disfunzione che comporta un maggiore flusso di sangue agli organi genitali, e i medici non sanno bene come affrontarla. Non esiste una cura specifica, ma si possono usare dei gel anestetici per intorpidire le sensazioni.

"Ogni tanto mi capita di attraversare periodi in cui gli orgasmi sono concentrati e violenti e non posso fermarmi - racconta la ragazza -. Ci sono dei segnali che mi avvisano come l'ingrossamento del seno ma non sono sufficienti." Una specie di epilessia stimolata spesso dalle vibrazioni.

"Se vado a fare shopping lo strusciamento con le altre persone mi causa attacchi. Per non parlare di scale mobili e ascensori, quelli sono insopportabili. E anche il lavoro d'ufficio mi è impossibile: le suonerie dei telefoni o anche la sola fotocopiatrice mi fanno impazzire".

E nella vita privata? "Difficile trovare un uomo che segua il mio ritmo, ma almeno li faccio tutti contenti: mi fanno raggiungere l'apice nei primi minuti e ne guadagna la loro autostima".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Novembre 2009, 23:18:05 pm
Ubriaco da agli agenti una scatola di preservativi anzichè la patente.

Il nwfdaylinews riporta una notizia di un ventenne originario della Florida che è stato arrestato per aver tentato di guidare mentre era ubriaco. L’uomo è stato trovato ai bordi di una strada addormentato nella macchina, quando gli agenti l’hanno svegliato, non sapeva neppure, dove fosse, lui era convinto di trovarsi a Destin a 15 km di distanza, a quel punto gli agenti hanno chiesto all’uomo la patente di guida e lui nell’ordine ha consegnato agli agenti due paia di occhiali, una scatola di preservativi e alla fine una birra già aperta puntualizzando che non ne aveva bevuta molta. A quel punto sono scattate le manette per l’uomo perché nello stato è vietato detenere alcolici non sigillati all’interno dell’autoveicolo.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Novembre 2009, 23:19:37 pm
Scambia la moglie con una capra

Allo scambio fra i cammelli e le donne eravamo da tempo abituati, ma quello che è successo in Bulgaria non ha precedenti, una donna è stata scambiata addirittura con una capra.

Tutto questo è avvenuto nel mercato di Plovdiv nel centro della Bulgaria, dove Stoil Panayotov, un contadino, ha scambiato sua moglie Elena con cui era sposato da 9 anni con una capra di otto anni.

L'uomo ha così spiegato la sua decisione: "La capra ha finora partorito tre caprette mentre mia moglie non ha figliato… Ma lo scambio è stato un affare anche per il proprietario dell'animale. Io ho una capra di seconda mano e lui una nuova moglie".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Novembre 2009, 23:22:16 pm
Torna ubriaco, sua moglie lo rimprovera e lui si pianta un chiodo in testa!

A sua moglie non andavano giù le sue sbronze, e ogni volta che usciva a bere con gli amici doveva fare i conti con le ramanzine della sua compagna. Così, quando è tornato a casa, davanti all'ennesima sfuriata ha cercato di suicidarsi, piantandosi un chiodo nella testa. E' successo a Yuyi, nel sud della Cina, dove Lin Ma, 66 anni, sposato con Su, 60, è tornato a casa brillo da un party. Su, vedendolo alticcio, si è molto arrabbiata ed ha iniziato a sgridarlo, come fanno molte mogli con i propri mariti: Lin, però, non ne poteva più di essere sgridato, così ha preso un chiodo lungo 20 centimetri e se lo è piantato in testa. Fortunatamente, il chiodo non ha toccato nè il cervello nè altri organi vitali, così l'uomo si è salvato dopo essere stato operato all'ospedale di Shantou. "Pensavo non valesse più la pena di vivere, così ho cercato di farla finita - ha detto - mi sono svegliato con un brutto mal di testa, peggiore di tutte le volte che mi ero ubriacato".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Novembre 2009, 23:31:43 pm
Dominic Baronet lo sperminator di Facebook

Ma cosa farà mai Dominic Baronet alle donne? Operaio, ventisei anni, già condannato per traffico di stupefacenti, il buon Dominic è balzato agli onori dei tabloid britannici dopo aver messo incinte almeno nove donne conosciute in rete, tra chattate e social network, Facebook incluso. A "svergognare" il figuro sul “News of the World” (che lo ha ribattezzato "Sperminator") sono due “vittime”, in dolce attesa ma giustamente furiose dopo la grande truffa.

Kerry Martin e Stacy Jones, entrambe ventiquattrenni, erano compagne di Dominic ai tempi della scuola ed erano state ben felici di accettare l’amicizia dell’amico di infanzia che, nota a margine, usava Facebook addirittura dal carcere, eludendo tutte le regole del caso.

Scontata la pena, Dominic torna in città ed esce con entrambe dopo un corteggiamento da perfetto gentiluomo. Nessuno scrupolo morale sull’opportunità di tradire Hayley, la compagna e madre di suo figlio; la paternità per questo campione è un passatempo, avendo cinque figli, di cui due frutto di conoscenze occasionali sul web. Colpire e poi scappare, questo sembra essere il metodo “Baronet”.

Peccato che all’epoca di Facebook ogni donna abbia imparato a tutelarsi dalla presa in giro controllando sul profilo i movimenti del fedifrago. E infatti proprio attraverso un controllo incrociato Martin e Jones hanno capito di essere state messe incinte nello stesso giorno ed entrambe hanno subìto il rifiuto sdegnato di Dominic a prendersi le sue responsabilità. Dopo avergli comunicato la lieta novella, si sono sentite rispondere dall’uomo che cinque donne avevano già abortito: tutte incontrate su internet, tutte prede del suo uso sessualmente compulsivo della rete.

A conti fatti cinque donne lo hanno reso padre, cinque hanno abortito, due attendono il figlio. Si dice che la maternità addolcisca ma non è il caso di queste due donne che hanno consegnato alla nazione un video dove avvisano le compatriote.

Come giustamente afferma Kerry, “Dominic dovrebbe avere un segnalo di avviso sulla sua pagina Facebook ed essere sottoposto a una vasectomia!” O forse, basta non aggiungerlo agli amici.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Novembre 2009, 23:33:22 pm
Le vendono droga falsa: e lei avvisa la polizia

ROCHELLE (Usa) - Truffata dai suoi spacciatori, chiama la polizia per «riavere indietro i soldi» e viene arrestata. È successo in Georgia, nella città di Rochelle.
Una donna di 53 anni, Juanita Marie Jones, aveva acquistato alcune dosi di cocaina. Una volta a casa, però, si è accorta che la droga era contraffatta. A questo punto, piuttosto seccata, ha pensato bene di telefonare alla polizia. Quando gli agenti sono arrivati nella sua abitazione, li ha fatti entrare in cucina per mostrare la "prova" della truffa. A questo punto, è stata arrestata per possesso di droga.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:10:57 pm
Usa, uomo in erezione da 10 anni

Qualche anno fa Charles Lennon 68enne di Rhode Island per risolvere il suo problema d'impotenza si fece impiantare uno strumento di plastica nel pene, ma per un malfunzionamento del meccanismo l'uomo vive da 10 anni con una costante erezione. Ora l'uomo ha vinto 400 mila dollari di risarcimento verso l'assicurazione della società produttrice, nel frattempo andata in bancarotta.

Quello che per Lennon doveva essere una soluzione a tutti i suoi problemi si è trasformato in un incubo, l'uomo si affidò al "Dura-Two" un meccanismo di plastica e acciaio che avrebbe dovuto aiutarlo nelle prestazioni sessuali (il viagra entrò nel mercato solo due anni dopo).

Da allora lo strumento gli ha provocato un'erezione permanente e a causa di problemi medici l'uomo non può più operarsi per risolvere il suo problema. Lennon ora è costretto a restare recluso in casa per l'enorme imbarazzo che gli crea il suo problema e vive i rapporti interpersonali, in particolare con i nipotini con grande disagio.

Per non parlare poi dei forti dolori causati dal perenne stato di eccitazione. Ora potrà almeno consolarsi con il maxi risarcimento.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:14:23 pm
Sognava calde notti con un quarantenne, anziana denunciata per stalking

L'amore non ha età. Un uomo trevigiano si è recato in questura per chiedere agli agenti come comportarsi, un'arzilla vicina di casa 80enne lo molesta. Continue telefonate, appostamenti sotto casa, richieste di cene a lume di candela e di notti a luci rosse. Il tutto condito da «piccanti» spogliarelli sul pianerottolo. La polizia che descrive l'uomo come un bel 40enne alto e brizzolato consiglia allo stesso di seguire le procedure standard di stalking.

L'anziana, secondo il verbale sottoscritto dall'uomo alla polizia, sarebbe perfettamente capace di intendere e di volere.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:16:30 pm
Si fa amputare una gamba perchè non gli piace

Al signor David Openshaw la sua gamba destra proprio non gli piaceva. Racconta che è da quando aveva solo 4 anni (ora ne ha 28) che non sopportava l’arto. Così si è rivolto a vari specialisti ortopedici australiani per farsi amputare la gamba. Fortunatamente nessuno ha mai accettato di tagliare un arto sano e così David ha continuato la sua vita con entrambi gli arti inferiori.

David però non sopportava proprio più la sua gamba destra e così dopo aver incassato il rifiuto dei medici ha escogitato un piano: immergere la gamba nel giaccio secco. Questa volta i chirurghi, vedendolo arrivare in pronto soccorso con l’arto assiderato, hanno dovuto procedere con la sua inevitabile amputazione.

Ora David dice di essere rinato, di vivere una vita migliore e sostiene che anche il rapporto con sua moglie Joanne McWilliam ne abbia tratto benefici da questa storia. A suo avviso il dolore che gli ha provocato il ghiaccio secco è stato tanto ma ne è valsa la pena.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:19:41 pm
Troppa puzza, polizia pensa di aver trovato un morto: era un uomo che non amava lavarsi

Una pattuglia della polizia di New York chiamata ad intervenire per una disputa domestica in un condominio del Queens, si accorge di un terribile tanfo proveniente da un appartamento poco distante. Convinti dall'odore di aver trovato un cadavere in avanzato stato di decomposizione hanno allertato e chiesto il supporto ai vigili del fuoco. Arrivati sul posto i vigili del fuoco senza neanche suonare il campanello hanno sfondato la porta dell'appartamento scoprendo una verità ben diversa. Nella casa non vi era un cadavere ma un signore dall'igiene personale "discutibile". All'interno della casa il tanfo era fortissimo e gli agenti stavano per vomitare.

Secondo gli agenti l'inquilino un certo Ming Li Sung di 69 anni non si disturbava a portare fuori la spazzatura che era ormai arrivata sotto il soffitto ricoprendo anche le finestre. Ora l'uomo verrà sottoposto ad una valutazione psichiatrica presso l'Elmhurst Hospital Center per la seconda volta, dato che i vicini di casa lo segnalarono già ai servizi sociali ma dopo pochi giorni lo rimandarono a casa come se non fosse successo nulla.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:21:29 pm
Morta la capra che aveva sposato un uomo

E' morta la capra più famosa del Sudan, l'animale era da poco tempo "sposata" con un uomo di Juba. Dopo il matrimonio, Rose aveva avuto un figlio di sesso maschile - ma "non un uomo" - ha tenuto a precisare l'onorevole Rodi.

Dopo che l'uomo era stato scoperto a fare sesso con la capra, le autorità locali gli imposero di sposarsi con l'animale (in Sudan se un uomo viene trovato a letto con una donna gli viene imposto il matrimonio).

L'uomo aveva dichiarato di essere ubriaco quella sera e da allora non ha mai più rilasciato commenti sulla vicenda.



Questa storia fu riportata dalla BBC è dopo la pubblicazione, vari siti e forum hanno ripreso la storia in tutto il Mondo. Di recente ha ottenuto più di 100.000 pagine viste per cinque giorni consecutivi. Nel corso del tempo questa notizia ha ricevuto diversi milioni di visite, diventando uno degli articoli più letti di tutta la storia della BCC News. Una ricerca su Google scopre più di un milione di pagine web diverse, basate sulla stessa storia.

Il signor Rodi, un britannico che ha contribuito a fondare il Post Juba, nel 2004, è rimasto scioccato, quando ha saputo il numero di persone che aveva letto la vicenda, che originariamente aveva pubblicato sul suo giornale con un breve articolo senza neppure la briga di pubblicarla sul suo sito web.


Si crede che la capra, battezzata Rose dopo il “matrimonio”, sia morta soffocata da un sacchetto di plastica ingoiato mentre brucava l’erba lungo le strade di Juba.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:26:56 pm
Usa, caserma a forma di svastica 600mila dollari per modificarla

In California la Marina militare statunitense spenderà 600 mila dollari per modificare la struttura di una caserma che, vista dall'alto, ha la forma di una svastica. Lo hanno reso noto fonti della stessa US Navy. «Non vogliamo essere associati ad un simbolo odioso come la svastica» inoltre la Marina ha spiegato che la forma dell'edificio non venne notata fino a quando non costruirono le fondamenta dell'edificio nel 1967 ma dato che questa non era visibile dal terreno si decise di lasciarla così. Ora con l'avvento di internet e con il programma Google Earth la cosa è diventata nota e oggetto di critiche da parte degli utenti della rete, ragion per cui la Marina ha deciso di intervenire.

(http://www.lastampa.it/redazione/cmssezioni/esteri/200709images/svastica01g.jpg)

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:28:53 pm
Denunciato per guida in stato di ebbrezza… con un tagliaerba

Gli agenti di Dargaville in Nuova Zelanda hanno fermato e denunciato un uomo in stato di ebbrezza dopo che lo hanno trovato con un tasso alcolico doppio di quello consentito, il fatto curioso è che l'uomo stava guidando il suo tagliaerba intorno casa sua. La polizia è stata inflessibile e ha applicato la legge alla lettera confiscando il mezzo all'uomo per un mese.

L'uomo ora rischia la prigione dato che la patente gli era stata già ritirata per una precedente infrazione.

Tuttavia questo non è il primo caso del genere che si verifica, un uomo è stato arrestato in West Virginia per la stessa e identica infrazione.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:31:58 pm
Separato, vince un milione La moglie: «Ora dividiamo»

Non vivono più insieme da oltre un anno, lei 60 anni casalinga ritorna a vivere nel suo appartamento a Roma in compagnia della madre, lui che di anni ne ha 70 resta a Firenze godendosi la pensione da impiegato e una nuova compagna. Ma qualche settimana fa, la signora scopre che il marito ha vinto oltre un milione al Superenalotto e ora chiede 500 mila euro o un vitalizio di 8 mila euro al mese. Ora sarà il giudice chiamato a ratificare la separazione e a stabilire il prossimo 30 novembre se la donna avrà diritto a parte della vincita.

La storia - L'uomo comincia a negarsi al telefono e non si presenta agli appuntamenti però ha il tempo di chiedere al giudice di fissare urgentemente l'udienza di separazione. A questo punto la donna s'insospettisce e decide di affidarsi ad un'agenzia investigativa. Viene così a scoprire che l'uomo ha cambiato vita, ha abbandonato la sua vecchia Fiat per acquistare una Mercedes, ha abbandonato le pantofole da casa e ha cominciato a frequentare diversi ristoranti con al fianco una giovane compagna, ha cambiato il suo appartamento per uno più grande e panoramico e ha cominciato a fare molti viaggi nelle città europee senza disdegnare le spiagge italiane.
La donna ha la conferma definitiva solamente quando si reca a Foligno per una vacanza, alcuni amici le confidano che l'uomo, il 20 agosto scorso, ha centrato al superenalotto la combinazione vincente diventando milionario. A quel punto la donna ancora legalmente sposata con l'uomo si affida agli avvocati per godere parte della vincita.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:36:53 pm
La polizia cattura un assassino grazie al peggior identikit della storia

La polizia Boliviana è stata protagonista del peggior identikit della storia. Il ritratto rilasciato a mezzo stampa è stato infatti deriso in poco tempo da tutta la rete

La storia è seria ma ha un risvolto decisamente comico, un tassista boliviano è stato assassinato in circostanze misteriose, probabilmente per motivi legati alla droga o a una storia passionale sostengono gli inquirenti. Il corpo è stato ritrovato carbonizzato e con undici coltellate rifilate. Gli agenti a questo punto rilasciano ai maggiori notiziari un identikit che in breve tempo è deriso da tutti i blog della rete sentenziando che ricorda il Mago di Oz più che un pericoloso criminale. L'identikit è stato fatto da una vicina di casa del tassista, testimone dell'accaduto.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Kp7kSbNMH24&feature=player_embedded[/youtube]

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:39:44 pm
GB: Gelosa del suo uomo gli strappa i testicoli

Helen Hodge, 34 anni, è stata accusata di aver strappato a mani nude i testicoli di Billy Duncan accecata dalla gelosia.

Billy, 49 anni, è stato trasportato in ospedale dove i medici hanno effettuato un intervento chirurgico di emergenza perfettamente riuscito e che permetterà a Billy di avere una vita sessuale normale.

Ieri sera una fonte del Sun ha detto che il presunto attacco è avvenuto a Dundee nelle prime ore di lunedì, quando Billy è rientrato a casa dopo aver festeggiato fino a tarda notte la vittoria della sua squadra vittoriosa nella finale di Coppa.
Helen invece sosteneva che il suo compagno portava avanti un'altra storia sentimentale e ha cominciato a colpirlo intorno alla testa e al viso, in quel momento Billy ha chiesto alla donna di andarsene ma lei presa da un raptus di gelosia gli ha strappato i testicoli ed è andata via lasciando l'appartamento pieno di sangue. L'uomo ha cercato di tamponare la ferita con un asciugamano e ha chiamato suo fratello per farsi aiutare. Il fratello ha visto subito la gravità della situazione e ha chiamato immediatamente un'ambulanza e la polizia.

Probabilmente Billy non porterà il caso in tribunale, per non traumatizzare ulteriormente il figlio di 3 anni che ha avuto con la Hodge. La donna interrogata dalla polizia ha dichiarato di essere estranea al fatto e che probabilmente la vicenda è da imputare all'amante dell'uomo.

Il portavoce della polizia ha però dichiarato che "la storia non finisce qui e le indagini continuano".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:43:16 pm
Giappone: Uomo sposa un personaggio femminile del videogame

Un uomo giapponese ha appena sposato la sua fidanzata, Nene Anegasaki. Nene è un personaggio dei videogiochi della Nintendo DS il gioco è Love Plus. La cerimonia è stata trasmessa in diretta su un famoso sito giapponese, le nozze sono state celebrate pubblicamente al Tokyo Institute Of Technology, dove vi era presente oltre allo sposo anche un prete in carne e ossa e delle persone del pubblico.

Nella presentazione c'è stata anche una galleria di foto che evidenziano la sposa e lo sposo in "momenti speciali insieme". Lo sposo, che si fa chiamare "SAL 9000", ha riferito anche di aver avuto una serie di amiche anime prima di Nene.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=hsikPswAYUM&feature=player_embedded[/youtube]

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:47:29 pm
Allarme fuga di gas, era flatulenza di maiale

In una proprietà ad Axedale, presso Bendigo in Australia per colpa di una flatulenza di un maiale è scattato l'allarme per una sospetta fuga di gas. Sul posto sono immediatamente intervenuti quindici vigili del fuoco con due autobotti dopo che hanno ricevuto una chiamata che denunciava un forte odore di gas.

All'arrivo i vigili del fuoco hanno scoperto che la causa era un maiale di 120 chili affetta da flatulenza. I padroni erano a dir poco imbarazzati. Il comandante dei vigili del fuoco Peter Harkins ha dichiarato divertito alla radio Abc: 'Era piuttosto ovvio di cosa si trattasse. Credo che i miei uomini abbiano agito in maniera professionale, ma ci siamo fatti due risate quando siamo tornati alla stazione''.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:51:03 pm
Si taglia il pene e cane lo mangia

In piena notte un uomo esasperato dal rumore che faceva un gallo è sceso in cortile con l'intenzione di tagliare il collo al pollo che gli ha impedito fino a quel momento di chiudere occhio, la vicenda però assume contorni incredibili, infatti l'uomo, Constantin Mocanu di 67 anni si è tagliato il pene per sbaglio, ma la tragedia non finisce qui, infatti dopo che il membro è caduto a terra è stato mangiato prontamente dal suo cane Constantin.

La terribile storia è stata raccontata dal protagonista che è giunto in ospedale in evidente stato di choc e ha dichiarato: "L'ho tagliato io confondendolo col collo del pollo". La vicenda è avvenuta in un villaggio vicino a Galati in Romania.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:52:47 pm
Carcere: fanno un figlio attraverso un buco nel muro di 9 centimetri

Nell'aprile del 2003 una coppia di detenuti Seylan e Kadriye hanno avuto un figlio tra le mure della prigione, il fatto curioso è riportato dal giornale Vatan al Hurriyet. I due amanti hanno fatto un buco di nove centimetri nel muro che divide le loro celle e da li "consumavano" i loro rapporti sessuali. La storia si è conclusa con una nuova condanna, i due amanti hanno accumulato altri 4 mesi di condanna e sono stati costretti a pagare una multa di 42 euro per "danneggiamento di bene pubblico" vale a dire il piccolo buco scavato tra le mure della prigione.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 22:57:38 pm
Bimbo di 5 anni organizza furto all'asilo

Quando le maestre dell’asilo di Jirlau, in Romania nella zona di Braila hanno trovato una finestra rotta e l'asilo in soqquadro hanno subito pensato ad un furto e hanno allertato immediatamente la polizia locale. Gli agenti prontamente intervenuti hanno esaminato la scena del crimine notando subito che il denaro presente nell'asilo non era stato minimamente toccato, all'appello mancavano solo 2 bustoni pieni di giocattoli.
Gli agenti a quel punto hanno cominciato ad interrogare i vicini di casa sperando di rilevare qualche informazione utile, finché non hanno parlato con due bambini di 5 e 13 anni il quale hanno confessato il furto. Secondo il racconto, il bambino di 5 anni sentiva la mancanza dei giocattoli dell'asilo e non riusciva ad aspettare la riapertura dello stesso a settembre e ha così convinto l'amichetto più grande ad aiutarlo nel furto.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 23:01:50 pm
Ballerina di lap dance ubriaca provoca incidente, all’arrivo della polizia si spoglia e dà in escandescenza

E’ il suo lavoro, e quindi non ci sarebbe niente di strano. Il fatto, però, è che lo spogliarello con tanto di mosse di lap dance non le ha improvvisate in un locale notturno, bensì in mezzo alla strada e davanti agli agenti della Stradale di Prato che le avevano appena riscontrato nel sangue un tasso di alcol superiore di ben quattro volte al massimo consentito dalla legge. Poi, non contenta del suo spettacolo fuori programma, la giovane - una rumena di 23 anni, di professione ballerina di lap dance - ha iniziato a prendere a calci l’auto della polizia e a insultare gli agenti che sono stati costretti a sottoporla a fermo di pg. E’ accaduto stamani verso le otto all’imbocco della Fi-Pi-Li a Firenze. La giovane ha provocato un incidente mentre si trovava alla guida della propria auto. Sul posto è stata fatta intervenire la pattuglia della Stradale di Prato, disponibile in quel momento. Gli agenti hanno subito capito che la rumena era ubriaca e l’hanno quindi sottoposta all’etilometro. Quando le hanno comunicato che le avrebbero sequestrato l’auto, la giovane ha dato in escandescenze: si è spogliata, ha iniziato a ballare, poi si è accanita contro l’auto. Dopo la convalida del fermo la donna è stata processata: ha patteggiato una pena di quattro mesi di reclusione.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 23:03:49 pm
Bimbo da record, espulso da scuola a 4 anni

A soli quattro anni è diventato il 'teppista' più giovane ad essere espulso da una scuola. McKenzie Dunkley, bimbo accusato di aver aggredito più volte gli insegnanti, era già stato sospeso per quattro volte in due mesi, ma stavolta è stato definitivamente cacciato. Gli insegnanti dela Sacred Heart Primary di Preston, in Gran Bretagna, hanno detto che McKenzie è una vera e propria peste: non si concentra, non obbedisce, non fa altro che disturbare. Una volta ha picchiato una insegnante che cercava di allontanarlo dall'interruttore della luce, che il bambino continuava ad accendere e spegnere. Sua madre Shelley, 27enne, però non ci sta. "Mio figlio è un bambino buono, è colpa della scuola se si comporta così. Lo stanno trattando come se fosse un teppista, dicono che è immaturo. Ma come fa a essere maturo un bambino che non ha nemmeno cinque anni?", ha detto al Sun. In ogni caso, McKenzie sarà presto trasferito in una nuova scuola.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 23:06:24 pm
Fu adottato trova il papà: è Manson, il serial killer

Come tanti altri bambini adottati, divenuto adulto Matthew Roberts si è messo alla ricerca del suo vero padre animato da un misto di nervosismo ed eccitazione ma comunque sicuro che la scoperta lo avrebbe aiutato a «conoscere meglio se stesso». Invece, conoscere l'identità del suo padre biologico lo ha gettato nella depressione: Matthew ha infatti scoperto di essere figlio di Charles Manson, sanguinario serial killer a capo della setta «The Family» che nell'estate del 1969 uccise nove persone a Los Angeles, tra cui la moglie del regista Roman Polanski. La storia è raccontata dall'edizione online del tabloid britannico «The Sun». «Non ci volevo credere. Ero spaventato e arrabbiato allo stesso tempo. È stato come scoprire che tuo padre è Adolf Hitler», ha detto Roberts che oggi ha 41 anni e lavora come Dj. Cresciuto a Rockford in Illinois, a 10 anni ha scoperto da sua sorella di essere stato adottato ma si è messo alla ricerca dei suoi veri genitori solo 12 anni fa nonostante il padre adottivo avesse provato a scoraggiarlo. Dalla madre, trovata subito attraverso un'agenzia di servizi sociali, Matthew si è fatto raccontare tutta la storia: lei e Manson si conobbero nel 1967 a San Francisco durante la famosa «Summer of Love» e, durante un'orgia dove furono consumate massicce dosi di droga, Terry fu violentata dal serial killer. Nonostante il trauma per aver scoperto di essere il figlio di uno dei più crudeli assassini degli ultimi quarant'anni, sette anni fa Matthew, che si definisce un pacifista («il mio eroe è Ghandi»), ha cominciato a scrivergli. Manson ha confermato di essere suo padre e ha sempre risposte alle sue lettere scrivendo «cose folli» e firmando con una svastica.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 23:09:45 pm
Donna scopre che il marito ha 53 amanti

Dopo dieci anni di relazione, e quattro di matrimonio, aveva divorziato da suo marito, con cui pensava che avrebbe passato tutta la vita. Un divorzio doloroso, tanto da farle perdere la fiducia nell'amore. Un anno dopo il divorzio però, Sally Cornock, 42 anni, di Deal (Gran Bretagna), era pronta per avere un'altra storia, così su consiglio di un amico decise di cercare un uomo tramite un sito web specializzato in appuntamenti. Il primo a contattarla fu Tony, suo coetaneo, reduce anche lui da un divorzio e con due figli a carico della prima moglie. Tre mesi dopo l'inizio della loro relazione, Sally iniziò a sospettare che Tony vedesse altre donne: il suo telefonino era sempre tra le sue mani, sempre senza suoneria, scriveva sms anche quando erano a letto insieme. Quando lei gli chiedeva a chi scrivesse, lui diceva che erano questioni di lavoro o che erano i suoi figli. Quando però Tony andò a lavoro e dimenticò il telefonino a casa di Sally, la donna non esitò a controllare i messaggi del compagno bugiardo, e con grande sorpresa trovò gli sms di diverse donne che lo ringraziavano per le 'notti bollenti' e gli davano appuntamento alla 'prossima volta': in tutto, le sue amanti erano ben 53. "Hai fatto un grave errore a lasciare il tuo telefonino a casa mia", disse Sally a Tony al telefono, dopo aver scoperto tutto. Sally infatti non solo chiamò tutte le 53 donne, una per una, per svelare loro la verità, ma cancellò anche tutti i loro numeri e buttò via dalla finestra il telefonino di Tony. Dopo di lui, però, Sally non voleva perdere le speranze, e continuò a cercare un uomo onesto e romantico che la rendesse felice. Ma senza successo: dopo Tony, incontrò infatti altri strani individui. Uno, molto appiccicoso, le portava fiori ogni giorno e non smetteva mai di chiamarla. Un altro, Gary, si divideva tra tre famiglie. Un terzo, che dalla foto sembrava un bell'uomo, in realtà era un arzillo vecchietto. Un altro ancora era così noioso che, "mentre chattavamo, io guardavo EastEnders (nota serie tv della Bbc) in televisione". "La maggior parte degli uomini che ho conosciuto dicevano di essere single ma in realtà erano tutti sposati - racconta Sally al Sun - dopo aver visto che il profilo di Tony era ancora online, non ci vidi più". Così Sally creò un sito internet, LoveRatsInc.co.uk, attivo dal gennaio scorso, che è diventato subito tra i più cliccati del web con più di 5mila contatti al mese. Grazie a questo sito, si può accertare se la persona con cui si sta uscendo è davvero single o no, grazie alle esperienze raccontate dalle altre donne, in modo che nessuna sia costretta a soffrire come Sally con Tony: una specie di vendetta trasversale, tramite web, per tutti i bugiardi incontrati nella sua vita. Nel frattempo, Sally continua a cercare, senza successo, l'uomo per lei. "Spero di trovare, un giorno, l'uomo della mia vita. Io ci credo ancora", dice.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 23:14:29 pm
Voleva rapinare un salone di bellezza, ma viene violentato...

Un incauto ladro, che voleva svuotare la cassa di un salone di bellezza, ha passato tre giorni di paura dopo che una giovane parrucchiera di Kaluga, Russia centrale, l'ha prima sequestrato e poi sottoposto ad alcune sevizie di tipo sessuale. Costringendolo ad assumere alcune pillole di Viagra, l'ha trasformato da ladro in sex toy. Un weekend davvero indimenticabile. Il malvivente era entrato nel salone di bellezza armato di pistola, minacciando il personale e le clienti, affinché dessero tutto il loro denaro, gioielli e il contenuto della cassa. Una parrucchiera però, giovane e agguerrita, nonché esperta in arti marziali, l'ha messo ko e l'ha legato, dicendo di chiamare la polizia. Cosa che, però, non ha fatto. Tutt'altro. Ha portato il suo "bambolotto" in una stanza e, all'insaputa di tutti, l'ha sottoposto a una maratona di sesso sfrenato e piuttosto violento, al punto che l'uomo ha avuto il frenulo del pene reciso.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 23:18:25 pm
Pagava degli studenti affinché lo insultassero e sputassero in faccia, arrestato

C’è chi ha la passione per il giardinaggio, chi ama trascorrere le giornate all’aria aperta, magari praticando una qualsiasi attività fisica, e chi in vece non resiste alla tentazione di esser insultato, schiaffeggiato e, se possibile, anche sputato in faccia. Una passione certamente poco diffusa, comunque meno delle altre precedentemente descritte, che è costata ad un uomo californiano un breve soggiorno nelle carceri della città di Thousand Oaks (Canada).


L’insolito personaggio, tale Charles Hersel, un 39enne senza precedenti penali, è stato arrestato in quanto responsabile di avere pagato dei teenager affinché lo maltrattassero. Stando a quanto riferito dalla rete televisiva Abc, Hersel avrebbe dato ad uno studente liceale 31 dollari (poco più di venti euro) perché, oltre agli sputi, lo apostrofasse con degli insulti e simultaneamente gli desse anche degli schiaffi.


Passioni legali, ma è stato comunque arrestato - Gli inquirenti sospettano pagasse anche perché gli si urinasse addosso. Nonostante nessuna di queste passioni risulti ad oggi illegale Hersel è stato incriminato sotto uno statuto che vieta di “importunare” i minori.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 28 Novembre 2009, 23:20:49 pm
Allevatore geloso marchia la giovane moglie

Lei giovane, spiritosa e bella, lui più maturo e molto, molto possessivo. Con questi presupposti, che all'interno di una coppia di Butte, nel Montana, si scatenasse un dramma della gelosia era quasi scontato. Meno scontato è il modo in cui sono andate le cose. B.W., 54 anni, allevatore, non sopportava gli sguardi e le attenzioni altrui attorno a C.S., la sua 22enne consorte. Più volte l'aveva avvertita che non gradiva che lei parlasse troppo con vicini e conoscenti, lei si limitava a rispondere sorridendo: "Ma di che ti preoccupi? Sono solo due chiacchiere". Così, obnubilato dalla gelosia, l'uomo ha deciso di usare con la moglie lo stesso metodo utilizzato con i suoi capi di bestiame. Nel cuore della notte ha afferrato un ferro con le sue iniziali, lo ha scaldato, quindi è tornato in camera da letto dove la 22enne malcapitata dormiva vestita solo di leggerissima lingerie. B.W. ha provveduto a marchiarle il sedere, ottenendo anche di far svegliare tutto il vicinato quando lei ha iniziato a strepitare per il dolore. Ora i due si rivedranno in tribunale: la polizia interroga lui, le associazioni per la tutela dei diritti femminili hanno fatto di lei un'icona. Alla faccia delle troppe attenzioni.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 08 Dicembre 2009, 09:30:24 am
Era in malattia, ma si prostituiva

Un'impiegata data per malata è stata trovata che si prostituiva nella casa di un conoscente. E' accaduto a Treviso dove il fatto sta facendo discutere. Secondo il presidente della Provincia di Treviso Leonardo Muraro, la donna va licenziata. "Non è una dipendente della Provincia di Treviso, né del Comune - sottolinea Muraro - ma una cosa del genere è molto grave per l'immagine di qualunque ente pubblico"

A sollevare la questione, ora all'attenzione della procura di Treviso, sono stati gli inquilini di uno stabile, insospettiti e disturbati da una frequente via vai di uomini nell'appartamento. Uno degli annunci, spiega il Corriere del Veneto, la descrive come quarantenne, disposta a ricevere amici nel pomeriggio nella zona di Treviso Nord. Gli investigatori hanno accertato che i periodi lamentati dagli abitanti dello stabile coincidevano con le malattie - in particolare influenze e ricadute - dichiarate all'ente pubblico per astenersi dal lavoro.

Per Muraro, "la vicenda ha soprattutto un risvolto morale: una dipendente pubblica ha garanzie economiche, non lo fa perche' ha bisogno di soldi, ma per arricchirsi, è una questione di credibilita' della persona. Non ho dubbi: è da licenziare immediatamente".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 08 Dicembre 2009, 09:32:01 am
Donna accusata per aver dato fuoco al pene del marito

Rajini Narayan di 44 anni è accusata di omicidio e incendio doloso per aver appiccato il fuoco ai genitali del marito Satish nel dicembre dello scorso anno.

L'uomo ha subito ustioni gravi ed è morto alcune settimane più tardi.

L'incendio ha distrutto anche la casa della famiglia creando un danno di circa un milione di dollari australiani.

Nell'udienza la donna aveva detto “Sono una moglie gelosa e il suo pene dovrebbe appartenere a me. Volevo soltanto bruciarlo di modo che fosse mio e di nessun altro… Non volevo succedesse tutto questo”

In tribunale la difesa legale ha chiesto un rinvio della data che è fissata per il 22 gennaio prossimo.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 08 Dicembre 2009, 09:44:49 am
Suzie spende tutto ma non muore

E' una storia che ha commosso ma anche fatto (benevolmente) sorridere gran parte dell'Inghilterra. E' la storia di Suzie Gorogan e della sua famiglia. Un nucleo affiatato che neppure la diagnosi di un cancro al seno è riuscito a scalfire. Così, pensando che Suzie stesse per morire i Gorogan hanno vissuto come se ogni giorno fosse l'ultimo e si sono adeguati. Per rendere meraviglioso l'addio di Suzie hanno pensato di farle vivere fino in fondo quello che le restava. Feste, viaggi, regali...Il tutto con una spesa che ha sfiorato le 50mila sterline, una cifra esorbitante per una famiglia che non disponeva di ricchezze esorbitanti. Il finale è tragicomico: Suzie è viva e sta bene, la famiglia è allo stremo finanziario e sommersa di debiti

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 08 Dicembre 2009, 09:47:55 am
Anziana di 92 anni intesta patrimonio di circa 10 milioni di euro al suo gatto

Una villa all'Olgiata, due appartamenti a Roma e Milano, conti correnti bancari e alcuni terreni in Calabria. Non è l'elenco dei beni sequestrati a una cosca mafiosa ma parte del lascito che Maria Assunta, classe 1917, senza figli, originaria di Potenza ma da decenni abitante a Roma, ha deciso di affidare a 'Tommasino', che non è suo figlio ma il suo amato gatto, trovato abbandonato appena nato vicino a un cassonetto dell'immondizia. Il testamento olografo della 92enne, del quale sono nominati esecutori testamentari gli avvocati Anna Orecchioni e Giacinto Canzona, parla chiaro: viene istituito un legato a favore della persona, fisica o giuridica, o dell'associazione animalista che sarà individuata dagli esecutori testamentari, che diventerà erede dell'ingente patrimonio con il perentorio onere di occuparsi del gatto Tommaso. Alla morte di questo, l'erede dovrà occuparsi degli altri animali abbandonati utilizzando un patrimonio stimabile intorno ai 10 milioni di euro. Intanto, Maria Assunta non ha nessuna intenzione di passare a miglior vita. Gode, fanno sapere i legali, di ottima salute.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 08 Dicembre 2009, 09:49:53 am
Picchia marito, lo chiude in cantina e riceve amanti

Picchiava il marito, lo chiudeva in cantina lasciandolo anche senza mangiare e riceveva gli amanti. Maltrattamenti in famiglia, ma a parti rovesciate a Bussolengo, nel veronese, dove una donna ha fatto passare cinque anni di inferno al marito. Dopo l'ennesima angheria, l'uomo si è deciso a denunciare la moglie, che adesso è indagata e in attesa di una perizia psichiatrica. Lei è una donna di 44 anni che secondo l'accusa dominava completamente il marito, al quale era precluso anche l'accesso al conto corrente.
Il rapporto di coppia avrebbe cominciato a deteriorarsi cinque anni fa con le prime liti, passate rapidamente dalle parole ai fatti: secondo l'accusa, infatti, la donna avrebbe cominciato a picchiare il marito con calci e pugni e se osava ribellarsi lo richiudeva in cantina negandogli anche pranzo e cena. Fino all'ultima aggressione con un manico di coltello, da cui il marito è uscito con ematomi ed escoriazioni. Gli inquirenti avrebbero poi scoperto che la donna era arrivata a imporre al marito la presenza di altri uomini, suoi amanti. Ora è indagata per maltrattamenti, ma il Gip Laura Donati ha disposto la perizia psichiatrica - riporta l'Arena di Verona - per accertare se la donna è capace di intendere e volere.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 08 Dicembre 2009, 09:52:13 am
E' troppo focoso: si rompe il pene

Si è impegnato troppo, ci ha messo troppa foga, e il risultato è stato che un impiegato 40enne di Treviglio, nella Bergamasca, non è riuscito ad arrivare alla fine. Anzi: è finito direttamente in ospedale. Proprio sul più bello, durante un incontro particolarmente focoso con un'amica, ha sentito un dolore fortissimo: la sua partner ha dovuto chiamare il 118, e quando l'uomo è arrivato in ospedale la diagnosi è stata impietosa: "frattura del pene".

Il "fattaccio" è accaduto domenica scorsa: l'uomo era andato al cinema con la ragazza, dopodiché insieme hanno raggiunto il suo appartamento. Il clima era ideale e la coppia ha presto raggiunto la camera da letto decisa a consumare una focosa nottata. Dopo due ore intense di effusioni i due stavano per arrivare al culmine del loro amore quando è successo l’imprevedibile.

"Non avevamo fatto niente di strano - spiega il 40enne al Giornale di Treviglio, che riporta la notizia -. Era un rapporto normalissimo che stavamo terminando, quando all’improvviso ho sentito un 'crack' e un dolore fortissimo". E il suo organo genitale si è gonfiato a dismisura, diventando nero in pochi secondi. "Poi è cominciata l’emorragia - continua l'uomo -. Io non capivo niente, pensavo di morire, mentre lei era sotto shock". A salvare la situazione è stata proprio la donna, che ha chiamato immediatamente il 118 e, in attesa dell'ambulanza, ha applicato impacchi di ghiaccio alla "ferita".

L'uomo è stato trasportato d’urgenza al Pronto soccorso, dove gli è stata diagnostica la cosiddetta sindrome della "frattura del pene": "Mi hanno detto - spiega - che si era spaccato uno dei corpi cavernosi e si era rotta anche l’uretra". Medicato, il 40enne è stato trasferito nel reparto di Urologia, dove i medici l'hanno operato per restituire la forma all'organo, rimasto piegato a causa dell'emorragia. La delicata operazione è stata un successo, e il 40enne ha potuto lasciare l’ospedale: "La lettera di dimissioni consiglia di non praticare il sesso per 35 giorni - conclude - ma non credo che riuscirò a rispettare la prescrizione medica...".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 08 Dicembre 2009, 09:54:15 am
Vietnamita dissotterra e dorme per 5 anni vicino il cadavere di sua moglie

Un uomo vietnamita Le Van di 55 anni di Quang Nam ha dissepolto il cadavere di sua moglie morta nel 2003 per riportare i resti nel suo letto. L'uomo spiega che voleva abbracciarla nel suo letto.

Le Van doveva essere parecchio affezionato alla moglie, pare infatti che per i primi 20 mesi l'uomo abbia dormito sulla tomba di sua moglie, il freddo e la pioggia lo hanno portato a scavare un tunnel per dormire più vicino a lei, fino a quando nel 2004 non è stato scoperto dai figli che gli hanno impedito di andare alla tomba.

L'uomo ha così deciso di portare i resti di sua moglie nel suo letto e di abbellirla con dell'argilla per dare una forma più femminile all'insieme e poi vestendoli con una camicia da notte. Sono già cinque anni che ci dorme insieme.

I vicini di casa ormai da tempo hanno preso le distanze, ma a Van non sembra importare: “Faccio le cose in modo diverso. Non sono come le persone normali”, avrebbe detto.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 08 Dicembre 2009, 09:57:09 am
India, l'uomo con due peni "Operatemi, voglio sposarmi"

NEW DELHI - Un uomo d'affari indiano nato con due peni vuole rimuoverne chirurgicamente uno per potersi finalmente sposare ed avere una vita sessuale normale. E' quanto scrive il quotidiano Times of India che, per ovvie ragioni di privacy, non rivela il nome del protagonista di questa vicenda.

L'uomo, 24 anni, vive nello stato dell'Uttar Pradesh, nel nord del Paese, ed è stato ricoverato in un ospedale di New Delhi questa settimana. Il suo caso, più unico che raro, è chiamato duplicazione del pene o difallia. "Un uomo con due peni funzionanti è un caso senza precedenti anche nella letteratura medica. Nelle forme più comuni di difallia uno dei due organi non è del tutto formato", ha dichiarato un chirurgo citato dal Times of India.

L'intervento per asportare uno dei due peni non sarà facile in quanto entrambi gli organi sono ben sviluppati e, affinché quello rimanente funzioni normalmente, bisogna assicurargli un afflusso sanguigno sufficiente.
Esistono solo circa 100 casi documentati di difallia in tutto il mondo, la cui incidenza statistica è quantificata nell'ordine di un caso ogni 5,5 milioni di maschi nati. La malformazione è causata da una mancata fusione di tessuti nel mesoderma, uno dei tre strati primari dell'embrione umano, dal quale originano molte parti del corpo umano.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 08 Dicembre 2009, 10:00:56 am
Aggredita fuori da bus: "Mi hanno rubato i denti"

Elena Aronson è una ragazza di 32 anni, che dopo aver vissuto a Chicago e New York ora vive a Berkeley, vicino San Francisco, negli Stati Uniti. Da più di sette mesi, Elena sta vivendo un incubo: ha raccontato di essere stata aggredita da un uomo dopo essere scesa dall'autobus, ma nessuno le ha creduto e nessuno continua a crederle, così ha deciso di dire tutto al San Francisco Chronicle, nella speranza di trovare qualche testimone dell'aggressione di cui è stata vittima. La particolarità per cui gli inquirenti e soprattutto gli investigatori della sua assicurazione sanitaria (ha speso 15mila dollari per le cure dopo l'aggressione) non le credono è semplice: Elena sarebbe stata infatti 'derubata' dei suoi denti. Stando al suo racconto di quanto accaduto, di cui solo qualche mese dopo ha iniziato ad avere qualche ricordo nitido, Elena si trovata su un autobus, quando un uomo le si avvicinò fissandole i denti, e sussurrando 'li voglio'. "Continuava a ripetermi quanto fossero belli i miei denti, come la luna e le stelle", ha raccontato la 32enne, che ricorda solo di essere scesa dal mezzo pubblico: il ricordo successivo è quello di quando era già inginocchiata per terra, con parecchie persone intorno e la bocca sanguinante senza i due incisivi superiori. "Quando ho raccontato ciò che credo sia accaduto, in molti mi hanno riso in faccia", ha detto Elena, disperata, che ha anche cercato di fornire, seppur con difficoltà, un identikit del suo aggressore. "Io le credo, certo che le credo - ha detto l'ispettore Ray Luk, che guida le indagini - ma non sono molto ottimista sulle possibilità di prendere l'aggressore, e lo sono ancora meno sulle possibilità di farlo condannare. Anche se trovassimo i filmati delle videocamere a circuito chiuso che dimostrano che una certa persona ha seguito Elena, non possiamo dare per scontato che ci sia stata un'aggressione. Non possiamo andare davanti ad un giudice basandoci su ciò che Elena pensa che sia successo".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 08 Dicembre 2009, 10:04:59 am
Nel sonno è una malata di sesso: "Ho paura ad innamorarmi"

Il suo è un disturbo molto raro, di cui soffrono poche migliaia di persone nel mondo: quando si addormenta, diventa una malata di sesso. Belle Floor, 32 anni di Almelo, in Olanda, soffre di sexsomnia, un disturbo che ha effetti simili al sonnambulismo, ma è più grave, perché il soggetto che ne è affetto ha dei rapporti sessuali durante la notte, da sonnambulo, rapporti che però non ricorda il giorno dopo. Belle è disperata perché non riesce a trovare l'uomo giusto per lei: i suoi ex ragazzi infatti la mollavano perché non riuscivano ad accettare il fatto che lei, la mattina dopo, non ricordasse di aver fatto sesso con loro. Il suo ex Justin, ad esempio, un operaio di 37 anni, la lasciò perché si sentiva umiliato dal suo comportamento: oltre a svegliare il suo compagno nel cuore della notte, infatti, Belle era solita masturbarsi nel sonno. "Gli dissi che era una malattia, e che non potevo farci niente, ma lui non mi ha mai creduto", ricorda Belle. "Da allora ho avuto qualche piccola storia, ma raramente ho permesso ad altri di dormire con me, proprio perché sapevo che il mio disturbo poteva creare problemi. Ho avuto seri problemi a trovare un compagno stabile, ed ho timore ad innamorarmi perché questo può sempre rovinare tutto". Belle ha scoperto di soffrire di sexsomnia nel 1999, quando proprio Justin gli chiese perché si masturbasse durante la notte. "Negai, perché non ricordavo di averlo mai fatto. Abbiamo litigato molte volte a causa di questa storia", dice. Dopo diverse visite da medici e psicologi, Belle scoprì di soffrire di questo disturbo, e da allora ha tentato, senza successo, ogni tipo di cura, compresa l'ipnoterapia. Ora però, grazie ad un sito web, è riuscita a trovare altre persone che soffrono di sexsomnia, e per lei confrontarsi con loro è stato utile. "Sapere di non essere sola è stato un sollievo - ha detto - non ci sono dati ufficiali su quante persone soffrono di sexsomnia, perché chi ne soffre lo sa solo se glielo dice il suo partner. Ora sono molto più sicura di me stessa, ho tanti amici e mi godo la mia vita".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 08 Dicembre 2009, 10:07:13 am
Individuate delle lucciole con permesso di soggiorno firmato da Dio

Avevano un permesso di soggiorno rimato nientemeno che da Dio le lucciole fermate nella zona di Busto Garolfo dai carabinieri della compagnia di Legnano. Le donne, di nazionalità nigeriana, all’atto del controllo hanno esibito dei falsi permessi di soggiorno, intestati al "Ministero del Regno di Dio - Dipartimento della pubblica accoglienza", firmati da un parroco della provincia di Caserta.


Il lasciapassare celeste non ha valore sulla Terra - Un lasciapassare certamente divino ma che sulla Terra non è servito a salvarle da una denuncia a piede libero e, per una di loro, dalle manette. Lo speciale documento, tuttavia, non doveva esser un falso ma un banale pezzo di carta che i padri comboniani di Castelvolturno avevano rilasciato in occasione della giornata mondiale del rifugiato, celebratosi lo scorso mese di giugno. "Si tratta di un documento che non vuole avere alcuna valenza legale - ha spiegato padre Giorgio Poletti, parroco di Castelvolturno e ideatore dell’insolita iniziativa -. E’ un gesto simbolico, che vuole fornire un identità a persone che, per la loro condizione di clandestini non ce l’hanno, che si sentono rifiutate. Ecco, questo permesso di soggiorno divino dice loro che Dio li autorizza a vivere. E’ una posizione evangelica, non vuole provocare nessuno, anche se spesso crea qualche polemica”.


In Italia migliaia di permessi fasulli con firma divina - Intanto è emerso che di questi permessi celesti ne esisterebbero parecchi. Il parroco sostiene di averne firmato circa 4.500 ad altrettanti immigrati che ora, certi di avere un pezzo da novanta alle spalle, esibiscono questo documento un po’ in tutta Italia.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 08 Dicembre 2009, 10:08:56 am
Cameriera multata per aver aperto lattine di birra con le tette

Al Premier Hotel di Pinjarra in Australia una cameriera è stata multata per oltraggio al pudore ed è stata costretta a pagare la cifra di 1.000 dollari australiani. La ragazza è stata accusata per aver fatto scoppiare delle lattine tra le sue mammelle difronte ai clienti del locale.

Un'altra cameriera invece è stata multata per 500 dollari australiani per aver appeso dei cucchiaini ai capezzoli di una sua collega

Entrambe le ragazze hanno ammesso la loro colpevolezza.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 21 Dicembre 2009, 22:54:47 pm
Bambino di 4 anni si ubriaca e ruba i regali dei vicini

Trovare un bambino da solo per strada, dopo mezzanotte, mentre si beve una birra è già abbastanza sconvolgente. A quanto pare, però, il monello in questione aveva in mente di combinarne ancora di più.

Alle 1.45, dopo aver fatto il giro del quartiere, il piccolo ha deciso di suonare ai vicini. Dopo averli salutati, birra in mano, ed essersi introdotto in casa, ha avuto la bella idea di rubare i regali di Natale.

La polizia, intervenuta poco dopo, ha trovato il piccolo con addosso un vestito da ragazza, uno dei regali sottratti. Non sappiamo come abbia reagito la famiglia del piccolo unno, ma crediamo che quest'anno, per lui ci sia in serbo un bel sacco di carbone...

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 21 Dicembre 2009, 22:59:26 pm
Raptus di follia, da fuoco al pene del suo amante

Un tribunale del Quebec (Canada) ha condannata una donna a 4 anni di carcere perché, nel 2001, in preda ad un vero e proprio raptus di follia, diede fuoco al pene del proprio amante. Dopo aver passato un'intera notte con il compagno la donna, Andree René, aspettò di vederlo addormentarsi per poi versargli del liquido infiammabile sugli organo sessuali.
Prima di dar inizio allo spettacolo attese però il suo risveglio: un modo originale per dire alla persona che si ama "buon giorno". La mattina successiva il poveretto fece giusto in tempo a vedere il sorriso della donna e subito dopo le fiamme sul proprio membro.
Da quel giorno l'uomo, nel frattempo deceduto per altre cause, venne seguito da uno psicologo per una comprensibile fobia: aveva paura del fuoco e non era più in grado di avere una vita sessuale normale. La donna si trova attualmente in carcere.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 21 Dicembre 2009, 23:04:20 pm
Per guadagnare 8 cm in altezza si fa spezzare le gambe in quattro punti

Nove mesi di atroci sofferenze per guadagnare otto centimetri d'altezza. È il prezzo pagato da Hajnal Ban, trentunenne consigliere comunale di Logan City, cittadina del Queensland (Australia), che ha confessato di essersi sottoposta a un'operazione di allungamento degli arti inferiori in Russia. L'intervento risale a otto anni fa, ma solo adesso la Ban ha deciso di svelare il suo passato ai concittadini. L'operazione fu dolorosissima: prima le furono spezzate le gambe in quattro punti e poi la ragazza rimase ferma in ospedale per diversi mesi mentre le sue gambe venivano allungate di un millimetro al giorno. Alla fine del trattamento la futura politica australiana misurava un metro e 62 centimetri contro il metro e 54 cm di prima dell'operazione.
INTERVENTO - L'intervento fu eseguito nella clinica ortopedica Ilizarov di Kurgen (Russia) e costò circa 40 mila dollari australiani (circa 21 mila euro). In realtà la Ban, di origini ungheresi ma nata in Israele, che vive sin da quando era piccola in Australia, aveva già raccontato questa singolare esperienza, ma anonimamente: nel 2006, con lo pseudonimo di Sara Vornamen, aveva pubblicato a proprie spese il libro God Made Me Small, Surgery Made Me Tall (Dio mi fece bassa, l'intervento chirurgico mi ha fatta diventare alta). Solo in questi giorni un network australiano ha scoperto la vera identità dell'autrice e così la Ban ha dovuto gettare la maschera. Secondo quanto ha raccontato agli organi d'informazione internazionali fin da piccola a causa della sua statura bassa ha avuto dei complessi. A scuola alcuni compagni classe la chiamavano «nana» e lei non si sentiva a suo agio. «Tante ragazzine soffrono a causa del loro peso oppure per le dimensioni del proprio naso», ha dichiarato al Times di Londra. «Io invece stavo male per la mia statura».

FELICE - Dopo anni di meditazione e studi, Ban decide di fare il grande passo e vola in Russia: «Dall'intervento fino alla completa riabilitazione è passato circa un anno e alla fine per nove lunghi mesi ho sofferto dolori atroci», ricorda la trentunenne. Inoltre la rappresentante politica ha raccontato che al tempo della sua operazione, nella clinica Ilizarov erano davvero pochi i pazienti che si sottoponevano a un intervento simile per ragioni estetiche. La maggior parte delle persone curate nella clinica infatti presentava gravi malformazioni o seri problemi di crescita delle ossa. A distanza di diversi anni la Ban non si pente della sua decisione: «Non ho affatto rimpianti, è stata una decisione che ho preso assieme alla mia famiglia», dichiara. «Ero preparata, avevo fatto ricerche e sono molto felice che alla fine sia andato tutto bene». Tuttavia dichiara che non se la sente di consigliare alle ragazze di bassa statura un'esperienza simile e soprattutto spera di non essere ricordata per sempre come la donna che allungò le sue gambe: «Voglio che le persone mi considerino per quella che sono e per il mio impegno politico».

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 21 Dicembre 2009, 23:07:14 pm
Rumori "molesti", 98enne contro vicino casanova

Un'anziana, classe 1912, vedova da tempo, stanca per i continui "gridolii" a notte fonda provenienti dall'appartamento del piano soprastante, ha deciso di citare il vicino davanti al Giudice di Pace di Francavilla al Mare, in provincia di Chieti, per i troppi rumori "molesti" notturni. L'uomo, un incallito scapolo d'oro quarantenne con la passione delle donne, riceverebbe molte visite nelle ore piccole. L'udienza fissata al 25 marzo 2010.

La 98enne F.M , molto in là con l'età ma evidentemente con un udito ancora finissimo, ha deciso di fare la guerra al giovane "Casanova". Così ha ingaggiato due legali, gli avvocati Anna Orecchioni e Giacinto Canzona, e ha trovato tanto di testimoni: la sua badante e numerosi vicini di casa del piccolo condominio.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 21 Dicembre 2009, 23:11:16 pm
Usa, uccide il marito: festeggia e si rifà il seno

LOS ANGELES - L'accusa è di omicidio e gli indizi sono legati soprattutto al suo comportamento dopo la morte del marito, un marine avvelenato con l'arsenico. Cynthia Sommer, secondo quanto sta emergendo in un processo contro di lei in California, avrebbe ucciso l'uomo per incassare i soldi dell'assicurazione sulla vita, con i quali si è rifatta il seno e ha
organizzato una serie di feste scatenate.

IL DECESSO - Todd Sommer, un marine di 23 anni, morì cinque anni fa per quelle che all'epoca sembrarono cause naturali. Ma successive analisi hanno fatto emergere che il fegato del giovane militare presentava tracce di arsenico mille volte superiori alla norma. Le indagini hanno portato all'arresto della vedova, 33 anni, che è ora sotto processo a San Diego.

L'ASSICURAZIONE - Gli avvocati difensori hanno sottolineato come non ci siano prove che legano l'arsenico alla donna, ma l'accusa sostiene si sia trattato di un delitto premeditato per incassare una assicurazione da 250.000 dollari. È soprattutto ciò che Cynthia Sommer ha fatto dopo la morte del marito, a farle rischiare l'ergastolo. L'accusa ha chiamato in aula a deporre una serie di testimoni che racconteranno dettagli su un intervento di chirurgia plastica al seno da 5.400 dollari subito dopo il decesso di Sommer e su spese folli e festini nella casa nella base militare in California dove la Sommer viveva con il marito.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 01 Gennaio 2010, 16:01:14 pm
Bevi e guidi a Capodanno? Per te c'è un funerale gratis

L'accordo è semplicissimo e potrebbe essere un affare (anche se la cosa dipende molto dai punti di vista). Se qualcuno ha intenzione di bere e mettersi al volante, la notte di Capodanno, può firmare un "documento" con un'impresa di onoranze funebri: in caso di incidente mortale, il funerale sarà gratis.

Si tratta di un'iniziativa di un'impresa di pompe funebri di Rome, in Georgia. "A volte bisogna ricorrere a questi estremi per attirare un po' l'attenzione della gente", dice il titolare della McGuire Jennings Miller Funeral Home. L'idea gli è venuta perché tempo fa ha perso la compagna, uccisa da un autista ubriaco. Da qui l'idea di fare qualcosa per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla pericolosità della guida in stato di ebbrezza.

L'accordo va firmato entro mezzogiorno, giovedì 31 dicembre. Nel documento bisogna scrivere che si berrà e si guiderà, la notte di Capodanno. In caso di incidente mortale, si avrà un funerale gratis: dalla bara alla lapide, persino i fiori. A oggi, però, nessuno ha accettato l'affarone. "Voglio spingere la gente a fare la cosa giusta - dice il titolare - Non penso che qualcuno arrivi a firmare".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 01 Gennaio 2010, 16:04:36 pm
Caccia al ladro di sexy bambole, le rapisce e ci fa sesso

La polizia di Cairns, città nel Nord-est dell'Australia, è a caccia del responsabile di una serie di furti in un sexy shop, dove si è impadronito di bambole gonfiabili con cui "fare sesso", prima di abbandonarle in un vicolo. Secondo gli agenti lo stesso uomo è anche responsabile di tre furti con scasso nel Laneway Adult Shop e di due furti di denaro dal registratore di cassa di un locale notturno. La sua firma: il ratto del modello "Jungle Jane".

Il proprietario del sexy shop ha riferito al giornale locale che, in un primo furto, l'uomo ha rubato cinque bambole e ha fatto sesso con una di esse. Sembra avere una particolare attrazione per il modello chiamato "Jungle Jane", che ha rubato ogni volta.

"Porta via le bambole, ne gonfia una, la usa e la lascia nel vicolo", ha detto l'esercente al Cairns Post. Secondo quanto riferisce il quotidiano, il metodo seguito dall'uomo, alto e molto magro secondo immagini fugaci delle telecamere di sicurezza, consisteva nel praticare in un muro o sotto il tetto una stretta apertura, in cui riusciva ad infilarsi.

Oltre a comparire nei video di sicurezza, l'uomo ha lasciato impronte digitali ed evidenze del suo Dna, che sono stati prelevati da agenti della scientifica.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Gennaio 2010, 22:26:07 pm
Si ipnotizza per sbaglio e resta bloccato per 5 ore

Ingoiare spade e fare acrobazie a cavallo a Helmut Kichmeier, un circense inglese, non bastava più. Per allargare i suoi orizzonti come uomo di spettacolo ha deciso di diventare anche un esperto di ipnosi.

Ma qualcosa nell'apprendimento della nuova disciplina è andato storto. L’artista, mentre si esercitava davanti a uno specchio, è caduto in trance per errore restando bloccato per circa cinque ore.

E’ stato scoperto nella scomoda posizione dalla moglie, Joanna, che ha contattato il suo insegnante, l’ipnoterapeuta Ray Roberts. Il maestro sarebbe riuscito a farlo tornare in sé parlandogli al telefono in quanto, secondo Kickmeier, “la persona sotto ipnosi risponde solo a una voce autorevole”.

Insomma, tutto è finito bene per l’acrobata. ma l'uomo visto l’accaduto, ha deciso di provare a ipnotizzare le galline prima di ripetere l’esperimento su se stesso.


Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Gennaio 2010, 22:35:19 pm
Ohio, bambine di 12 e 14 anni fanno una rapina in banca

Hanno rapinato la filiale numero 1 della National Bank di Cincinnati e adesso sono ricercate dalla polizia dello Stato dell'Ohio. Novelle Thelma e Louise, ma in versione juniores, le rapinatrici erano due bambine di 12 e 14 anni, che sembra siano fuggite con una borsa piena di soldi e che adesso siano il bersaglio di una caccia in grande stile, con cani ed elicotteri in azione per rintracciarle.

La rapina è avvenuta martedì pomeriggio nella sede della First National Bank di Cincinnati, dove le due ragazzine si sarebbero avvicinate allo sportello consegnando un biglietto al cassiere in cui si chiedeva di dare loro il denaro. Ricevuto un sacchetto con i soldi le due si sono allontanate a piedi. La rapina è stata ripresa dalle videocamere di sicurezza. La più grande delle ragazzine indossava un giubbotto con cappuccio.

Le due bambine non avrebbero mostrato alcuna arma nè fatto minacce. Le autorità non hanno rivelato l'entità del bottino, ma hanno fatto sapere che nel denaro consegnato dal cassiere c'erano della banconote speciali con segni particolari.

L'incidente è stato definito insolito dalle autorità, vista la giovane età delle rapinatrici. ''A quella età è più facile vedere le ragazze coinvolte in reati come il furto di oggetti dai grandi magazzini'', ha osservato un criminologo. Nel 2008 negli Usa circa 20mila minorenni sono stati arrestati per furti: meno di duemila erano ragazze.

La polizia ha subito dato il via alle operazioni di ricerca delle piccole, e a tale scopo sta appunto impiegando cani ed elicotteri. Ma finora il grande dispiegamento di forze non ha dato risultati.


Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Gennaio 2010, 22:37:20 pm
Lui non si eccita, partner gay lo evira

Voleva, dopo una notte di bagordi, avere un rapporto sessuale ma il suo partner era troppo ubriaco: così, infuriato, ha deciso di strappargli i testicoli per poi gettarli dalla finestra. Protagonista di questa vicenda un 45enne tedesco che è ora sotto processo. La vittima era riuscita, nonostante la menomazione, a rientrare a casa e lì, la madre, lo ha salvato chiamando i soccorsi.

Il quotidiano 'Bild' riferisce che sul banco degli accusati del tribunale di Duesseldorf è finito Hans O., 45 anni, che il 2 settembre scorso aveva conosciuto in birreria Alexander J., con il quale aveva continuato a bere fino a tarda notte. Dopo aver condotto a casa l'occasionale partner, che si era subito addormentato a causa della sbronza, Hans O. aveva cominciato a tentare di eccitarlo nel tentativo di avere un rapporto sessuale, ma tutti i tentativi erano andati a vuoto.

Quello che è successo dopo lo ha descritto al processo il pubblico ministero, spiegando che Hans O. "ha afferrato i testicoli del partner girandoli più volte fino a procurare una lacerazione dello scroto, poi ha afferrato il contenuto e lo ha gettato dalla finestra". Urlando di dolore, Alexander J. è riuscito a percorrere un paio di chilometri tornando a casa, dove la madre ha chiamato un'ambulanza, mentre la polizia riusciva nel frattempo a recuperare i testicoli, finiti nella grondaia del tetto di una casa vicina. La prossima udienza e' fissata al 13 gennaio.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Gennaio 2010, 22:40:22 pm
Ricercato per aver fatto sesso con un asino e un cavallo

Ricercato, wanted. L'accusa? Aver fatto sesso con un asino e con un cavallo. Non ci credete? Tutto vero. Un abitante di Leicester, Joseph Squires di 66 anni, è stato infatti accusato di aver fatto sesso con un cavallo e un asino e per questo motivo è stato chiamato in tribunale per rispondere di questi atti.

L'uomo non si è però presentato alla corte cittadina e così il giudice ha deciso di spiccare un mandato d'arresto a suo carico. Squires è accusato di aver avuto rapporti anali con un asino fra il febbraio e l'aprile del 1999 mentre con il cavallo si sarebbe incontrato fra il 5 e il 12 marzo del 2004. A seguito di questi incontri i due animali avrebbero subito seri danni, di cui l'uomo è pure accusato.

Dopo aver verificato che Squires non si sarebbe presentato alla corte neppure nei giorni successivi, avendo tagliato ogni contatto con i propri avvocati, il giudice Michael Pert ha emesso un mandato di cattura a suo nome. La polizia è ora sulle sue tracce.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Gennaio 2010, 22:44:10 pm
"Ero lesbica, ora sono un uomo gay"

La 31enne inglese Katherine Dalton aveva un fisico da modella mozzafiato. Ma anche un segreto: fin da piccola si sentiva un uomo. Ha deciso che essere lesbica non le bastava e così ha deciso di cambiare sesso chirurgicamente. Ora che è finalmente uomo non ha più dubbi: "Da ragazzina ero attratta dalle mie coetanee, ma adesso mi considero gay e mi piacciono gli uomini". Kathy ha scelto Adrian come nuovo nome per la sua avventura "in pantaloni".

La sua storia è stata ripresa dal tabloid britannico The Sun. Nella sua storia non ci sono segnali che possano far presagire una conclusione così drastica. Kathy era una bimba vivace cresciuta in un collage di sole ragazze nella campagna inglese, a Stonar nel Wiltshire. "Rispetto alle compagne preferivo avere un atteggiamento eccentrico, piuttosto che fare sport ballavo e cantavo - ha raccontato al quotidiano -. Molto presto sono diventata anche un bullo e prendevo sempre in giro le coetanee". Ma aveva un fisico da pin up che non passava inosservato.

"Ho iniziato a stare male, perché non potevo essere me stessa nei panni della bionda super sexy - ha aggiunto -, così sono entrata in un programma di due anni per curare i disagi psicologici legati all'identità sessuale delle persone". Così ha deciso di tagliarsi i capelli e vestirsi da uomo anche al lavoro, in una banca di investimenti. "Ho iniziato a farmi chiamare Adrian dai colleghi - ha concluso Kathy -, prendere pastiglie di testosterone e prepararmi all'operazione per il completo cambio di sesso".

Nel suo futuro, dopo altri interventi chirurgici, c'è solo il progetto di emigrare in Australia. "Poi si vedrà", ha ammesso al giornale.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Gennaio 2010, 22:48:24 pm
Ubriaco chiama il pronto intervento per farsi portare al bar

Questa notizia ci arriva dalla Florida (USA) ed è una delle più incredibili del 2009 appena conclusosi. Si tratta di un uomo che, ubriaco, avrebbe chiamato il numero di pronto intervento (il 911 negli Stati Uniti) per farsi accompagnare al bar.

Gregory J. Oras, questo il nome del simpatico personaggio, uscito ubriaco da un bar verso l'una della mattina di martedì scorso, ha effettuato ben tre chiamate al numero di pronto intervento, denunciando di essere stato picchiato e vittima di una sparatoria. Giunti sul luogo, i poliziotti hanno accertato che Oras non aveva subito alcuna aggressione, la sua vera intenzione era quella di essere accompagnato a un altro bar della zona.

Arrestato per ubriachezza molesta e procurato allarme, l'uomo ha reagito picchiando un agente, costringendo l'altro poliziotto a usare un taser per immobilizzarlo.

Ma non è finita qui. Giunti alla prigione della contea, gli agenti hanno scoperto, immaginiamo con un certo ribrezzo, che i tatuaggi facciali di Oras erano in realtà i meno oltraggiosi tra quelli da lui posseduti. Poteva vantare, infatti, un simbolo di Batman con un seno, su un braccio, nonché uno scoiattolo crocefisso e un bambino con due teste sull'altro. E, ciliegina sulla torta, la parola "cannibalismo" tatuata sulle dita della mano.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Gennaio 2010, 22:55:27 pm
Gb, rideva alla guida: fermato

Il direttore di un'azienda di Liverpool è stato fermato per due ore da un poliziotto perché rideva mentre guidava la propria auto. L'uomo, Gary Saunders, ha riferito con stupore l'episodio: stava chiacchierando al telefono in viva voce con il cognato quando, ad una battuta di quest'ultimo, è scoppiato a ridere. Pochi istanti dopo, è stato raggiunto dal lampeggiante della polizia che l'ha condotto in centrale per accertamenti.

Dopo aver accostato con la propria Renault, il malcapitato automobilista si è sentito apostrofare: "Ridere mentre si è alla guida di un'auto può costituire un'infrazione al codice della strada". A quel punto, è seguita una discussione con Mr Saunders che non riusciva a capacitarsi di come una semplice risata potesse essere pericolosa.

"Non potevo credere che per una risata si possa uscire di strada. Poi - commenta il direttore d'azienda - stavo guidando in modo molto prudente nel Tunnel di Birkenhead. Non ho mai staccato gli occhi dalla strada anche durante la telefonata ed avevo il pieno controllo dell'auto. Ho chiesto all'agente in che cosa il mio comportamento fosse stato sanzionable. Mi ha accusato di aver gettato il capo indietro in un modo pericoloso. Cosa che ho negato, perché effettivamente non è successo".

A quel punto, il poliziotto, spazientito dalla caparbietà dell'automobilista, ha deciso di condurlo in commissariato per ulteriori accertamenti. La vicenda, durata complessivamente un paio d'ore non ha avuto seguito: impossibile multare un conducente per una risata. Ma il protagonista è rimasto molto contrariato: il contrattempo gli ha fatto perdere un importante appuntamento di lavoro.

Pungente, poi il commento di un rappresentante di un'associazione di automobilisti britannici: "Di questo passo qualcuno potrebbe essere multato perché si è soffiato il naso o ha tossito".

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Gennaio 2010, 22:58:11 pm
Eccitato davanti a commessa, assolto

Un cliente si è eccitato davanti alla commessa di un negozio cercando di "sistemarsi" le parti intime. Lei lo ha denunciato per atti osceni, ma i giudici ravvisando solo una "reazione fisica incontrollabile" lo hanno assolto. La curiosa vicenda è successo a un 40enne della provincia di Campobasso. "Il mio assistito - ha sostenuto l'avvocato difensore - stava solo cercando di limitare gli effetti 'visivi' indesiderati".

Alcuni mesi fa, l'uomo era andato a fare compere e si era imbattuto in una bella commerciante. La fantasia si era scatenata e l'eccitazione si era appalesa sotto la tuta da ginnastica. L'uomo aveva cercato di correre ai ripari cercando di nascondere il "fattaccio", ma aveva aggravato la situazione perché la donna, scandalizzata, si era messa a urlare e si era rifugia nel retrobottega.

La vicenda è così finita in tribunale con l'accusa di atti osceni e violenza. La difesa, invece, ha cercato di ricostruire il fatto ammettendo l'erezione, ma negando assolutamente le oscenità. Per questo i giudici di Campobasso hanno assolto l'uomo per la presunta violenza e gli atti osceni, ritenendo l'eccitazione come "riflesso incontrollabile" e quindi non punibile.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Gennaio 2010, 23:03:03 pm
Gli rubano tutta la cucina e lui se la ritrova su Ebay

Quando è rientrato a casa dopo un fine-settimana d'assenza, s'è trovato di fronte ad un'amarissima sorpresa: i ladri gli avevano rubato tutta la cucina, portandosi via oggetti del valore di circa 9mila euro. Un lavoro meticoloso: gli hanno portato via di tutto, persino il freezer e i ganci per le tende.

Ma Tristan Brooks, il proprietario della casa di Cardiff, non ha dovuto faticare molto per ritrovare il maltolto. Il 30enne, infatti, ha scoperto che gli oggetti della sua cucina erano finiti all'asta su Ebay, piazzati da una persona che abitava a 48 chilometri da casa sua. A quel punto, Brooks si è spacciato per un utente interessato all'acquisto e ha preso un appuntamento con quello che doveva essere il ladro. Nella sua casa ha trovato il resto della merce. Immediatamente ha avvisato la polizia, che ha sequestrato gli oggetti, restituendoli al legittimo proprietario (grazie agli scontrini che ha potuto esibire il giorno stesso). Il furto, tra l'altro, è stato particolarmente perfido: il 30enne si sarebbe trasferito in quella casa di lì a pochi giorni, e gli operai avevano appena ultimato di montare la cucina e di arredarla.

"Hanno rubato tutto ciò che potevano portare via - ha detto il signor Brooks - Ho risparmiato per dieci anni per questa casa, e poi qualcuno decide di venire qui e rubarsi tutto". L'idea di controllare su Ebay è venuta alla fidanzata. "Non ci credevo: sullo schermo mi è apparsa tutta la mia cucina, all'asta", ricorda Brooks. Il sospettato di furto è stato arrestato, e poi rilasciato su cauzione: non essendosi presentato in tribunale, è tuttora ricercato dalla polizia.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Gennaio 2010, 23:06:56 pm
Ruba un'ambulanza per farsi curare in un altro ospedale

Ha rubato un’ambulanza dall’ospedale di Ariano Irpino ed è andato verso Avellino, dove però ha abbandonato il mezzo dopo essersi accorto della presenza di un elicottero dei carabinieri che lo seguiva. L’uomo, R.G., 35 anni, sofferente di problemi psichici, è stato arrestato, proprio durante un posto di blocco effettuato dai Carabinieri: dopo aver abbandonato l’ambulanza aveva infatti preso l’autobus per tornare a casa a Vallesaccarda.

Dopo l’arresto i carabinieri hanno ricostruito le fasi del furto dell’ambulanza: l’uomo, infatti, era uscito dall’ospedale di Ariano Irpino e voleva recarsi velocemente all’ospedale di Avellino per chiedere lì di essere sottoposto a nuove cure. Per farlo ha quindi rubato l’ambulanza.

Giunto ad Avellino, però, si è accorto delle numerose auto dei carabinieri e dell’elicottero in volo e ha abbandonato l’ambulanza, che infatti è stata ritrovata nel centro del capoluogo irpino. R.G. è stato ora portato a casa in regime di arresti domiciliari.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 13 Gennaio 2010, 23:26:10 pm
Lascia l'amica come "garanzia" dal benzinaio. E non torna più

MUENCHBERG - «Non si preoccupi, signor benzinaio: ho finito i contanti, ma lascio qui la mia amica, li vado a prendere al bancomat più vicino e torno subito»: così una ragazza ventenne avrebbe detto all'addetto a una pompa di benzina a Muenchberg, in Bavaria, dove si era appena rifornita. Per poi girarsi verso l'accompagnatrice e sussurrarle: «Torno tra cinque minuti, giusto il tempo di prelevare».

Peccato che poi né il benzinatio né l'amica l'abbiano più vista. Volatilizzata. Così, Maria Hundstorfer, l'attonita 31enne lasciata come "garanzia", dopo due ore ha acconsentito che il gestore della stazione di servizio chiamasse la polizia e poi si è diretta alla stazione dei treni per tornare a casa sua in Sassonia.

«Era da tempo che non ci vedevamo. Ci siamo incontrate a una festa ed era la prima volta che ci spostavamo insieme. Non posso credere che mi abbia mollata lì come se niente fosse», ha detto Maria.

La polizia sta ora cercando la giovane in fuga, che, si è scoperto, già in passato era stata autrice di simili furti a distributori di tutto il Paese.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 19 Gennaio 2010, 22:54:26 pm
Gb, nuovo docu-reality cerca malato da mummificare

L'emittente Gb Channel 4 sta cercando un candidato, malato terminale, disposto a farsi sottoporre alla tradizione procedura di mummificazione degli antichi egizi e di donare il proprio corpo al museo. "Vogliamo qualcuno che sia disposto a sottoporsi a questa antica tecnica, dopo la sua morte". Secondo la stampa del Regno, ad occuparsi dell'imbalsamazione sarà uno scienziato inglese che sostiene di aver scoperto i segreti della mummificazione.

Immediate le polemiche su questo ennesimo caso di televisione trash. Eppure il canale televisivo, Channel 4, in passato ha già sollevato discussioni sull'etica della tv per aver realizzato un'autopsia dal vivo prima e un suicidio assistito poi. Questa volta l'idea di mummificare una persona. Il documentario dovrebbe seguire il malato per alcuni mesi per dare modo ai telespettatori di formare un "legame emotivo" con lui. "A mummificazione avvenuta", ha spiegato il produttore dello show, "una delle opzioni potrebbe essere quella di esporre il corpo in un museo affinchè la gente possa comprendere meglio la procedura. Il funerale verrebbe condotto soltanto dopo ed il volontario non verrebbe pagato". La tecnica che si vuole realizzare per questo programma è stata già sperimentata con successo su alcuni maiali. La casa di produzione tv ha ingaggiato infatti una serie di scienziati per il progetto e ha "trovato una struttura approvata dall'authority per i tessuti umani dove condurre la mummificazione". ''Siamo affascinati dalle ricerche in corso - ha detto all'Independent un portavoce di Channel 4 - se gli scienziati troveranno un donatore disposto a sottoporsi all'esperimento siamo intenzionati a procedere. A chi ci chiede perché ci interessa possiamo rispondere che se gli scienziati riusciranno a risolvere uno dei misteri del mondo antico, la scoperta potrebbe farci capire di più sulla scienza e sulla storia degli antichi egizi e forse avere altri risvolti positivi per le scienze mediche"

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 19 Gennaio 2010, 22:56:49 pm
91enne sfonda caffetteria con l'auto poi ordina la colazione

Dicono che a una certa età ci si abitui ad affrontare la vita con più tranquillità e un certo distacco. A che età? Ne siamo certi, dai 91 anni in poi.

Come fareste, altrimenti, a spiegarvi l'impresa del 91enne Charles Pierce che, sfondando la vetrina di un ristorante-caffetteria con la propria auto, non ha perso occasione per entrare e ordinarsi la colazione. Un mito.

La caffetteria in questione fa parte della catena Biscuits 'N' Gravy in Florida (USA). Pare che il nonnetto che tutti noi vorremmo, abbia sbagliato una manovra di parcheggio finendo con metà della propria auto all'interno del ristorante.

Secondo alcuni camerieri, non solo Charles ha oltrepassato la barriera di vetri rotti per ordinarsi la colazione, ma ha anche preteso di avere un posto vicino alla propria auto in modo da poterla tenere d'occhio.

Secondo un portavoce della polizia locale, l'incidente avrebbe causato il ferimento, lieve, di un avventore e sarebbe costato a Charles una multa per guida pericolosa.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 19 Gennaio 2010, 22:59:11 pm
Obesi si riuniscono per pesarsi e crolla il pavimento

Venti partecipanti ad un corso per perdere peso hanno fatto crollare il pavimento della stanza in cui si trovavano, in una clinica pensata proprio per gli obesi. L'incidente si è verificato a Växjö, in Svezia, mercoledì scorso.

I pazienti del centro per il dimagrimento si erano ritrovati in una stanza per la classica prova del 9: dovevano sottoporsi alla "prova della bilancia". I medici dovevano valutare se e quanto peso erano riusciti a perdere. Evidentemente, qualcuno pesava davvero troppo, tanto che il pavimento ha ceduto. "Abbiamo pensato ad un terremoto - ha detto uno dei pazienti - Il pavimento è crollato dapprima da un lato, poi in altre parti della stanza".

Fortunatamente non ci sono stati feriti, proprio perché il crollo è avvenuto in maniera graduale. Tutte le persone sono riuscite a lasciare il locale, usando il corridoio. Comunque, la polizia non è certa che dietro la causa dell'incidente ci sia soltanto il peso dei pazienti: per questo è stata avviata un'indagine.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Gennaio 2010, 15:20:02 pm
Arriva all'ospedale con il pene incastrato in un tubo metallico

Rimanere incastrati con il proprio pene fa parte dei rischi più temuti dai maschi, e non solo. Un inglese è recentemente rimasto incastrato in un tubo di metallo.

Lo sfortunato 40enne, si è presentato al Southampton General Hospital, martedì scorso con tanto di tubo metallico, evitando, però, di specificare come si fosse incastrato. La situazione si è presentata piuttosto complicata ai dottori del pronto soccorso, dato che il tubo limitava il flusso sanguigno evitando al pene di rilassarsi.

I dottori hanno dovuto chiedere l'intervento dei vigili del fuoco, che si sono presentati con una sega circolare per effettuare quella che il Southampton Daily Echo ha descritto come una "operazione piuttosto delicata". Fortunatamente per l'uomo, al quale era stata somministrata una dose di anestesia, i vigili del fuoco sono riusciti a liberarlo dal tubo, tagliando tutto intorno al pene.

Secondo un portavoce dei vigili del fuoco: "C'è voluta una mano eccezionalmente ferma per rimuovere il tubo, con la preoccupazione aggiuntiva che il metallo diventasse rovente". Grazie alla loro professionalità l'uomo può contare ancora sull'uso del proprio pene, essendosela cavata con qualche graffio e un leggero rigonfiamento. Il rappresentante dei vigili è sicuro che l'uomo non tenterà più niente di simile.

Noi non ne siamo così sicuri. Gli consigliamo di rimanere lontano dai negozi di ferramenta, non si sa mai!

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Gennaio 2010, 15:22:27 pm
Fa un bagno in piscina e resta incinta, la mamma di una 13enne denuncia l'hotel

Una donna polacca ha citato in giudizio un hotel egiziano in quanto, a suo dire, sarebbe indirettamente responsabile della gravidanza della sua bimba tredicenne. La ragazzina, che la madre afferma non esser mai stata con un uomo né prima né tantomeno durante la vacanza, avrebbe “contratto la gravidanza” mentre faceva un innocente bagno in piscina.

La denuncia della donna: quella piscina ha abusato di mia figlia - Le cause? Nessun miracolo ma, a detta della signora Magdalena Kwiatkowska, madre della sfortunata ragazza, le colpe sarebbero da ricercare nella presenza di tracce di sperma nell’acqua della vasca. La donna, stando a quanto poi confermato dalle autorità turistiche di Varsavia che hanno ricevuto la bizzarra denuncia, è determinatissima ad andare avanti nella sua battaglia contro l’hotel, almeno finché non otterrà un lauto indennizzo.
Dubbi e perplessità - C’è tuttavia chi non è pienamente convinto che la ragazzina sia rimasta incinta in questa maniera. Se così fosse ogni tuffo potrebbe rivelarsi potenzialmente “fatale” per le bagnanti. Vogliamo comunque tranquillizzare le donne che vanno in piscina. Lo sperma, salvo quello degli extraterrestri super resistente, non sopravvive in acqua, ancor meno se la stessa viene trattata con il cloro.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Gennaio 2010, 15:25:16 pm
Ruba distributore di Coca Cola e lo trascina per strada con la sua auto

Il 29enne Nicholas Nunley, questo il nome del ladro maldestro, volava rubarsi le monetine contenute nel distributore di Coca Cola posto all'esterno di un negozio in Tennessee (Usa). Per fare questo, ha pensato bene di caricarsi l'intero distributore sul suo pick-up, così da potere manovrare con più calma.
Purtroppo per lo sfortunato ladro, il distributore, alto più di due metri si è rovesciato finendo in strada, attirando l'attenzione di una pattuglia della polizia che passava di lì in quel momento. Rifiutandosi di accostare, il maldestro ladro ha costretto gli agenti a un piuttosto facile inseguimento.

Il filmato ripreso dalla telecamera montata sull'auto degli agenti, mostra il pick-up di Nunley mentre si trascina dietro il distributore causando una scia di scintille. Cinque miglia dopo, l'inseguimento si è concluso con l'arresto del ladro, taserato per essersi rifiutato di uscire dal suo veicolo.

Sarà accusato di vandalismo, furto di 1000 dollari e resistenza all'arresto. Eccovi il filmato della polizia.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=u2yaZAIhaBw&feature=player_embedded[/youtube]

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Gennaio 2010, 15:27:57 pm
Tenta sesso con albero, uomo non potrà più entrare in parco pubblico

Per gli alberi tira una brutta aria, e non parliamo esclusivamente dell'Amazzonia. Da sempre bersaglio dell'amore umano, spesso vengono incisi con taglierini acuminati per testimoniare l'amore tra due ragazzini che scolpiscono sulle cortecce i loro nomi, o cuoricini vari. In Scozia William Shaw, ventunenne, ha deciso di andare molto oltre. Il Sun riporta la notizia hot secondo cui il giovane scozzese si sarebbe avvicinato ad un albero, ed improvvisamente, preso da una folata d'amore, s'è calato i pantaloni fino alle caviglie, e ha cominciato un vero e proprio rapporto sessuale con lui.

La povera vittima, impossibilitata a reagire, ha dovuto subire in silenzio l'abuso sessuale. Ma la giustizia umana ha fatto il suo corso. Infatti il ragazzo è stato prima arrestato, e poi rilasciato su cauzione, a patto che stia lontano dal Central Park di Airdrie. L'amante degli alberi si dichiara innocente, ma il processo avverrà comunque, il mese prossimo. Chi conosce William giura di non averci visto mai niente di strano, o perlomeno di non averlo mai beccato mentre inseminava le felci del giardino.

Ma forse questo accade perchè la tendenza a far sesso con gli oggetti e le creature più strane, in Scozia è ormai una tendenza. Nel 2007 Steven Marshall, diciannovenne, tentò di violentare un pavimento. L'anno scorso due addetti alle pulizie salvarono una bicicletta dal tentativo di stupro di Robert Stewart, 53 anni. Insomma, se per caso, spinti da un irrefrenabile impulso d'amore, vorrete passare le prossime vacanze in Scozia, evitate di lasciare incustoditi i vostri oggetti personali. Qualche strano scozzese potrebbe amarli.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Gennaio 2010, 15:29:26 pm
Caos bomba in scalo USA: è caciocavallo di italiani

Brutta avventura, all'aeroporto di Chicago (Usa) per tre giovani cugini di Rionero Sannitico (Isernia) a causa di un caciocavallo di produzione locale scambiato per una bomba. L'episodio è avvenuto nel periodo natalizio, ma la notizia si è appresa solo ora. I tre cugini erano partiti dall'Italia per fare visita ad alcuni parenti a Cleveland; quando però il loro bagaglio a mano è passato al controllo dello scanner, la sagoma del formaggio è sembrata agli occhi della security analoga a quella di un ordigno esplosivo. I tre sono stati bloccati, perquisiti, sono state loro prese le impronte digitali e, con un tampone, anche un campione di saliva per l'esame del Dna nonostante continuassero a ripetere che si trattava di «italian cheese» . 'L'ordignò in questione è stato tagliato, controllato e analizzato e alla fine tutto si è concluso con una risata generale. Più seri, invece, i tre ragazzi che per questo inconveniente hanno perso la coincidenza con il volo per Cleveland. «Da questo episodio - ha detto all'Ansa Pasquale Minichiello - ho capito lo stato di terrore in cui vivono gli americani per possibili attacchi terroristici. Per un momento ho pensato che nel caciocavallo qualcuno avesse nascosto qualcosa di illegale».

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Gennaio 2010, 15:32:22 pm
Donna regala 365 notti di passione al marito per il compleanno

Non è facile scegliere i regali giusti, soprattutto quando si tratta di un pensero per la persona amata. L'americana Charla Muller ha avuto un'idea molto originale per il quarantesimo compleanno del marito Brad. Si è chiesta, innanzitutto, cosa potesse renderlo felice e ha presto trovato la risposta. Così, Charla ha donato al suo coniuge (da otto anni) 365 giorni di sesso. Neanche uno di pausa. Ancora più originale, è il modo in cui la donna ha avuto l'intuizione: il suggerimento le è stato dato dalla Bibbia. Difatti, nella lettera di Paolo ai Galati, questo il passo letto da Charla, si fa riferimento ai doveri coniugali che la donna e l’uomo devono scambiarsi vicendevolmente e tra questi, com’è ovvio, anche il sesso. La "trovata" ha ridato vitalità alla coppia e anche al suo conto in banca, visto che l'esperienza ha dato a Charla un'altra ispirazione, quella di scrivere il libro 365 Nights. A memoir of Intimacy. "Una storia di intimità e d'amore" spiega l'autrice. E racconta: "All'inizio, ho pensato che forse si sarebbe perso il senso di unicità e di straordinarietà delle occasioni in cui io e mio marito facevamo sesso". Pare non sia stato così: i due non hanno perso il desiderio per nessun giorno del loro anno di follia. "Fare l'amore frequentemente garantisce un senso di benessere e di relax che fa crescere la voglia di farlo ancora - rassicura Muller - e oltretutto mi ha dato la sensazione di sentirmi più giovane". Gli amici della coppia si sono dimostrati spesso scettici. "Una volta un'amica ci ha detto al ristorante:'Poveretti, voi ora dovete andare a fare sesso mentre io posso andare a casa a guardarmi in pace la televisione' - racconta la statunitense - Ma io le ho risposto: 'Nessun problema, la guarderemo anche noi, abbiamo già fatto una sveltina' ".
"Non c'è nulla di male - interviene sul Guardian la psicologa Linda Blair - Ormai pianifichiamo tutto, perché non dovremmo pianificare il sesso? Il fatto di prepararsi e di attendere il momento fa parte del piacere stesso. L'aspetto che più mi lascia più perplessa è piuttosto il ritmo, tutti i giorni mi sembra troppo e potrebbe stancare anche la persona più in forma". Charla non la pensa così: "Prima era tanto se si faceva sesso una volta al mese e io mi sentivo quasi in colpa quando ne avevo voglia. Ora Brad è completamente rivitalizzato, mi porta fuori a cena, fa programmi per il week-end"

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Gennaio 2010, 15:34:46 pm
Donna finisce in ospedale dopo aver tentato di fare sesso con una pigna

Una donna serba, Mirjana Gavaric, è finita in ospedale, vicino a Belgrado, in seguito al tentativo di utilizzare una pigna per masturbarsi. Quando la donna ha tentato di estrarre la pigna dalla vagina, la pigna è rimasta dolorsamente incastrata all’interno, con un “effetto amo”, e la donna non ha potuto fare altro che farsi portare in ospedale per ricorrere all’aiuto dei dottori, che hanno dovuto effettuare un complicato intervento chirurgico per estrarre la pigna.

La donna, di cui non è stata resa nota l’età, è stata descritta dai medici come “molto sola”.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 24 Gennaio 2010, 15:36:52 pm
Gb, nuovo docu-reality cerca malato da mummificare

L'emittente Gb Channel 4 sta cercando un candidato, malato terminale, disposto a farsi sottoporre alla tradizione procedura di mummificazione degli antichi egizi e di donare il proprio corpo al museo. "Vogliamo qualcuno che sia disposto a sottoporsi a questa antica tecnica, dopo la sua morte". Secondo la stampa del Regno, ad occuparsi dell'imbalsamazione sarà uno scienziato inglese che sostiene di aver scoperto i segreti della mummificazione.

Immediate le polemiche su questo ennesimo caso di televisione trash. Eppure il canale televisivo, Channel 4, in passato ha già sollevato discussioni sull'etica della tv per aver realizzato un'autopsia dal vivo prima e un suicidio assistito poi. Questa volta l'idea di mummificare una persona. Il documentario dovrebbe seguire il malato per alcuni mesi per dare modo ai telespettatori di formare un "legame emotivo" con lui. "A mummificazione avvenuta", ha spiegato il produttore dello show, "una delle opzioni potrebbe essere quella di esporre il corpo in un museo affinchè la gente possa comprendere meglio la procedura. Il funerale verrebbe condotto soltanto dopo ed il volontario non verrebbe pagato". La tecnica che si vuole realizzare per questo programma è stata già sperimentata con successo su alcuni maiali. La casa di produzione tv ha ingaggiato infatti una serie di scienziati per il progetto e ha "trovato una struttura approvata dall'authority per i tessuti umani dove condurre la mummificazione". ''Siamo affascinati dalle ricerche in corso - ha detto all'Independent un portavoce di Channel 4 - se gli scienziati troveranno un donatore disposto a sottoporsi all'esperimento siamo intenzionati a procedere. A chi ci chiede perché ci interessa possiamo rispondere che se gli scienziati riusciranno a risolvere uno dei misteri del mondo antico, la scoperta potrebbe farci capire di più sulla scienza e sulla storia degli antichi egizi e forse avere altri risvolti positivi per le scienze mediche"

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: THOR - 28 Gennaio 2010, 14:22:37 pm
Dopo essere stato dichiarato morto, si risveglia nella bara prima della sepoltura

Si può tornare dall’oltretomba? Sarebbe bello resuscitare, chissà cosa si prova! Beh, sicuramente Jozef Guzy potrà dircelo, visto che dopo essere stato dichiarato morto è improvvisamente tornato in vita!

si risveglia vivo nella bara dopo essere stato dichiarato morto

È accaduto a Katowice, in Polonia. Stiamo parlando di un uomo di 76 anni, apicoltore, dichiarato morto a causa di un infarto. L’agenzia di pompe funebri, dopo aver portato via il corpo dall’abitazione del defunto lo prepara per la sepoltura, ma proprio prima di saldare il coperchio della bara, i familiari chiedono di riaprirla per poter prendere alcuni oggetti di valore, per conservarli come ricordo.

È proprio in questo momento che l’impresario delle pompe funebri Dariusz Wysłuchato, tocca l’arteria del collo è sente che ci sono ancora pulsazioni. Così si avvicina al defunto e nota che in realtà non era poi così “defunto”: respirava ancora! Il signor Guzy, viene subito portato in ospedale e ricoverato in terapia intensiva, dove si riprende dopo varie settimane.

Fortunatamente questa storia si è conclusa nel migliore dei modi: ma di cosa si sarà trattato? Di un miracolo o negligenza? Secondo le parole di Wysluchato, si tratta di un vero è proprio miracolo, egli infatti afferma: “Grazie a Dio non ho chiuso la bara. Sarebbe stata una tragedia!” e continua dicendo “Qualcosa mi ha detto di toccargli il collo. Sono così contento che Jozef sia vivo e gli auguro buona fortuna”.

Il signor Guzy, appena si è ripreso è subito andato a ringraziare Wysluchato donandogli un vasetto di miele: “Mi ha salvato la vita, gli sono molto grato”. Un vero e proprio miracolo concluso in dolcezza!

 (http://www.crashdown.it/2010/01/10390-dopo-essere-stato-dichiarato-morto-si-risveglia-nella-bara-mentre-viene-seppellito Fonte[/url)
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Febbraio 2010, 22:45:31 pm
Va a fare una radiografia: Gli trovano un dito nello stomaco

Era entrato in ospedale perché lamentava disturbi intestinali, ma dopo una radiografia i medici gli hanno trovato un dito umano nello stomaco e hanno subito pensato a un episodio di cannibalismo. Dalle indagini sarebbe emerso che quattro vietnamiti avrebbero ucciso un loro collega nepalese e per disfarsi del cadavere e prove lo avrebbero cucinato e mangiato. La notizia è stata data dal quotidiano del Qatar Al Sharq.

In un primo momento diagnosticato come intossicazione alimentare, il malessere del paziente ha dovuto essere rivisto e corretto dopo che l'esame dei medici ha rivelato un dito umano nel suo stomaco. I quattro vietnamiti sono stati accusati di cannibalismo e dovranno rispondere dell'imputazione davanti alla Corte d'Assise del piccolo stato della penisola arabica.

L'ambasciata del Nepal a Doha tuttavia, riferisce il Gulf Times, non esclude che l'intero caso sia una montatura. La rappresentanza diplomatica ha contattato i funzionari di polizia che stanno conducendo le indagini, i quali hanno assicurato che i fatti riportati dalla stampa "sono solo pettegolezzi".
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Febbraio 2010, 22:53:17 pm
Le conficca un coltello nella schiena e lei non accorgendosene torna normalmente a casa

La foto di Julia Popova con un coltello conficcato nella schiena ha fatto il giro del mondo, rimbalzando praticamente ovunque sulla Rete. Per quasi tutti si tratta di un fotomontaggio – per qualcuno fatto anche male – ma da un’equipe di medici russi arriva la smentita “fotografia reale e fenomeno spiegabile”. Lo riporta il Daily Mail (nella foto sotto), quotidiano inglese online.

Julia, 22enne russa, ha cercato di difendersi dallo scippo che stava subendo. I malviventi non ci hanno pensato due volte e le hanno infilato nella schiena un coltello con una lama di circa 20 centimetri. La giovane non ha battuto ciglio, ha continuato a camminare verso casa come se nulla fosse successo. Raggiunta la sua abitazione sono stati i genitori ad allertare i soccorsi. La notizia, con tanto di fotografia, è stata ripresa da diversi giornali non solo russi e subito si è gridato alla bufala. La scarsa qualità dell’immagine e l’immediata pubblicazione della stessa su diverse risorse internet orientate alla verifica della veridicità delle notizie hanno indotto gli internauti a classificare la faccenda come falsa e di pessimo gusto.

Durante la notte è però arrivata la smentita da parte dei medici che hanno operato Julia al fine di rimuoverle la lama dalla schiena. Il Daily Mail ha raccolto le dichiarazioni di quello che definisce essere “il chirurgo di un ospedale di Mosca” che non solo ha confermato l’accaduto ma ha fornito anche dei particolari. Secondo il medico lo shock subito dalla ragazza è stato talmente grande da impedirle di comprendere cosa fosse successo e soprattutto di provare qualsiasi tipo di dolore o di emozione. La lama, continua il chirurgo, si è fermata a pochi millimetri dalla colonna vertebrale e conferma inoltre di avere scattato la foto anche se non sa come possa essere finita tra le mani di un reporter del quotidiano russo Tvoi Den che l’ha prontamente pubblicata.

Per sottolineare la possibilità che uno shock renda immuni dal dolore, il quotidiano inglese traccia anche un parallelismo tra questo caso e quello della giovane Lydia Word che, attaccata da uno squalo in Nuova Zelanda, si è resa conto di essere stata morsa solo quando ha visto il suo sangue nell’acqua.

Spoiler
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/8c9ab03911fc2d3f6ba484b1d9825a8e__400_388_fitwidth.jpg)

(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/409b126946cfdfbce9f79fe506f3a530__400_637_fitwidth.jpg)
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Febbraio 2010, 23:01:47 pm
Detenuto vive per tre settimane con un coltello nel retto

Si era nascosto un coltello artiginale nel retto (in foto), presumibilmente da usare durante un'evasione dal carcere. Peccato che non riuscendo più ad estrarlo, sia dovuto ricorrere alle cure del personale sanitario della prigione, svelando così il suo piano.

Il detenuto 19enne del carcere di Merced County, in California, è stato così sottoposto ad un intervento chirurgico per la rimozione del corpo estraneo. Rance Johnson si era rivolto ai medici lo scorso 18 novembre, confessando di essersi infilato un coltello nel retto, e lamentando forti dolori. L'inserimento del coltello era avvenuto addirittura tre settimane prima, durante le quali Rance era riuscito a convivere con quella "presenza" nel sedere. Il ragazzo ha detto di aver visto quell'oggetto in una sala per gli incontri, e di averlo subito infilato nel buco. Prima di questa operazione, lo ha ricoperto di carta e infilato in una sacca per hamburger.

Il detenuto, che si trova in carcere con l'accusa di aver sparato ad un 17enne, lo scorso mese di settembre, dovrà ora rispondere del reato di possesso non autorizzato di un'arma.

(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/b5a3ceabfe3b647607f1b75e7022b90c__350_262_fitwidth.jpg)

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Febbraio 2010, 23:02:36 pm
Per sconfiggere la stitichezza si infila due martelli nell'ano

Cosa fate quando non riuscite ad andare in bagno? Le risposte possibili variano dai rimedi della nonna, alle classiche prugne, fino ai farmaci. Di certo non avrete mai fatto ricorso alle "maniere forti", ricorrendo alla soluzione drastica adottata da un signore romeno.

Viorel Firoiu, 48 anni, s'è presentato ad un ospedale della città di Orlea con dei dolori addominali molto forti. Quando i medici lo hanno sottoposto ad una lastra, si sono trovati di fronte a dell'incredibile: nell'intestino aveva ben due martelli (senza il bastone). Come ha raccontato Cristina Bontescu, portavoce dell'ospedale che lo ha curato, "l'uomo era un po' ubriaco, e ci ha raccontato che per via di alcune ciliegie mangiate non riusciva più a defecare".

Per sentire meno dolore, ha bevuto un po' di alcol, ma siccome le cose non miglioravano, ha deciso di infilarsi una prima testa di martello. La speranza era quella di "sbloccare" l'intestino. Visto che il pezzo di ferro si era incastrato, ha deciso di infilarsene un secondo. Vi lasciamo immaginare le conseguenze. I medici lo hanno sottoposto ad un intervento chirurgico per estrarre i corpi estranei. Avrà imparato la lezione?
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Febbraio 2010, 23:04:55 pm
Non rinuncia a chattare neanche quando fa il bagno, ragazza muore fulminata

Dalla Romania arriva la notizia della disavventura della 17enne Flavia Boricea (in un primo momento erroneamente scambiata per una certa Maria Barbu) che potrebbe dare il via ad una triste serie di incidenti domestici in stile Web 2.0.

La ragazzina stava facendo il bagno a casa sua, nella città di Brasov in Romania centrale, con il laptop appoggiato sul bordo della vasca, quando la batteria del portatile si è scaricata proprio durante una lunga e intensa sessione di social network e chat su Twitter. Allora Flavia Boricea si è affrettata a collegare il laptop alla presa di corrente, dimanticandosi però di avere le mani bagnate. Secondo i notiziari, proprio questa è stata la causa della forte scossa che ha ucciso la giovane, in un incidente che con cinismo è stato già ribattezzato “Twitter Bath Death” da molti quotidiani online.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Febbraio 2010, 23:06:38 pm
Si getta dall'ottavo piano e uccide un passante

Una passante di 80 anni è stata uccisa questa mattina a Malaga da una giovane suicida che si era gettata dalla finestra all'ottavo piano di un palazzo nel quartiere universitario della città spagnola e le è caduta addosso, riferisce l'edizione elettronica di El Mundo. La giovane candidata al suicidio, 18 anni, invece è sopravvissuta alla caduta. È stata ricoverata all'ospedale Carlos Haya di Malaga, e stando ai primi accertamenti avrebbe solo un braccio e una gamba fratturati. Secondo alcuni testimoni dell'incidente, la sua caduta è stata prima frenata dai rami di un albero e poi ammortizzata dal corpo della sfortunata anziana signora, morta sul colpo. Secondo la madre della giovane, la ragazza era curata per una depressione.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Febbraio 2010, 23:11:40 pm
Ripara il cellulare con la colla ma gli resta attaccato all'orecchio

Cerca di riparare il cellulare con una colla a presa rapida, resta con l'orecchio incollato all'apparecchio. E' successo a un camionista australiano del Northern Territory, che ha deciso di azzardarsi ad aggiustare con un metodo fai-da-te il suo telefonino. Ma, alla prima telefonata dopo la riparazione molto approssimativa, ecco il danno: l'orecchio è rimasto appiccicato.
"Si era rotto e l'avevo appena riparato con la colla quando è arrivata la chiamata del mio capo. Siamo rimasti al telefono per cinque minuti circa. E quando ho provato a mettere giù, ho capito che i guai stavano appena iniziando", ha raccontato Gye Gardner al quotidiano "Northern Territory News" sulla sua brutta avventura.


Il 43enne camionista alla fine è riuscito a staccare il telefono con l'aiuto di un cucchiaio, perdendo però uno strato di pelle. "Mi ha fatto malissimo, certamente, ma la ferita più profonda è stata quella al mio orgoglio", ha ammesso l'uomo.

In questa occasione l'intraprendenza dell'uomo, che ha preferito arrangiarsi da solo piuttosto che chiedere l'aiuto di un profesionista, non è stata affatto premiata, anzi, ha procurato al poveretto una ferita, a quanto pare visto il suo commento alla fine della vicenda, non solamente fisica.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 07 Febbraio 2010, 22:42:34 pm
Sesso troppo rumoroso: ammonite studentesse di Cambridge

Urla, gemiti e strilli. E' il "concerto" notturno che si può ascoltare passeggiando tra i palazzi del Newnham College di Cambridge, in Inghilterra. Colpa delle troppo esuberanti studentesse che, dopo le numerose email di protesta, sono state richiamate dal sindacato studentesco: "Si consiglia alle ragazze di calmare i loro bollenti spiriti e, possibilmente, fare meno rumore durante il sesso".

Trenta le lettere di lamentele giunte alle autorità scolastiche. Il difficile compito di richiamare all'ordine le focose ragazze è toccato a Lizzy Cole, 19 anni, presidente del sindacato studentesco, che ha spiegato come si debba essere il più possible "discreti in questo tipo di attività", per non danneggiare il buon nome del college. E numerose ragazze si sono sentite chiamate in causa.

"Mi sono sentita umiliata quando ho letto l'email - ha detto una di loro -. Ho pensato che si riferisse a me". Come ha spiegato la studentessa, che ha mantenuto l'anonimato, non è facile non fare rumore, anche perché i muri delle camere sono talmente sottili che si sente qualsiasi cosa.

"Queste cose accadono in tutti le università del Paese - ha affermato la ragazza - ma solo a Cambridge i tuoi compagni arrivano a protestare". Il Newnham, che annovera tra i suoi ex studenti la poetessa Sylvia Plath e l'attrice Emma Thompson, è un college femminile ma permette alle ragazze di avere ospiti maschili fino a due notti consecutive.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 07 Febbraio 2010, 22:46:22 pm
Sesso al cesso: San Valentino di fuoco in Canada, amore libero in bagni ristorante

Dal 12 al 15 febbraio sarà possibile fare sesso liberamente nelle toilette del ristorante “Mildred’s Temple Kitchen” di Toronto. La notizia, pubblicata dal quotidiano “The Star”, è rimbalzata rapidamente sulla Rete, forte del fatto che il Dipartimento per la salute e la sicurezza Alimentare di Toronto ha già espresso parere favorevole. Boom di visite sul sito del ristorante.

Rory Gallagher, gestore del ristorante, sta organizzando una festa di San Valentino trasgressiva e libertina che piace anche a Donna Dooher, proprietaria dello storico locale di Toronto che dice alla stampa “nelle nostre toilette sono sempre avvenute cosette a sfondo sessuale, questa volta facciamo un passo in più.”

Personale molto discreto garantirà la privacy alle coppie che si apparteranno, oltre a ristabilire le condizioni igieniche ottimali non appena un rapporto verrà consumato. Ulteriori dettagli – di natura soprattutto comportamentale – sono sul sito del locale dove, oltre a mostrare la foto dei bagni del locale, la proprietaria provoca il pubblico con una frase che suona più o meno come “sai farlo soltanto a letto?”

Le autorità sanitarie hanno stabilito che non c’è violazione di nessuna norma comunale, a patto che i rapporti sessuali non avvengano in cucina e che le toilette siano sempre pulite.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 07 Febbraio 2010, 22:48:33 pm
Treviso: in lite col marito, fa distruggere la casa con la ruspa

TREVISO - Un uomo di 45 anni di Codogné, da tempo in lite con la moglie dalla quale è in fase di separazione, ha trovato oggi al suo rientro a casa buona parte dell'abitazione praticamente distrutta ed ha accusato la consorte di essere responsabile dell'accaduto.

La donna, da parte sua, si trovava nella casa di una sorella con i tre figli. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, a provocare il danno sarebbe stata effettivamente la donna che, in assenza del coniuge, avrebbe incaricato un'impresa edile di demolire metà dell'abitazione che, benché ancora abitabile, non era ancora stata ristrutturata secondo un precedente progetto.

Come reazione l'uomo ha dato in escandescenze, minacciando a sua volta di incendiare la parte dello stabile risparmiata dalle ruspe e di appiccare il fuoco anche a se stesso. Dopo alcune ore i militari l'hanno convinto ad assumere un atteggiamento più razionale, informandolo della possibilità di denunciare la consorte per danneggiamento aggravato.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 18 Febbraio 2010, 22:52:46 pm
Incredibile campagna elettorale sexy a Praga

Ragazze nude per la campagna elettorale dell'ex ministro degli esteri ceco Karel Schwarzenberg e del suo partito Top 09 per le prossime politiche nelle Repubblica ceca a maggio. Sul sito www.kareljesexy.cz (karel è sexy) figurano 21 foto (riportate sotto) di ragazze topless o nude del tutto con sul seno degli adesivi con il volto di Schwarzenberg o una scultura che lo raffigura. L'ideatore della campagna e Lukas Grulich, un membro di Top 09 di Brno (Moravia), che ha invitato le simpatizzanti del partito a posare nude per la campagna di Schwarzenberg. Come compenso, le ragazze che hanno aderito hanno ottenuto i diritti gratuiti del dominio kareljesexy.cz. con relativo indirizzo elettronico. «Ne sono moderatamente entusiasta», è stato il commento di Schwarzenberg sul quotidiano Mlada fronta Dnes. Il che, come spiega il giornale, tradotto dalla lingua diplomatica del principe, vuol dire che lo ha gradito affatto. «E un uomo di una certa eta (73 anni, ndr), sicuramente cose del genere le capisce meno», si è difeso Grulich, dicendosi certo che le ragazze nude saranno di aiuto a Top 09 alle elezioni. A suo avviso, le foto introdurrano «almeno nella campagna una nota leggera». Il partito di centro destra Top 09 e stato fondato l'anno scorso e Scharzenberg ne è il leader. Nei sondaggi risulta al terzo posto dopo i socialdemocratici (Cssd) e i Civici Democratici.

Spoiler
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/de5d180367a901a1a7633549fc4cef0c__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/f53ecae4b615b416018e5ac88ddf2764__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/037d5797d712de8b3763aeeb01601234__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/cb1935d616fbb50dd6f2bcc4d009ddb9__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/3a5566556f9756bd2161579cbc365f7c__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/d3debae782e0ef7e44c47fb3cc924c5f__400_275_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/fbcd68a7c365895a51a79a3b2c42b486__400_290_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/214a60fe3134664a9214c11349fd9141__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/2150f4c3a992dcfa1b5039fd214e34aa__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/65830bf93b92623882258447ff6ca780__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/b467c67dd20098404ba0396d44e2848d__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/f8c061549cf56eeb94e3b62e05bee5b4__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/b7e3b25e75c2a4ec20e1d38c618931d9__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/ce2c717c6890f1a39de8ee7b9d72c6a5__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/0dc895f76df69886617a61306c08b59a__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/22a3b26c46298fe3a07020bac163bcee__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/cc89c25bcb33a3f04448b62dfdb3405e__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/91daa3198292ef7088654582d59c147b__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/bb8adb998365648a74f6d08d9787d76a__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/e826aadfe2f951110779faf8ce9f5887__400_400_fitwidth.jpg)
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/33fcd69209b7d503573396d2516e9af3__400_400_fitwidth.jpg)

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 18 Febbraio 2010, 22:56:59 pm
“Le mie tette sono troppo grandi, aiutatemi!”

Il seno di Yesica Johana Mejia, 16 anni, ha i giorni contati. La ragazza non esiterà a sottoporsi ad un intervento chirurgico che attende da un anno, da quando cioè il suo petto ha cominciato a crescere in maniera sproporzionata. Passeggia per le vie polverose del barrio Darío Echandía, di Neiva aggrappata a sua madre, Silvia Puentes, sopportando il penetrante sguardo di decine di uomini che la guardano con lascivia e la provocano con volgarità. “Tetota!” le gridano senza pietà, mentre lei si asciuga con la punta delle dita le lacrime che scorrono lungo le guance. Yesica, all’ ultimo anno del Colegio Técnico non sostiene più il peso del suo seno per i continui e lancinanti dolori alla colonna vertebrale e che rischiano di deviare il suo piccolo corpo in avanti. Alla prima visita specialistica le dissero che andava tutto bene, che non c’era niente di maligno, ma il seno continuò a crescere sempre più. Qualcuno le consigliò addirittura di perdere peso, ma come si può vedere la ragazza non è affatto grassa. Poi l’incontro con il chirurgo e la decisione di una mammoplastica riduttiva. Ma Yesica è fiduciosa, tra poco incontrerà Alberto Trespalacios, uno dei migliori chirurghi plastici della Colombia presso l’Ospedale Moncaleano Hernando di Neiva che sta cercando la soluzione per i suoi seni sporgenti, la cui dimensione non è supportata da nessun reggiseno normale.”Mi era stato detto che avrebbero potuto confezionarmene uno su misura – spiega la madre della ragazza – ma non era vero perché mia figlia è una taglia 50”.”È orribile – dice gridando – cresce ogni giorno di più”.

Spoiler
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/53d00695085dabf3676e952589d2832e__400_287_fitwidth.jpg)

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 18 Febbraio 2010, 23:00:35 pm
Donna sotto processo per avere violentato 10 uomini

Una donna, che la polizia ha identificato come “Valeria K.” è sotto processo in Russia per avere abusato sessualmente di 10 uomini. Gli abusi sarebbero tutti avvenuti nella cittadina di Tambov.

Il modus operandi della donna – una 32enne bruna di bella presenza – era ormai standardizzato: dopo avere fatto amicizia con gli uomini, li invitava nel loro appartamento, dove li drogava con della clonidina, “mettendoli a dormire” per quasi una giornata intera. A questo punto li svestiva e legava un laccio alla base del pene dell’uomo, allo scopo di mantenerlo eretto.

Gli uomini si svegliavano solo il giorno dopo, con sintomi di un avvelenamento da clonadina e spesso con lesioni sul pene. È stata proprio questa serie di ricoveri ad insospettire la polizia, che ha avviato le indagini arrivando ad identificare anche le 10 vittime. Ma non tutti si considerano tali: uno degli uomini ha rifiutato categoricamente di proporsi come parte lesa nel processo, spiegando che a lui “piacciono le donne focose” e che in fondo l’aggressione “era stato bella”, anche se ha spiegato che l’avrebbe apprezzata di più se non fosse stato drogato.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 18 Febbraio 2010, 23:03:51 pm
Ha ricevuto 35 reclami in appena 2 giorni: licenziato per troppi peti

Il The Sun dà notizia del licenziamento di un magazziniere presso un libraio di Burton-upon-Trent. Si tratta del Sig. Daniel Cambridge, 27 anni, cacciato per le troppe scoregge. La direzione ha agito così nei suoi confronti dopo avere ricevuto ben 35 reclami in appena due giorni per i terribili getti emessi dall’uomo.

Daniel Cambridge lavorava da settembre presso il magazzino del Centrum 100 Business Park, Burton-upon-Trent, Staffs, e aveva ottenuto questo lavoro tramite agenzia di lavoro Unipart che ora non commenta in alcun modo la notizia.

"Ho ricevuto prima una telefonata dall'agenzia che mi diceva di non presentarmi a lavoro e poi sono stato licenziato con una e-mail per il mio problema di flatulenza" e poi aggiunge "Sono stato licenziato per una mia disabilità, è come se avessero licenziato qualcuno perchè non ha un braccio o non ha una gamba" e poi spiega, mostrando il relativo foglio illustrativo ai fotografi, che la sua flatulenza dipende da un farmaco antidepressivo che gli è stato prescritto e che ha assunto nelle ultime tre settimane e dice: “Sono veramente deluso, non ci credo. Se fosse per una rissa capirei, ma per flatulenza E’ ridicolo!”

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 18 Febbraio 2010, 23:08:09 pm
Incredibile Google! Provate a scrivere "Alle do" e guardate i suggerimenti

Sta girando da qualche giorno su internet questa curiosità che riguarda Google, il motore di ricerca più famoso e utilizzato di internet. Spesso i suoi suggerimenti sono utili e confermano proprio quello che stai cercando, ma digitando "Alle do" con enorme sorpresa Google offre dei suggerimenti un pò particolari che noi vi proponiamo tramite questa foto (In questa foto Google ha cambiato il suo marchio in onore delle Olimpiadi invernali di Vancouver).

Spoiler
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/4b2a9a84e175487d91527acf89c8270e__400_276_fitwidth.jpg)

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 18 Febbraio 2010, 23:10:25 pm
Gli trapiantano il piede sinistro sulla gamba destra.

Patrick Morrison, 76 anni, dopo una brutta infezione partita dal suo alluce, aspettava di sottoporsi ad un trapianto alla gamba ma le cose non sono andate come ci si aspettava.

L'uomo dopo l'amputazione del piede destro aspettava il trapianto da 3 anni, speranzoso di poter un giorno ritornare a camminare. Per sua sfortuna però il medico che lo ha operato, il Dr. Malcolm Griffiths si è rivelato un incompetente.

La shockante scoperta è avvenuta solo 5 mesi dopo l'operazione. Il signor Morrison, ha dichiarato: "I paramedici che mi hanno portato a casa hanno visto che ero appoggiato troppo da un lato".

"Anche mia moglie e mia figlia lo hanno notato. Ho pensato che fosse solo una parte del processo e che dovevo abituarmi ad avere una protesi. Non ero preoccupato"

Quando però la moglie Alexia ha rimosso la protesi per cambiare i calzini si è capito l'errore, al posto del piede destro, i medici avevano trapiantato a Patrick un’altro piede sinistro. E come se non bastasse per ammissione dello stesso medico, all'uomo è stato trapiantato un piede numero 43 anzichè 41.

Il Dr. Griffiths è stato radiato dall'ordine dei medici britannici e dovrà rispondere per l'errore e per altri 10 casi anomali denunciati da altri pazienti.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 18 Febbraio 2010, 23:13:41 pm
Fa uno scherzo alla madre, lei gli spara

L’emittente WISN TV, di Milwaukee, USA, riferisce un fatto di cronaca che sottolinea l’opportunità di trattare sempre la propria madre con il dovuto riguardo. Si tratta del caso di un giovane di 21 anni – il cui nome non è stato divulgato – che, pensando di fare uno scherzo alla mamma, si è appostato dietro casa col passamontagna per fingere di rapinarla come rientrava dalla spesa. La signora però, allo spuntare del presunto rapinatore, ha tirato fuori dalla cintura una 357 magnum e ha cominciato a sparare, colpendolo almeno due volte. Il giovane è stato ricoverato d’emergenza e non si hanno notizie delle sue condizioni. E’ riuscito comunque a confermare agli agenti la natura “innocente” della sparatoria. La madre resta invece agli arresti. Pare la sua arma avesse pure il numero di serie cancellato…
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 18 Febbraio 2010, 23:17:08 pm
Cammello tenta di fare sesso con una donna e la uccide

Si è conclusa con una tragedia la bizzarra idea di regalare un cammello a una 60enne australiana. Colto probabilmente da un raptus sessuale, l'animale ha infatti assalito e ucciso la donna calpestandole la testa e schiacciandola con il suo peso. Il fatto è avvenuto in un allevamento di ovini e bovini della famiglia della vittima, nei pressi della cittadina di Roma in Queensland, 500 km a ovest di Brisbane.

Cosa abbia spinto il giovane cammello di 10 mesi a gettare a terra e ad assalire la 60enne, per ora, rimane ancora un mistero, ma tutto sembra far pensare a un tragico tentativo di accoppiamento. "Forse voleva solo giocare, ma sembra che il comportamento fosse sessuale", ha spiegato con un certo imbarazzo e titubanza il sergente di polizia di Roma, Craig Gregory, durante la ricostruzione dell'accaduto.

Non ha invece alcun dubbio sulla dinamica dei fatti l'esperto di cammelli Chris Hill, che da 20 anni offre ai turisti viaggi in groppa ai cammelli. "L'animale ha avuto un comportamento di natura sessuale - ha spiegato - In genere gli esemplari giovani non sono aggressivi, ma diventano pericolosi se sono trattati come animali di compagnia, senza una ferma disciplina. La donna lo aveva allevato come un cucciolo, e il cammello beveva ancora da un grosso biberon che la donna gli porgeva".

Il cammello, del resto, non era nuovo ad atteggiamenti equivoci e molto focosi. Nel tentativo di montarla, in passato l'animale aveva infatti quasi schiacciato più volte anche una capra, anch'essa componente del piccolo zoo che la donna amava allevare.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 18 Febbraio 2010, 23:21:04 pm
Fermato per un controllo bacia in bocca il cane poliziotto, arrestato

Un australiano di 25 anni, la cui identità non è stata divulgata dalle autorità locali, è stato arrestato dalla polizia in quanto responsabile di aver prima palpeggiato e poi baciato in bocca un cane antidroga in servizio. Il povero Bodie, questo il nome del cagnone, opera da tempo nella giurisdizione di Santa Maria ma mai avrebbe immaginato di subire un tale affronto. Stando a quanto riportato sulle pagine del Rouse Hill Times, il 25enne sarebbe stato fermato all’uscita di un pub.

Spray urticante contro l'aggressore - “Il cane poliziotto - ha detto l’ispettore capo Wayne Murray - è considerato al pari di un qualsiasi agente umano”. E’ per questo motivo che i suoi colleghi, vista l’insolito e aggressivo comportamento, sono intervenuti irrorando l’aggressore di Bodie con una massiccia dose di spray urticante al peperoncino.

Presto a processo - Il prossimo 25 febbraio il 25enne dovrà presentarsi davanti al giudice e rispondere delle accuse di resistenza all’arresto e aggressione a pubblico ufficiale.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 18 Febbraio 2010, 23:23:42 pm
Ladro sbadato, dopo rapina si nasconde in una stazione della polizia

L’uomo, un 26enne la cui identità non è stata ancora divulgata, dopo aver effettuato un colpo ai danni di un piccolo negozio di alimentari, è scappato per poi nascondersi all’interno di una stazione della polizia.

Una fuga mal pianificata - L’insolito personaggio, che avrebbe sottratto dall’esercizio commerciale soltanto una bottiglia di grappa, qualche stecca di sigarette e delle pastiglie per la tosse, si è accorto del proprio madornale errore quasi subito: cinque minuti dopo esser entrato nella centrale si è dato nuovamente alla fuga.

Incastrato dalle telecamere a circuito chiuso della stazione di polizia - Sfortuna ha tuttavia voluto che stavolta i suoi movimenti fossero ripresi dalle telecamere a circuito chiuso del commissariato, immagini che hanno poi permesso agli agenti di riconoscerlo e ricollegare a lui il reato commesso poco lontano. Stando a quanto riferito dalle autorità, l’uomo, catturato poco dopo, era in evidente stato di ebbrezza. Ora si trova in carcere e attendere di esser processato per taccheggio e resistenza all’arresto.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 18 Febbraio 2010, 23:25:59 pm
Dubai, sotto il “niqab” barba e occhi strabici: annullato il matrimonio

Matrimonio cancellato perché la sposa, sollevato il niqab si rivela strabica e barbuta: l’episodio è accaduto a Dubai dove un ambasciatore arabo si è rivolto al tribunale per ottenere l’annullamento della promessa di nozze ed un risarcimento per danni morali. Lo riferisce il quotidiano Gulf News.
Il diplomatico, del quale non sono state rese note le generalità, ha sostenuto di essere stato raggirato dalla madre della sposa che aveva fornito a sua madre le foto di un’altra figlia. Nel matrimonio tradizionale arabo i primi approcci e accordi vengono infatti combinati dalle madri dei potenziali fidanzati prima e sposi poi.
L’uomo aveva incontrato la promessa sposa in sporadiche occasioni durante le quali questa era rimasta celata dietro il niqab, scostandolo dal volto solo parzialmente. Il giorno delle nozze ha però dovuto sollevarlo, rivelando le imperfezioni.
Il giudice che ha esaminato il caso ha concesso l’annullamento dell’unione ma non la restituzione di regali e gioielli (per un valore di circa 100mila euro) donati alla donna durante il fidanzamento.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 19 Febbraio 2010, 23:10:30 pm
Incredibile, donna protesta e il servizio clienti gli manda un sms con su scritto "**censured**"

Non sempre il servizio clienti di un'azienda è gentile e accomodante con le persone che chiamano, magari per protestare. Ma pensate un po' come deve essersi sentita una donna australiana, di Wanganui, che ha ricevuto un sms di insulto, da un centro di assistenza della compagnia dei telefoni Telecom. "**censured**, cliente", il testo del messaggio, partito dal call center e inviato presumibilmente da una dipendente stanca e anche arrabbiata.

A suscitare le sue ire, una serie di proteste della cliente relativamente ad alcuni sms recapitati in ritardo. Il caso è stato sollevato da un'emittente radiofonica, alla quale Vanessa, l'utente insultata, ha raccontato la sua storia. La Telecom, da parte sua, ha aperto un'indagine, volta ad accertare da quale telefono sia partito quel messaggio.

"I nostri operatori - si è intanto limitato a dire un portavoce della compagnia - rispettano degli standard elevatissimi, e questo genere di comportamento equivale ad una grave violazione del nostro codice".

Spoiler
(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/e96fe8ebef3854ec495fa413bd105bd4__300_222_fitwidth.jpg)


Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 03 Marzo 2010, 22:27:34 pm
Aggiorna il profilo su Facebook indicando dove e quando trovarlo: arrestato latitante

Se amate i social network ma siete ricercati dalla polizia è bene che evitiate di aggiornare le informazioni personali del vostro profilo, quelle che, per intenderci, possono portare le forze dell’ordine a bussare alla porta del vostro nuovo nascondiglio per poi condurvi in galera. La stragrande maggioranza dei criminali, sfortunatamente, non è così stupido eppure qualche caso isolato che non conosce le regole basilari della latitanza evidentemente esiste. Negli Stati Uniti la polizia è riuscita ad arrestare un ricercato proprio grazie alla sua scarsa arguzia.

Chris Crego, questo il nome del criminale newyorchese sul cui capo pendeva un mandato d’arresto per aggressione privata e rissa, è stato preso mentre, seduto comodamente in una poltrona all’interno del suo rifugio segreto, socializzava con degli amici su Facebook. “Per catturarlo non abbiamo dovuto far niente di straordinario - ha detto Richard Podgers, capitano della polizia di Lockport (New York) -. Gli agenti hanno semplicemente cercato il suo nome su Internet e si sono imbattuti sulle sue pagine di Facebook e MySpace”.

Il ricercato, convinto di esser troppo furbo per esser arrestato, aveva compilato il proprio profilo inserendo tra le tante informazioni anche l’indirizzo del nascondiglio, il nome e l’ubicazione dell’azienda in cui lavorava, situata nell'Indiana, e gli orari di reperibilità. Gli agenti, non avendo giurisdizione nell’Indiana hanno dovuto consegnare i dati ai colleghi e aspettare che questi arrestassero per loro il ricercato. Crego, che ora si trova in carcere, verrà processato il prossimo 5 aprile.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 03 Marzo 2010, 22:29:57 pm
Tenta il suicidio dal 6° piano, bambola gonfiabile lo salva

La testata China Smack riferisce di un residente di Shanghai, tale Sig. Yang, di 50 anni, la cui vita è stata salvata dalla sua bambola gonfiabile. L’uomo, un vedovo in preda a una crisi depressiva, ha tentato il suicidio, lanciandosi insieme con l’unica “donna” rimasta nella sua vita dal sesto piano della palazzina dove abita. La fortuna ha voluto però che lui atterrasse sopra il fantoccio che, scoppiando fragorosamente, ha notevolmente attutito impatto. I vicini, che in un primo momento avevano pensato di essere testimoni di un doppio suicidio di tipo convenzionale, hanno paragonato il rumore allo scoppio di un pneumatico. Yang se l’è cavata con due costole rotte e qualche escoriazione. La sua amica di plastica però è stata ridotta a brandelli.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 03 Marzo 2010, 22:35:57 pm
Sparatoria: la protesi al seno le salva la vita!

Lydia Carranza deve la vita al suo seno. La donna si era sottoposta a un intervento di chirurgia plastica per aumentare le dimensioni del suo decoltè anni fa. Il silicone sembra averla salvata lo scorso luglio durante una sparatoria nel suo ufficio. Un uomo armato voleva uccidere una collega della Carranza che si trovava nel posto sbagliato al momento sbagliato. Ma la pallottola è stata arrestata dalle protesi. "Se non avesse avuto gli impianti, forse non sarebbe viva adesso" dichiara il suo chirurgo plastico al Los Angeles Times. I frammenti del proiettile si sono fermati a pochi millimetri dal cuore e da altri organi vitali. Un ex poliziotto del dipartimento di Los Angeles non conferma totalmente le dichiarazioni del chirurgo, ma obbiettivamente non nega che il seno abbia decisamente attutito il colpo, rallentando la velocità della pallottola. Adesso Lydia Carranza cerca un chirurgo plastico per sostituire la protesi danneggiata. Ma conserverà quel pezzo di silicone che le ha salvato la vita.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 03 Marzo 2010, 22:38:19 pm
Ladro si intrufola in carcere per fare sesso con la ragazza

Il bisogno di sesso può anche portare un uomo a rinchiudersi in carcere. E' stato così per il 33enne Daniele Eberhardt, che è arrivato a intrufolarsi in una prigione tedesca, nella città di Bielefeld, pur di trascorrere svariate notti infuocate con la ragazza. Ora rischia di rimanere in carcere, visto che è stato denunciato dalla polizia.

Il ragazzo, un ladro incallito, ha ripetuto l'operazione per più notti, scavalcando ogni volta una recinzione neanche troppo bassa. Nel farlo, è sempre riuscito a non farsi notare dalla sorveglianza. Per aprire le porte, ha usato la riproduzione di una chiave. Il tutto è andato avanti per circa un mese, nel corso del quale le compagne di prigione della sua fidanzata sono state "intrattenute" dai lamenti della coppia a letto. I rumori sono diventati però così molesti, che alla fine le altre prigioniere hanno fatto la spia alle guardie carcerarie. "Sembrava di assistere ad un film porno", ha detto una di loro.

L'uomo è stato colto in flagranza di reato e denunciato: dovrà comparire di fronte ai giudici, che decideranno se rispedirlo in carcere. Senza la fidanzata.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 03 Marzo 2010, 22:41:02 pm
Ubriaco si fa trainare da un cavallo e si ribalta con il camion

L’inglese Metro UK riferisce dell’incriminazione del contadino polacco Leszek Stepien, di 62 anni, per la conduzione in stato di ebbrezza di un camion e di un cavallo – simultaneamente. L’avventura dell’uomo è iniziata quando, trovando il veicolo in panne, ha deciso di utilizzare il suo cavallo per trainarlo dal meccanico. Aveva però bevuto qualche goccia di troppo ed è riuscito prima a scontrarsi con un auto e poi a finire sul guardrail, rovesciando il mezzo sulla strada. Secondo i testimoni, quando è stato estratto dall’abitacolo è sceso urlando al cavallo: “Questo è tutta colpa tua!”

(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/d340ce43c28be136991359ad3ac0945f__400_225_fitwidth.jpg)

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 03 Marzo 2010, 22:45:10 pm
Distrugge la casa per non darla al fisco

Un uomo ha distrutto in Ohio a colpi di bulldozer la sua abitazione, valutata 350 mila dollari, per impedire che diventasse proprietà della banca con cui era indebitato. Terry Hoskins aveva problemi sia con il fisco che con la banca dalla quale aveva ottenuto un prestito offrendo come garanzia il valore della sua abitazione. L'uomo, proprietario di un negozio di tappezzeria a Moscow (Ohio), dopo una lunga battaglia per salvare la sua attività commerciale e la sua abitazione infine si è arreso. Ha preso un bulldozer ed ha raso al suolo la sua casa che stava per essere sequestrata dalla banca. «Non ne potevo più di dare soldi agli avvocati», ha spiegato
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 03 Marzo 2010, 22:56:03 pm
Coppia arrestata perchè torna insieme

SPAGNA - Una coppia di sposi è stata arrestata in Spagna perché sono tornati assieme. La coppia infatti aveva litigato (a dir poco) circa un anno prima, tanto da spingere il giudice a condannare l'uomo per violenza domestica, e aggiungere alla condanna l'obbligo di tenersi ad almeno 500 metri di distanza dalla moglie. Dopo il primo periodo di separazione, però, sembrerebbe che i due abbiano ricomposto le loro divergenze. Ma il giudice non è stato commosso da questo lieto fine, quando i due sono stati trovati assieme dalla polizia. L'uomo è stato condannato a sei mesi di prigione per aver violato l'ordinanza del giudice, e la donna, che aveva testimoniato che erano assieme di comune accordo, è stata condannata a quattro mesi come complice nell'infrazione.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 22:26:06 pm
Usa il suo account di Facebook: figlio denuncia la madre

Madre e figlio in tribunale, l’una contro l’altro, per volere del figlio sedicenne di nome Lane. L’accusa che il ragazzo muove alla mamma, Denise New, è di intrusione informatica sul proprio profilo Facebook, modifica di password e diffamazione a mezzo Internet. In poche parole: molestie.
AMMISSIONI – Denise New riconosce di aver cambiato le password, mossa dal buon intento di bloccare l'accesso al social network, e anche di aver scritto tre o quattro post, ma non di aver dovuto fare dell'hacking, in quanto il figlio aveva dimenticato di fare il logout dopo aver usato il computer materno. Ma i motivi veri dell’insinuazione della donna nell’identità sociale del figlio nascono da una telefonata a Denise da parte di un amico di Lane, preoccupato per le intemperanze del giovane a seguito di una storia sentimentale turbolenta.

PREOCCUPAZIONI MATERNE - Pare che Lane, a quanto dichiarava egli stesso in un post su Fb, avesse guidato una notte alla velocità di 150 Km/h, evidentemente turbato dopo un litigio con una ragazza. È probabile insomma che la signora New abbia iniziato a sospettare della vita sociale del ragazzo e, indotta in tentazione dal profilo del figlio aperto sul pc e servito su un piatto d’argento, non abbia resistito a intervenire, motivata probabilmente dalla preoccupazione e dalla convinzione che il social network non fosse cosa buona e giusta (da qui l’idea di bloccarlo): «Credevo di essere perfettamente in diritto di farlo. Ho letto cose che avrebbero fatto rabbrividire chiunque. E ciò nonostante lo perdonerò per avermi accusato di molestie».

IL PROFILO FACEBOOK SECONDO LANE – Lane, dal canto suo, non sembra disposto a perdonare, ferito non solo dall’idea di essere stato spiato, ma addirittura calunniato dalla genitrice. E se l’amore materno è incondizionato, quello filiale non dimostra in questo caso molta comprensione. Del resto il fine che giustifica i mezzi è una vecchia scusa e Lane si è sentito probabilmente violato nella sua identità profonda, mentre Denise ha reagito alla convocazione in tribunale mostrando grande sbigottimento, evidentemente sorpresa che un profilo Facebook possa essere vissuto da un adolescente come qualcosa di così privato e profondo.

CONTROLLO E PRIVACY – Il confine tra esigenze di controllo genitoriale e diritto alla privacy da parte dei minori è sempre più sbiadito, ma la vicenda giudiziaria, svoltasi nella cittadina di Arkadelphia in Arkansas, crea un precedente importante nello stabilire fino a che punto un padre o una madre possano monitorare i propri pargoli. Al di là di Facebook e degli account violati, madre e figlio avevano comunque un rapporto con precedenti complicati. Denise e Lane infatti non vivevano insieme: il ragazzino era stato affidato alla nonna, poiché la madre aveva avuto problemi mentali dopo la separazione dal marito. E mentre il giovane si è riaperto un account sul social network, la prima udienza (fissata per il 12 maggio) deciderà chi ha ragione e spiegherà anche quanto c’entri Facebook in questa storia di incomprensione generazionale.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 22:27:42 pm
Impiegato comunale vede 780mila siti porno in 9 mesi, gli tagliano lo stipendio


Un impiegato comunale di 57 anni della città giapponese di Kinokawa è riuscito a visitare oltre 780.000 siti porno in nove mesi dal computer dell’ufficio, una media di 10.000 pagine al giorno, venti al minuto. Il comune non lo ha licenziato, ma lo ha degradato e gli ha ridotto lo stipendio di 190 dollari.

L’impiegato è stato scoperto solo quando un virus ha infettato il suo pc e i superiori hanno fatto fare un controllo sui siti visitati. Un funzionario del comune ha spiegato che nessuno si era accorto di nulla perchè ogni postazione di lavoro è separata dalle altre. Lo scorso luglio l’impiegato aveva raggiunto il suo record, riuscendo a visitare 177.000 siti porno in un mese.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 22:30:40 pm
Cile: Uomo assunto come "collaudatore" di prostitute


La rivista Revista Don Juan riporta un caso decisamente curioso: Un modello Jamie Rascone ex DJ è stato assunto per fare un lavoro che molti italiani sognerebbero di fare, lui si occupa del "controllo di qualità" in un bordello VIP di Santiago del Cile dove la prostituzione è legalizzata.

Rascone stava scrivendo una storia sulla rivoluzione sessuale nel paese quando è stato contattato dalla responsabile del bordello, una certa Fiorella Companionos, sembra che far parte di questo bordello sia tutt'altro che semplice, le aspiranti lavoratrici del bordello devono superare diverse prove come quella fotografica, test psicologici e colloqui. Le ragazze che hanno superato brillantemente queste prove devono superare "il colloquio finale" e qui subentra il lavoro di Rascone, la sua professione è quella di "testare" le ragazze e mandare un rapporto dettagliato alla responsabile del bordello Madame Fiorella


Quasi quasi me ne vado in cile :asd:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 22:32:25 pm
Fa carburante completamente nudo per protestare contro il caro benzina


Un automobilista tedesco ha inscenato una protesta contro i prezzi elevati del carburante a Pasqua, facendo benzina completamente nudo.

L'uomo è arrivato in una Renault Scenic al distributore di benzina Shell in autostrada A9 a Bad Klosterlausnitz, in Germania, con indosso solo un paio di scarpe nere.

Il proprietario della stazione di benzina Frank Hollmotz ha detto: "E' sceso dalla vettura non curandosi delle telecamere a circuito chiuso e ha fatto rifornimento - è entrato nel negozio per pagare e poi è tornato alla macchina ed è ripartito".

Il proprietario ha dichiarato che non si è sentito minacciato dalla protesta dell'uomo e non ha quindi chiamato la polizia.

Ci sono state molte proteste in Germania contro le compagnie petrolifere accusate di aumentare il prezzo della benzina nell'occasione delle vacanze pasquali

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 22:37:43 pm
Tradì il marito: per 4 anni tinge i capelli al figlio per non farsi scoprire


Per quattro anni una giovane donna russa ha tinto i capelli rossi di suo figlio per nascondere al marito la vera paternità del piccolo, avuto con un amante. La storia, dai risvolti imprevisti, è raccontata oggi dal tabloid Komsomolskaia Pravda. Masha, questo il nome di fantasia di una donna della repubblica di Baschiria, ai confini con gli Urali, non aveva perso tempo quando il suo fidanzato era partito verso il Nord per motivi di lavoro ed era rimasta incinta nella relazione avuta con un nuovo partner 'pel di carota'.

L'amante avrebbe voluto sposarla, ma lei preferì restare accanto al fidanzato, con il quale poi partì per il Nord, dove si sposò e nacque il bimbo. Non trovando di meglio, in ospedale la donna usò del mascara per scurire i pochi ciuffi rossi del neonato e non insospettire il marito, un uomo dai capelli castani. Poi, per quattro anni, usò della tinta ma con il tempo cominciò a tradirsi. Dapprima trascurando l'operazione di tintura, che lasciò trapelare qualche capello rosso, poi dimenticando una confezione di colore, subito scoperta dal marito. "E' di una mia amica", tentò di giustificarsi.

Ma ormai l'uomo aveva capito e chiese il divorzio. Masha decise allora di tornare in Baschiria e di chiedere aiuto finanziario al vecchio amante. "Vedi, è tuo figlio, mi devi aiutare", disse. L'uomo si intenerì di fronte alla vista di quel figlio che gli assomigliava anche nel colore dei capelli e decise di fargli da papà a tutti gli effetti. Lei, però, ha nascosto le foto nelle quali il bimbo appare con i capelli tinti.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 22:40:26 pm
Ha le tette enormi e rischia di soffocare il suo compagno a letto


Mamma di tre bambini, Claire porta la 40LL di seno (equivalente ad una sesta abbondante). Durante il rapporto sessuale Claire è andata in panico, nel momento in cui si è alzata si è accorta che il suo compagno Steven aveva problemi respiratori.

In una video intervista esclusiva con il News of the World, la donna ha rivelato come Steven solitamente amava essere soffocato dal suo seno.

"Ho visto Steven agitarsi, ma ho pensato che lo facesse perchè era eccitato e così ho proseguito, ma dopo pochi minuti mi sono accorta che era completamente immobile e sembrava non respirare"

"Ero nel panico e stavo per chiamare il 999 quando per fortuna ha ripreso a respirare. Era davvero intontito, come se fosse in trance, dopo un pò di tosse si è seduto e si è ripreso, solo allora mi sono tranquillizzata"

Sempre al News of the World Steven ha dichiarato:
"Ho pensato veramente di morire, ho tentato di dare uno schiaffo a Claire per farla scendere ma lei deve aver frainteso il mio gesto e ha continuato".

Steven ha avuto davvero tanta paura, dopo questo episodio non è più riuscito a fare sesso con la sua compagna.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 22:43:03 pm
Carcere: fanno un figlio attraverso un BUCO nel Muro


Nell'aprile del 2003 una coppia di detenuti Seylan e Kadriye hanno avuto un figlio tra le mure della prigione, il fatto curioso è riportato dal giornale Vatan al Hurriyet.
I due amanti hanno fatto un buco di nove centimetri nel muro che divide le loro celle e da li "consumavano" i loro rapporti sessuali.
La storia si è conclusa con una nuova condanna, i due amanti hanno accumulato altri 4 mesi di condanna e sono stati costretti a pagare una multa di 42 euro per "danneggiamento di Pbene pubblico" vale a dire il piccolo buco scavato tra le mure della prigione.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 22:48:52 pm
Sorpresa!!! (http://notizieincredibili.scuolazoo.com/incredibile/la-classifica-dei-migliori-sederi-dell-anno) :asd:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 22:51:51 pm
Strano gioco sessuale: Infila la testa nel preservativo e muore soffocato


Gary Ashbrook è stato trovato nudo sul suo letto con in testa un preservativo e con accanto a tre lattine vuote di protossido di azoto probabilmente usato per gonfiare il contraccettivo.

Gary Ashbrook aveva 31 anni e secondo le dichiarazioni del suo coinquilino Michael Young, da circa 2-3 mesi sperimentava questo bizzarro metodo che gli portava a una gratificazione sessuale con del gas esilarante, Gary era venuto a conoscenza di questa tecnica grazie ad amici che aveva conosciuto online. 

Un esame post mortem ha rivelato che il sig. Ashbrook, che era sieropositivo da sette anni, è morto per asfissia.

Il coroner ha registrato la morte come una morte accidentale e in tribunale ha dichiarato che l'uso prolungato di protossido di azoto può essere dannoso come una qualsiasi droga e può provocare incidenti pericolosi.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 22:54:02 pm
Uomo tenta suicidio infilandosi un grosso cetriolo su per l'ano


L’inglese The Sun – sempre attento agli usi e costumi dell’Oriente – riferisce del tentativo di suicidio operato dal Sig. Chin Wei, 62 anni di Hong Kong, che avrebbe tentato di ammazzarsi inserendo forzatamente un grosso cetriolo su per l’ano. L’uomo ha dichiarato ai soccorritori di considerare la procedura una variante dell’hara-kiri, il rituale con cui si davano la morte i samurai giapponesi – solitamente compiuto però con una spada anziché una verdura. Ad ogni modo, Chin è stato trovato dalla figlia in “un lago di sangue” e accompagnato in ospedale, dove i medici hanno determinato che lo strappo inflitto al tessuto anale non era tale da costituire una minaccia per la vita.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 22:55:56 pm
Non sa dove guardarsi i film porno, usa la tv della chiesa

Protagonista di questa bizzarra vicenda, un uomo 55enne di Ames nello Iowa America. L’uomo a quanto pare non sapeva proprio dove andare a guardare la collezione di film porno che aveva con se e avrebbe deciso di andare a guardarli sulla televisione della chiesa Cristiana vicino a casa sua.

L’uomo si sarebbe intrufolato all’interno della chiesa giovedì notte dove avrebbe raccattato qualche oggetto per costruirsi un riparo per la notte nel seminterrato dell’edificio; dopodichè avrebbe acceso la televisione della sala video della chiesa e avrebbe iniziato a guardare dei film porno che aveva portato con sè.

A scoprirlo sono stati i ragazzi del gruppo prescolastico che dopo aver notato la mancanza di alcuni oggetti dalla chiesa, hanno sentito alcuni rumori provenire dal seminterrato e hanno chiamato la polizia.

Quando gli agenti sono arrivato sul luogo hanno trovato l’uomo mentre cercava di scappare portando con se un sacco con all’interno oggetti elettronici, utensili da cucina, cibo e uno schermo LCD da 26 pollici, tutti rubati all’interno della chiesa.

Non sappiamo che fine abbia fatto l’uomo, molto probabilmente è ancora in carcere con l’accusa di furto. Quello che mi chiedo è: ce l’avranno una tv con il videoregistratore nella prigione?

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 23:00:30 pm
Chiama la polizia perché il bagno puzza dopo che suo marito lo ha “visitato”


La polizia di Wairoa, Nuova Zelanda, si è trovata a rispondere ad una chiamata di emergenza piuttosto insolita. Infatti, hanno ricevuto una telefonata da parte di una donna, che però ha quasi subito riattaccato. La polizia ha rintracciato la chiamata e si è recata sul posto, pensando ad una possibile aggressione, ma quando sono arrivati si sono trovati di fronte ad una situazione insolita.

Infatti, la donna, una 51enne di cui non è stato diffuso il nome, si è lamentata con gli agenti per il fatto che il marito non aveva usato il deodorante dopo aver utilizzato il bagno, lasciandolo così non proprio piacevole da utilizzare. Gli agenti hanno comunque mediato tra i due coniugi, e li hanno riportati alla pace.

Nonostante la donna non sia stata denunciata per abuso del servizio di emergenza, la polizia si è dichiarata piuttosto seccata per l’utilizzo che alcune persone fanno del numero di emergenza: solo poche settimane prima, un’altra donna aveva chiamato perché voleva aiuto per non partecipare al matrimonio di un parente.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 23:02:41 pm
Non riesce a conquistare le donne e fa causa al deodorante Axe


Lo slogan del deodorante in questione ultimamente recita così: “irresistibile come il cioccolato”. Se lo usi dunque le donne dovrebbero caderti ai piedi: un successo assicurato!
È solo una trovata pubblicitaria, eppure forse qualcuno ci crede davvero.
È successo a Vaibhav Bedi, un indiano di ventisei anni che ha deciso di citare per danni la nota casa produttrice di deodoranti.

Il motivo è semplice: dopo aver usato per anni il deodorante in questione si ritrova con il letto vuoto e senza donne. Questa situazione l’ha portato in uno stato di “depressione e danni psicologici". E la sua richiesta di risarcimento alla casa di produzione è di 28 mila euro… che siano tutti i soldi che ha speso in deodoranti nel corso degli anni?
“L’azienda mi ha frodato, ha dichiarato il protagonista della vicenda, perché nelle pubblicità dicono che sarai attraente per le donne se lo usi", si è difeso il ventiseienne. Non è diventato sexy nè attraente, e non è riuscito a fare sesso con nessuna donna in questi anni, è comprensibile che sia depresso.

La Corte di Nuova Delhi ha ordinato l’analisi forense dei prodotti dell'azienda in questione, e in attesa di un verdetto il povero Vaibhav Bedi continua a essere solo e sconsolato: neanche il deodorante gli ha cambiato la vita!
"Invece", ha detto, "l'ho usato per sette anni, ma non mi si è avvicinata nessuna ragazza". C’è qualche volontaria che si offre per rincuorarlo? Fatevi avanti, e magari portategli un dono un deodorante nuovo.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 23:09:57 pm
Non resiste alla badante, a 80 anni la mette incinta


I parenti di un pensionato benestante di ottant'anni, originario di Sommatino, centro a 20 km da Caltanissetta, hanno annunciato che porteranno avanti una battaglia legale. Tutto è nato dopo che l'anziano si è infatuato della propria badante romena, al punto da metterla incinta. L'ottantenne, che ha già una moglie, dei figli legittimi e dei nipoti, non è riuscito a contenere la propria passione di fronte ad una donna di 35 anni, che era stata assunta proprio dai familiari per accudirlo e svolgere le mansioni domestiche. Dalla passione fra i due è nato un bel bimbo. Il fatto è divenuto di pubblico dominio quando i parenti della donna, e la stessa puerpera con in braccio il pupo, si sono resi protagonisti di una spedizione sotto casa del genitore ottantenne, reclamando i propri diritti. Non si sa cosa volessero ottenere, se un riconoscimento ufficiale o un indennizzo, ma nel frattempo i parenti dell'ottantenne si sono già rivolti ad un avvocato per tutelarsi.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 23:13:20 pm
Ha il singhiozzo per 68 anni. Quando gli passa, lui muore


Tra i protagonisti indiscussi del libro dei Guinness dei primati c’è sicuramente lo statunitense Charles Osborne entrato a farvi parte per aver avuto il più lungo attacco di singhiozzo mai registrato. Al signor Osborne il singhiozzo arrivò un giorno del lontanissimo 1922, mentre, nella sua tenuta nello Iowa, sollevava un maiale per portarlo al macello. Il singulto continuò, dapprima con un ritmo folle (40 colpi al minuto) poi più lentamente (20 colpi) fino al 1990. Avete letto bene: 68 anni di sussulti, da quando era presidente Warren Hardy fino a Bush padre e all'invasione del Kuwait; da prima che inventassero la bomba atomica a dopo le firme dei trattati di non proliferazione nucleare tra Usa e Urss.

430 MILIONI DI SUSSULTI - In questo interminabile periodo di tempo, ritmato dagli spasmi di Osborne, si stima che il malcapitato abbia sussultato 430 milioni di volte. Non si sa - purtroppo - per quale motivo abbia smesso. Si sa solo che un anno dopo l'ultimo singhiozzo Osborne è morto, alla bella età di 97 anni. La cosa avrebbe dell'incredibile se non fosse per le rigide regole che determinano l'accettazione dei record e che non ammettono grossolani errori.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 23:16:14 pm
Sbaglia bus, torna a casa dopo 25 anni


BANGKOK - Sbagliare autobus può costare caro. E costringere il malcapitato, o la malcapitata come in questo caso, a un esilio forzato di ben 25 anni, al vagabondaggio e anche all'arresto. Jaeyaena Beurraheng, malese, oggi 76enne, venticinque anni fa era andata a trovare degli amici in Malaysia. Jaeyaena fa parte di una minoranza musulmana dell'estremo sud della Thailandia e che non parla il thailandese, dettaglio fondamentale da tener presente. Salutati tutti, era salita sull'autobus che pensava, senza poter leggere la destinazione essendo analfabeta, la dovesse riportare a casa, nella provincia di Narathiwat. Ma il destino era stato inclemente, e la signora, all'epoca cinquantenne, si era ritrovata a Bangkok, 1200 chilometri a nord del suo paese.

Accortasi dell'errore, era salita su un altro autobus, di nuovo senza poter leggere la destinazione né chiedere informazioni a qualcuno perché nessuno, nel nord della Thailandia, capisce il malese. E si era ritrovata ancora più lontana da casa, a Chiang Mai: aveva percorso altri 700 chilometri in direzione nord. Insomma, invece di dirigersi a sud, la signora si era inoltrata sempre più verso settentrione. Nessuno con cui comunicare, nessuna possibilità di inviare lettere o altro a casa perché la penna non le era familiare, e Jaeyaena aveva dovuto rassegnarsi.

Per cinque anni aveva vissuto come una vagabonda, mendicando il cibo e dormendo all'aperto. Poi, quasi che la sorte si fosse accanita contro di lei, era stata anche arrestata e condotta in un centro di accoglienza per senzatetto. Stiamo parlando del 1987. Nel centro la poveretta era stata creduta muta, e abbandonata a se stessa. Poi, venti anni dopo, il colpo di scena. Un giorno, indecisa se fossero quelle vocine che ogni tanto i malati di mente credono di sentire, o la realtà, Jaeyaena ha l'impressione che qualcuno stia parlando il suo idioma. E ha ragione: sono tre studenti musulmani di Narathiwat, che lavoravano nella struttura.

Lei piange, ride, è fuori di sé, e corre loro incontro balbettando frasi sconnesse che imparerà a ricucire: 25 anni senza spiccicare una parola fanno dimenticare come si mette insieme una frase di senso compiuto. Superato lo stupore per la scoperta incredibile, gli studenti spiegano tutto ai responsabili del centro di accoglienza, e finalmente, dopo un quarto di secolo, la donna viene riportata a casa dove finalmente può riabbracciare i suoi otto figli, stringendo a sé anche i tanti nipotini che in quei lunghi anni si erano affacciati al mondo.

"Solo nel momento in cui i tre ragazzi in abiti musulmani l'hanno incontrata e lei ha cominciato a parlare, abbiamo capito che la donna non era muta", ha detto Jintana Satjang, direttrice del centro. La sfortuna di Jaeyaena Beurraheng, l'origine della sua assurda odissea, è stata quella di abitare in una delle tre regioni del sud del paese, annesse alla Thailandia un secolo fa, e che nonostante l'annessione, hanno mantenuto la loro peculiarità culturale. L'otto per cento dei loro abitanti è di religione musulmana e parla malese come prima lingua. E prende l'autobus molto raramente per dirigersi verso nord.

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 09 Aprile 2010, 23:19:41 pm
Donna tedesca chiama la polizia per un rumore sospetto: E' il suo vibratore


Una donna tedesca dopo un persistente rumore proveniente dalla sua abitazione, in preda al panico chiama la polizia pensando ad un intruso. All'arrivo della polizia il rumore sospetto si è rivelato un vibratore che la signora custodiva nel cassetto.

Secondo quanto riferito, il rumore era così forte che l'operatore del centralino è stato in grado di sentirlo per telefono e immediatamente la polizia ha inviato una pattuglia per accertamenti.

Un comunicato della polizia ha dichiarato: "Dopo alcuni minuti abbiamo capito che il rumore sospetto proveniva da un cassetto dell'armadio e con il permesso della signora lo abbiamo aperto, all'interno sotto i vestiti vi era un vibratore acceso usato probabilmente poco prima dalla signora, chiaramente alla vista dell'oggetto la faccia della signora ha cambiato colore". 

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: THOR - 26 Aprile 2010, 22:25:26 pm
Sonnambulo guida per 23km e uccide la suocera: assolto


Kenneth Parks, un uomo di Toronto (Canada), è stato assolto per il delitto della suocera del 1987. Parks, allora 23enne, soffriva di insonnia dovuta dallo stress di un momento difficile della sua vita: era pieno di debiti di gioco ed era senza lavoro.

Così una mattina, si è alzato, è entrato in macchina ed ha percorso 23 km per giungere a casa dei suiceri. Kenneth ha accoltellato i due, uccidendo la donna. Fino a quel momento era in ottimi rapporti con loro.

Parks si è immediatamente recato alla stazione di polizia dove ha detto ad un agente “Credo di aver ucciso delle persone”. Dopo diversi anni, la difesa è riuscita a convincere i giudici e la giuria che il fatto è avvenuto quando Kenneth era sonnambulo, e non aveva nessun movente per commettere il delitto.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Ogliastrino - 27 Aprile 2010, 12:16:59 pm
Sonnambulo guida per 23km e uccide la suocera: assolto


Chissà quanti generi/nuore sonnambuli salterebbero fuori qui se una sentenza del genere venisse pronunciata in italia.  :asd:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:11:28 pm
UOMO FA SESSO CON UNA GALLINA ED È COSTRETTO AD ANDARE IN OSPEDALE

Si è dovuto recare all'ospedale per una visita alquanto imbarazzante un uomo della valle Vegezzo. L'uomo, dopo aver tentato di avere un rapporto sessuale con una gallina, si sarebbe infatti dovuto recare al pronto soccorso dell'Ospedale San Biagio di Domodossola in quanto, probabilmente a causa di una contrazione muscolare dell'avvenente pennuto, non riusciva più a liberarsi.

Fortunatamente i sanitari sono riusciti ad estrarre l'uomo dalla gallina prima che la moglie dello stesso tornasse a casa. Finché permane l'anonimato, dunque, la consorte non dovrebbe venire a conoscenza della rivale produttrice di uova.

Una fortuna davvero per l'uomo, il quale rischiava di rimanere in stretto contatto con la chioccia ancora a lungo, se il servizio di picchetto del 118 avesse continuato a credere che tutta la vicenda fosse solo uno scherzo.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:13:29 pm
UOMO ARRESTATO PER ESSERSI SOFFIATO IL NASO SULLA FIDANZATA

Un uomo di 44 anni è stato accusato il 10 aprile scorso dopo che la sua ragazza ha dichiarato alla polizia che il ragazzo si è tappato una narice del naso e gli ha soffiato addosso con l’altra.

La donna secondo il rapporto fatto dalla polizia di Crestview si è ritrovata del sangue e altre fluidi corporei sul viso, torace, braccia e pantaloni.

La polizia ha escluso che il sangue provenisse dalla donna dato che non aveva nessun segno violenza.
 
L'uomo ora è atteso in tribunale per il giorno 4 maggio.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:17:45 pm
AL FUNERALE, IL MORTO NON È NELLA BARA MA IN SELLA ALLA MOTO

I funerali di David Morales Colón, ucciso in Portorico, sono stati celebrati con un rito decisamente alternativo: il corpo del 22enne è stato ricomposto non nella classica bara, ma in sella alla sua adorata Honda.
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=m4da0okQfJQ&feature=player_embedded[/youtube]
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:19:55 pm
SESSO IN AUTOBUS DAVANTI A 50 PERSONE: DENUNCIATI

Stavano facendo sesso su un autobus davanti a 50 persone, tra cui anche bambini. Perciò l'autista decise di fermarsi alla prima stazione di polizia e di accompagnarli dentro. E' successo ad agosto dello scorso anno in Svezia, dove una coppia, una musicista e un agente immobiliare, era a bordo di un autobus turistico. I due hanno raccontato di non aver fatto sesso, ma di essersi solo scambiati baci e coccole, conditi da complimenti reciproci. Una testimone però ha detto ai giornali locali che le cose non sono andate esattamente così. "Cercavo disperatamente di tenere lontana mia figlia per non farle sentire le loro urla - ha detto la donna - la ragazza urlava 'dammelo, ragazzone' e 'più forte, dacci dentro animale!'". Non proprio frasi che si dicono durante le coccole, insomma. Ora i due sono sotto processo per atti osceni in luogo pubblico e rischiano una pesante multa
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:22:39 pm
UBRIACHI PESANO IL PENE AL BANCO DELLE VERDURE

La STV, la televisione scozzese, riferisce del processo al Sig. James Jones, di 33 anni, incriminato per avere – in stato d’ubriachezza – pesato il proprio apparato genitale sulla bilancia automatica del reparto frutta e verdura di un supermercato di Edimburgo. Secondo il personale del negozio, Jones e un suo amico hanno disteso i peni nudi sul piatto dell’apparecchio, spiegando ai commessi accorsi che: “Vogliamo solo vedere quanto pesano i nostri c***i”. Di fronte però a qualche incertezza nelle testimonianze oculari – e per il fatto che le telecamere di sicurezza avevano ripreso l’uomo solo di schiena mentre compiva l’atto – il magistrato ha ritenuto di assolverlo dall’addebito.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:24:55 pm
RAPINA UNA PIZZERIA MA LASCIA IL SUO CURRICULUM: ARRESTATO

Il sito Reviewjournal.com riporta la notizia di una rapina a mano armata fatta da un ragazzo di Las Vegas tale Alejandro Martinez di 23 anni nella pizzeria Murphy's Pizza di Las Vegas.

Le autorità  locali dichiarano che Martinez è entrato nel locale e ha chiesto una pizza e una domanda di lavoro da compilare, l'uomo si è messo a scrivere aspettando il momento propizio, dopo un pò ha estratto l'arma da fuoco da sotto la camicia e ha portato via 200 dollari d'incasso, fuggendo dal locale l'uomo si è diretto di corsa verso la macchina, ma sfortunatamente per lui un testimone gli ha preso la targa.

Martinez dopo poco tempo ha ricevuto la visita dei poliziotti che lo hanno arrestato. Quando la polizia è tornata sulla scena del crimine ha trovato una prova in più, Martinez ha infatti scritto sulla domanda di lavoro i suoi reali dati anagrafici e l'indirizzo di casa chiudendo così il caso in maniera definitiva.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:27:13 pm
USA, DONNA VENDE PAESINO SU EBAY PER 360 MILA DOLLARI

Un villaggio dello Stato di Washington è stato venduto per 360mila dollari su eBay. Wauconda, un paesino completo di distributore di benzina, negozio, casa e perfino di codice di avviamento postale, era stato offerto al migliore offerente sulla casa d'aste online da Daphne Fletcher, l'unica residente. Wauconda aveva visto negli ultimi tempi calare la sua popolazione da oltre 300 abitanti nel 1900 ad uno soltanto, per l'appunto la Fletcher.
"Perché comprare una casa quando puoi avere la tua città", aveva scritto la donna nell'offerta d'asta: "Sono stanca e voglio andare in pensione".
L'unica proprietaria e residente del villaggio aveva comprato la proprietà nel 2007 per 180mila dollari: le è andata meglio di molti altri proprietari di case negli Stati Uniti che hanno visto svanire, con lo scoppio della "bolla del real estate", il loro sogno immobiliare.

Hanno ceduto al miraggio di possedere la propria città Maddie e Neal Love che sei settimane fa hanno firmato il compromesso. I coniugi Love, "entusiasti motociclisti appassionati di Harley Davidson" sono rimasti conquistati dai grandi cieli di Wauconda "da cui puoi vedere la Via Lattea" e a colpi di click sul mouse hanno battuto 112 rivali.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:29:31 pm
INDIA, MISTERO NEL VILLAGGIO: "220 COPPIE DI GEMELLI"

Un'equipe di medici indiani sta cercando di risolvere il mistero del villaggio di Kodinhi, a Kerala, dove vi sono 220 coppie di gemelli nate da duemila famiglie. Gli esperti guidati dal dottor Krishnan Sribiju si sono recati nel remoto villaggio tropicale, ma senza trovare al momento una spiegazione al boom di parti gemellari, pari ad almeno sei volte la media nazionale. Solo nel 2008, nel villaggio sono nate 15 coppie di gemelli e ci si aspetta per quest'anno un numero superiore. Negli ultimi cinque anni sono nate 60 coppie di gemelli, un tasso in crescita di anno in anno. Inoltre, si ritiene che esista una discrepanza tra la registrazione delle nascite e i numeri effettivi.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:32:14 pm
UBRIACO GUIDA L'AUTO DI BARBIE, GLI RITIRANO LA PATENTE

Paul Hutton, 40 anni, è stato fermato dalla polizia mentre guidava - in stato di ebrezza - un'auto elettrica nei pressi della sua casa nell'Essex. Risultato? La polizia gli ha levato la patente. In Inghilterra è la notizia del giorno, perché Hutton, padre di quattro figli (Simone di 17 anni, Calum di 14, Laina di 12 e John di 11), un ex ingegnere aeronautico della RAF che studia ingegneria elettronica al Colchester Institute era alla guida dell'auto elettrica di Barbie...

"Non discuto la mia punizione, solo un po' sorpreso, ha spiegato Hutton ai giornalisti del Telegraph dopo l'udienza presso il tribunale di Colchester che ha confernato la pena. Fra le domande dei magistrati anche quella di come diavolo abbia fatto a infilarsi in una macchina progettata per un bambino di tre anni. "In origine era una macchina rosa di Barbie - ha spiegato Hutton - ma l'ho un po' modificata montando ruote un po' più grandi..."

In realtà l'ingegnere stava collaudando la sua Barbie-car, un piccolo progetto nell'ambito del corso di ingegneria elettronica, ma auto di Barbie o no, aveva un tasso alcolemico doppio rispetto a quello consentito dalla legge. Così si è beccato un divieto assoluto di guida per tre anni (era recidivo, perché aveva già ricevuto un'altra sanzione del genere) il sequestro dell'auto e l'obbligo di pagare le spese processuali.

Sembra una comica, ma non lo é. Anzi, se possibile c'è anche di peggio: visto che l'automobilina di Barbie ha una velocità ridicola (è più lenta di un pedone), Paul Hutton ha chiesto uno sconto di pena. E i giudici gli hanno abbonato 12 mesi di sospensione di patente..
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:35:57 pm
ALLARME KAMIKAZE: VIBRATORE ANALE SCAMBIATO PER UNA BOMBA

South Lake Tahoe, California - Il giorno 7 aprile un vibratore anale è stato scambiato per una bomba, questo ha causato l'immediata evacuazione di vari uffici ospedalieri.

L'incidente ha avuto inizio alle 4:30 quando una macchina della polizia ha sorpreso Steven Ferrini di 60 anni, in una zona di parcheggio vietata, sulla Highway vicino a Luther Pass.

Il poliziotto ha arrestato l'uomo che era in evidente stato confusionale per via delle droghe assunte ed era in possesso di metanfetamina.

Nel corso di una successiva verifica, gli agenti hanno trovato "un filo sospetto, con un interruttore", secondo il rapporto dei poliziotti il filo partiva dalla tasca sinistra e finiva nella cavità anale.

A quel punto gli ufficiali hanno deciso di portare l'uomo in ospedale, ma durante il colloquio con il medico, Steven Ferrini ha iniziato a parlare di congegni esplosivi e di come fare delle bombe".

Dopo queste dichiarazioni gli ufficiali sono diventati sospettosi pensando ad un uomo kamikaze, a quel punto hanno fatto evacuare gli uffici dell'ospedale e hanno contattato gli artificieri. Tutto questo verso le 5:45 secondo il rapporto degli ufficiali.

Alle 9 del mattino, gli artificieri hanno fatto rientrare l'allarme comunicando ai poliziotti che quello in questione non era un ordigno esplosivo ma un semplice vibratore anale che successivamente è stato rimosso.

Alle 9:20 gli uffici sono stati nuovamente riaperti al pubblico.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:42:14 pm
NUBE VULCANICA: ITALIANI PAGANO TARIFFA RECORD, TORNANO DALL'ARTICO CON UN TAXI

Erano andati a sciare oltre il circolo polare artico, nel paradiso naturale norvegese di Lyngen, là dove le montagne toccano il mare. Per tornare in Italia, dieci milanesi, con lo spazio aereo norvegese chiuso da mercoledì notte causa ceneri vulcaniche, non hanno trovato di meglio che un viaggio in taxi: e sono partiti così, ieri, per farsi i quasi 4.000 chilometri da Tromso a Milano. Lo racconta l'edizione online del quotidiano norvegese Aftenposten. La compagnia di taxi di Tromso, città universitaria sul circolo polare artico che i norvegesi considerano la Parigi del nord, stima che la cifra sul tassametro all'arrivo sarà fra i 7 e i 14 mila euro. «È caro, ma a casa ci aspettano le famiglie ed il lavoro. Se non prendessimo il taxi non so quando potremmo rientrare» ha detto al quotidiano norvegese uno dei protagonisti dell'avventura, citato come Alberto Donieti. All'arrivo la cifra record è di 14mila euro! Per il viaggio la compagnia di taxi ha messo a disposizione della comitiva di milanesi un camioncino e tre autisti che si danno il cambio. Finora la corsa più lunga per un tassista di Tromso era stata verso località dell'estremo nord come Alta o Narvik. «È un'esperienza che si può fare solo una volta nella vita» ha detto il general manager della compagnia di taxi, Bjorn Lead, probabilmente pensando alla 'fortunà dei colleghi autisti. Che però non potranno ambire al Guinness. La loro corsa è infatti nulla rispetto al primato mondiale registrato dal libro dei record: un Londra-Città del capo e ritorno costato 62.908 dollari.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:46:52 pm
IN VENDITA IL PROFUMO ALLA VAGINA: VULVA È UN POTENTE AFRODISIACO

Difficile ormai trovare un limite all'inventiva dei responsabili del marketing. Quello che sembrava una boutade del web sta invece diventando un successo commerciale: si tratta del profumo di donna. Una società britannica ha messo a punto un profumo che, secondo quanto annuncia, prende spunto dagli aromi intimi delle donne. Un'ampia scelta di "gusti" viene fornita sul sito internet. E gli spot di questo prodotto diventano cult sul web.

(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/2223e221fefc5b5f7b6acb71eed12c57__400_570_fitwidth.jpg)
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:50:30 pm
A 30 ANNI PESA 152 CHILI, GLI UOMINI LA PAGANO PER VEDERLA MANGIARE

Una trentenne ragazza inglese ha trovato il lavoro perfetto, un impiego che la soddisfa completamente. Sassy Thomas, 30 anni, 152 chili di peso, data la stazza è una 'divoratrice', non di uomini, ma di cibo. Perciò ha deciso di monetizzare la sua dote migliore: gli uomini la pagano per vederla mangiare. Anche per questo, come scrive il Sun, dopo il suo dodicesimo muffin al cioccolato Sassy non riesce davvero a sentirsi in colpa. "E' il lavoro perfetto per me - ha detto la ragazza al tabloid britannico - riesco a mangiare tre pizze maxi, una cena per quattro al cinese e anche una torta al cioccolato. Sono orgogliosa di ciò che faccio". Sassy, che non si vergogna del suo corpo e fa anche parte di un club, il Big Beautiful Woman, riesce a guadagnare fino a duemila sterline al mese vendendo video e foto di se stessa mentre è alle prese con montagne di cibo. Gli acquirenti sono soprattutto uomini cui piacciono le donne grasse. "All'inizio non riuscivo a crederci, ci sono così tanti uomini che impazziscono per le ragazze grasse - ha detto ancora Sassy - per loro mi sento una dea".
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:52:25 pm
MILIARDARIO SALVA E SPOSA UNA SQUILLO MA LEI TORNA A FARE IL SUO LAVORO

Non tutte le Pretty woman story hanno un lieto fine. Ne sa qualcosa il miliardario americano Robert Brot, che ha tolto dalla strada la lucciola Lindsey DeLeon, regalandole una vita agiata. L'ha sposata e portata in Oklahoma ma ha poi scoperto che Lindsey era tornata al suo antico mestiere. Davvero triste il modo in cui il tycoon 57enne ha saputo tutto ciò: il classico annuncio hot su un giornale.
La ragazza, 26 anni, come la pretty woman del film aveva ammaliato il suo anfitrione, che l'aveva tolta dalla strada, arrivando addirittura a sposarla. Tutto bene per un breve periodo, poi il richiamo della foresta sembra aver avuto il sopravvento sulla DeLeon. Forse la noia di una vita tranquilla ha spinto la ragazza ancora sulla cattiva strada, o forse non bastavano i soldi che il marito le garantiva, tra cui un bonus da 50mila dollari.
Eppure Robert Brot non demorde e, tramite il suo avvocato, ha fatto sapere di voler perdonare la sua mogliettina, pronto a riaccoglierla a casa. Come finirà?
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:54:45 pm
LISTA DI CORNUTI SU INTERNET, PAESE IN SUBBUGLIO

A Lagoa da Prata non si parla d’altro da giorni, la città brasiliana, che conta circa 45mila abitanti, è finita al centro delle cronache nazionali dopo che un tale, che sul web si fa chiamare “ricardao”, ha pubblicato su internet, più precisamente sul sito di social network orkut, una lista intitolata “os mais cornos de lagoa da prata” che riporta i nomi dei cornuti della località.

L’elenco ha fatto tremare le coppie in città, tra litigi e minacce di separazione. Sebbene sia stato cancellato da internet pochi giorni dopo la sua pubblicazione, lo scottante documento ha continuato a girare e c’è sempre qualcuno nelle case, a scuola, nelle banche e nei negozi che dice di aver visto la lista, che inizialmente contava 17 nomi, sempre più aggiornata (addirittura fino a 300).

Alcuni presunti cornuti appaiono citati con il nome, il cognome, ma anche con riferimenti al posto di lavoro o ai parenti. Un uomo che è stato trovato mentre appendeva la lista in una filiale bancaria è stato portato in caserma, ma successivamente rilasciato. Altre persone sono indagate, ma la polizia non ha diffuso i particolari.

Nessuno sa chi ha creato la lista, ma alcuni suppongono che “ricardao”, che adesso è ricercato dalla polizia, abbia voluto vendicarsi contro le donne infedeli che vivono a Lagoa da Prata. Forse a sua volta vittima di un tradimento. Eppure, secondo uno studio del ministero della salute brasiliano a tradire il partner il 21% sono uomini, l’11% donne.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 22:59:06 pm
12ENNE SPENDE OLTRE 1000 EURO (DELLA MADRE) SU FARMVILLE!

Londra - Prima ha rotto il suo 'maialino' con dentro tutti i suoi risparmi - 288 sterline, quasi 330 euro - poi, non contento, ha usato la carta di credito della mamma e ha speso nel giro di poche ore altre 625 sterline - oltre 700 euro -. Succede in Inghilterra, dove un ragazzino di 12 anni ha speso oltre mille euro per curare la propria fattoria 'virtuale' su Farmville, il popolare gioco su Facebook che conta oltre 80 milioni di iscirtti nel mondo.

I suoi acquisti però sono stati notati dalla madre, che si è accorta delle transazioni sospette sulla sua carta mentre Facebook ha deciso di chiudere l'account del ragazzino.
La mamma però non riavrà i soldi spesi dal 'contadino in erba': questo perchè l'indirizzo da dove sono stati fatti gli acquisti coincide con l'indirizzo in cui è registrata la carta di credito. Alla mamma la banca ha spiegato che c'è un solo modo per riavere indietro i soldi: denunciare suo figlio alla polizia. Cosa che molto probabilmente la signora non farà. L'alternativa a questo punto per lei potrebbe essere quella di seguire la tendenza lanciata da Michelle Obama: prendere una casa con giardino e affidare a suo figlio la cura di un orto, vero e non virtuale.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 23:01:38 pm
LO CREDONO MORTO MA LUI SI SVEGLIA DALLA SBRONZA E VA AL SUO FUNERALE

Perdere un parente o un amico in un incidente stradale è una cosa tremenda. Ritrovarselo vivo e vegeto in chiesa, mentre si è seduti davanti ad una bara occupata da qualcun altro, risulta tuttavia altrettanto sconvolgente. E' questo è di fatto quanto accaduto alla famiglia di Ademir Jorge Goncalves, un muratore di 59 anni residente in Brasile.

L'uscita domenicale assieme agli amici - Goncalves era uscito assieme agli amici per una serata all'insegna del divertimento più sfrenato. Dopo aver passato molte ore con loro, e aver bevuto una quantità  non meglio precisata di superalcolici, il gruppo si è separato: ognuno è tornato nella propria abitazione, ma non il muratore. L'uomo, stando a quanto da lui stesso raccontato, è salito a bordo del proprio mezzo e, prima di far rientro, si è concesso qualche altro bicchierino. Il suo tasso alcolemico doveva esser molto elevato e alla fine è crollato, addormentandosi come un sasso sul sedile.

Un incidente lungo la strada di casa - Destino ha voluto che, mentre lui dormiva, si verificasse un incidente mortale proprio lungo la stessa strada che avrebbe dovuto percorrere per tornare a casa. Le auto coinvolte, e i relativi conducenti a bordo, erano irriconoscibili. Riuscire a comprendere pertanto si trattasse di lui o di un altro malcapitato, considerando anche che la prova del Dna richiede troppo tempo e denaro, e il fatto che in Brasile è consuetudine celebrare i funerali il giorno successivo al decesso, ugualmente impossibile.

Parenti rassegnati fanno celebrare il funerale - Tutti i famigliari e gli amici di Goncalves, addolorati per l'improvviso e inaspettato trapasso, non hanno potuto far altro che organizzare in fretta e furia la cerimonia funebre e dire così addio al proprio amato. Durante la cerimonia, tuttavia, una sorpresa, sicuramente piacevole ma sconvolgente: Ademir è entrato in chiesa, ma non in posizione orizzontale. Il muratore ha varcato l'uscio con le proprie gambe e si è diretto immediatamente verso i parenti lasciandoli senza parole.

Un lieto fine, ma un morto vero c'era - Dopo i dovuti chiarimenti la cerimonia è stata interrotta, anche perché il corpo all'interno della bara non era quello ipotizzato. La famiglia di Goncalves ha ricontattato la polizia locale che, dopo una più attenta ricerca, ha scoperto l'identità  della vittima dell'incidente, consegnandola stavolta alla vera famiglia.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 23:07:18 pm
NASCE LA PRIMA RIVISTA PORNO PER NON VEDENTI

Il suo libro si chiama Tactile Mind ed è pensato per essere 'sentito'. Lisa J. Murphy, artista canadese, non scrive mai libri normali: lo dimostra il suo ultimo prodotto, un libro di immagini tattili di nudi per adulti. Una specie di Playboy o Penthouse per non vedenti, una raccolta di immagini erotiche realizzata a mano in Braille, pensata per chi non vede, ma anche per chi in realtà ci vede benissimo. "Non ci sono libri di immagini tattili di nudi per gli adulti, almeno non c'erano l'ultima volta che ho guardato in giro", ha detto la Murphy al Telegraph. Tactile Mind contiene immagini esplicite, realizzate a mano dall'artista che ha raccontato come la creazione sia stata tutt'altro che semplice. Lisa ha raccolto alcuni amici, li ha fotografati e dopo aver ingrandito le foto, ha iniziato a elaborare le stesse con la creta: un processo da 40-50 ore ad immagine. Il libro si vende a 225 dollari canadesi, l'equivalente di 165 euro circa.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 23:09:17 pm
STUDENTI LASCIANO TORTA ALL'HASCISH IN SALA PROFESSORI, 10 RICOVERATI

Una decina di insegnanti di una scuola di Lueneburg, nel nord della Germania, sono finiti in ospedale per aver mangiato una torta farcita con hascisc, che avevano trovato, come dono anonimo, nella sala professori. Lo ha reso noto oggi la polizia.
Gli insegnanti hanno accusato nausea e vertigini. "Pensavano fosse un'intossicazione alimentare, ma i medici hanno individuato subito il problema: presentavano tutti i classici sintomi delle persone sotto l'effetto di droghe", ha dichiarato un portavoce della polizia.

Gli insegnanti non si erano insospettiti perchè non è raro per loro ricevere dolci dagli alunni, anche nell'ambito di un progetto scolastico per la raccolta di fondi.

Grazie all'esame del sangue e all'analisi di una fetta di torta avanzata si è accertato che si trattava di hascisc.
Sottoposti alle cure del caso, i professori sono stati dimessi. La polizia non ha identificato gli autori dello scherzo.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 23:12:23 pm
UOMO RIMANE EVIRATO E SI FA IMPIANTARE 2 PENI: LA MOGLIE LO LASCIA

Chi troppo vuole nulla stringe recita il detto. Lo ha capito Michael Gruber 40enne tedesco rimasto evirato in un incidente in moto ma che è riuscito, con un'operazione, ad avere un nuovo pene. E visti i risultati è tornato in clinica per averne uno ancora più "performante". Il medico, però, ha dovuto lasciargli il vecchio "impianto" per un po'. Alla vista dei due peni la moglie di Gruber è fuggita.

In realtà già il primo intervento di ricostruzione era perfettamente riuscito: il dottor Markus Kuentscher usando pelle, ossa e altri tessuti di Michael aveva ridato virilità al paziente. Un organo perfetto tanto che Gruber e sua moglie Bianca hanno concepito anche un figlio, Etienne, nato lo scorso anno.

Il focoso motociclista, però, visti gli eccelsi risultati della precedente "visita" è tornato dal dottor Kuentscher chiedendogli un pene migliore. Il dottore ha accettato l'intervento avvisando però Gruber che per dare modo al nuovo organo di avere una perfetta irrorazione sanguigna sarebbe dovuto rimanere anche il vecchio pene per alcune settimane.

Michael ha accettato ed è finito sotto i ferri. Tornato a casa ha mostrato orgoglioso i suoi due peni alla moglie la quale è rimasta sconvolta. Per questo ha fatto le valige ed è fuggita di casa con il piccolo Etienne.

Il medico ha rassicurato subito che il nuovo pene è perfettamente funzionante e che Gruber tornerà ad essere normale. "Quando mi toglieranno il vecchio pene - ha Michael dichiarato alla tv tedesca che sul caso ha girato un documentario - anche mia moglie tornerà a casa". In una vita tre peni, troppi anche per per una moglie innamorata.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 23:14:38 pm
VUOLE VENDICARSI DELL'EX FIDANZATA MA DEFECA NELL'AUTO SBAGLIATA

La testata newyorkese True Crime Report da notizia del Sig. Austin Purifoy, 18 anni di Las Cruces, New Mexico, arrestato per avere defecato nell’auto sbagliata. Il giovane infatti, volendo vendicarsi di una fidanzata – Desiree – che l’aveva mollato, ha pensato bene di scassinare la macchina della donna e di andare di corpo all’interno dell’abitacolo. Solo che ha errato nell’identificare il mezzo, il cui proprietario è arrivato mentre Purifoy era ancora impegnato nell’esecuzione del gesto. E’ scappato a gambe levate – più o meno – ma è stato preso dalla polizia poco dopo in un vicino canale di scolo. Essendo un perdente nato, quando gli agenti hanno chiesto cosa ci facesse nel fossato, ha risposto che si era nascosto perché non voleva che Desiree lo beccasse a fumare.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 23:16:36 pm
IMPIEGATO COMUNALE VEDE 780MILA SITI PORNO IN 9 MESI, GLI TAGLIANO LO STIPENDIO

Un impiegato comunale di 57 anni della città giapponese di Kinokawa è riuscito a visitare oltre 780.000 siti porno in nove mesi dal computer dell’ufficio, una media di 10.000 pagine al giorno, venti al minuto. Il comune non lo ha licenziato, ma lo ha degradato e gli ha ridotto lo stipendio di 190 dollari.

L’impiegato è stato scoperto solo quando un virus ha infettato il suo pc e i superiori hanno fatto fare un controllo sui siti visitati. Un funzionario del comune ha spiegato che nessuno si era accorto di nulla perchè ogni postazione di lavoro è separata dalle altre. Lo scorso luglio l’impiegato aveva raggiunto il suo record, riuscendo a visitare 177.000 siti porno in un mese.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 02 Maggio 2010, 23:19:52 pm
CILE: UOMO ASSUNTO COME "COLLAUDATORE" DI PROSTITUTE

La rivista Revista Don Juan riporta un caso decisamente curioso: Un modello Jamie Rascone ex DJ è stato assunto per fare un lavoro che molti italiani sognerebbero di fare, lui si occupa del "controllo di qualità" in un bordello VIP di Santiago del Cile dove la prostituzione è legalizzata.

Rascone stava scrivendo una storia sulla rivoluzione sessuale nel paese quando è stato contattato dalla responsabile del bordello, una certa Fiorella Companionos, sembra che far parte di questo bordello sia tutt'altro che semplice, le aspiranti lavoratrici del bordello devono superare diverse prove come quella fotografica, test psicologici e colloqui. Le ragazze che hanno superato brillantemente queste prove devono superare "il colloquio finale" e qui subentra il lavoro di Rascone, la sua professione è quella di "testare" le ragazze e mandare un rapporto dettagliato alla responsabile del bordello Madame Fiorella
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Maggio 2010, 15:26:46 pm
UN CANGURO ECCITATO MOLESTA LE DONNE CHE FANNO JOGGING

L’australiano Northern Territory News riferisce dalla cittadina di Tennant Creek dell’allarme seminato da un canguro maschio – molto visibilmente eccitato – che ha preso il vizio di molestare le donne che fanno jogging nel centro provinciale. Una delle sue molte vittime racconta: “Non c’era alcun dubbio su cosa voleva… Era un canguro gigantesco e metteva paura”. Un’altra signora, anche lei oggetto delle brame della bestia, chiarisce: “Era alquanto arrapato”. Secondo la fonte, un uomo che ha tentato di intervenire si è preso un pugno in faccia dall’animale. La polizia ha detto che “terrà d’occhio” la situazione
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Maggio 2010, 15:30:07 pm
81ENNE MALATO DI SESSO DOPO UNA CADUTA DA UN ALBERO

Ne abbiamo sentite di storie strane. Ma di cadute da un albero con conseguente voglia matta di sesso no. Questa proprio no. Eppure è quello che è accaduto a un 81enne biaschese, come racconta il qotidiano Blick.
I fatti in breve: la caduta del nonnino, il ricovero, e subito dopo il suo cominciare a frequentare assiduamente i locali a luci rosse ticinesi.
Una vicenda cominciata tre anni fa quando l'uomo, dopo essere caduto rovinosamente da una pianta del suo giardino, fu immediatamente ricoverato con sette costole rotte. Da qui, una troppo forte dose di antidolorifici che gli causarono un arresto respiratorio, poi il coma. Infine la guarigione, ma con tanto di irrefrenabili desideri sessuali.
Alla famiglia dello sfortunato protagonista, accusato di spendere troppi soldi per locali e prostitute, non è restato altro che denunciare la struttura oospedaliera arrecando come motivo i profondi danni al cervello. E l'81enne? Lui non sta poi così male nella sua nuova posizione di sex addict, spiegando di aver lavorato una vita e di voler essere ora libero di spendere il suo denaro come meglio crede.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Maggio 2010, 15:35:33 pm
FINISCE LA CARTA IGIENICA, SCRIVE SU TWITTER PER CHIEDERE AIUTO

Nell'era della comunicazione e della tecnologia, un caso del genere non poteva davvero mancare. Un noto disc jockey di Tokyo, Naika Tei, si trovava al terzo piano dell'Akiba Yodobashi, in un negozio di elettronica, ad Akihabara, ovviamente in Giappone. Trovatosi a corto di carta igienica, non sapendo come fare per risolvere il problema ha chiesto aiuto via web, scrivendo su Twitter: "Bisogno Urgente carta igienica al terzo piano dell’Akiba Yodobashi". Una ventina di minuti dopo l'appello, la rassicurazione: "Carta igienica arrivata con successo, grazie mille!". Chissà chi, tra le 900 persone che lo seguono sul sito di microblogging, era così pronto ad aiutarlo.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Maggio 2010, 15:37:25 pm
HA PROBLEMI DI EREZIONE, PER RISOLVERLI S'INFILA UNA MATINA NEL PENE: RICOVERATO

Farà il giro del mondo la notizia proveniente da Belgrado non per l'importanza quanto per l'effetto ridicolo che scatena: Zeljko Tupic è stato ricoverato d'urgenza dopo che, per prevenire i suoi problemi erettili, si è inserito una matita nel pene. Durante la notte di sesso, però, "l'attrezzo" è andato a conficcarsi fino alla vescica obbligando il povero Zeljko a chiamare l'ambulanza.
I medici sono stati costretti ad operare d'urgenza. E quando il paziente è risultato fuori pericolo hanno potuto tirare un sospiro di sollievo e farsi anche una risata. Zeljko ha confessato ai chirurghi di avere avuto in passato problemi di erezione. E dato che quella sera aveva un appuntamento galante con una nuova fiamma non voleva fare brutta figura.
Ecco dunque l'idea, che non sarà certo catalogata tra le più brillanti della storia: infilarsi una matita nel pene per mantenere l'arto rigido. Tutto bene all'inizio fino a che il povero Zeljko si è accorto che qualcosa non andava. Nell'amplesso la matita aveva iniziato a risalire su per l'uretra andando a conficcarsi fino alla vescica. I dolori lancinanti hanno costretto la coppia a chiamare d'urgenza un'ambulanza.
"Tupic ha detto di non sapere dell'esistenza di farmaci come il Viagra - ha detto il dottor Aleksandar Milosevic al quotidiano Kurir -. All'inizio aveva anche negato di essersi infilato qualcosa nel pene, ma poi i raggi X hanno chiarito tutto. In futuro - conclude il medico - Tupic proverà la pillola blu prima di mettere mano all'astuccio e provare con qualche altro oggetto di cancelleria".
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Maggio 2010, 15:38:53 pm
NANO CIRCENSE RIMANE INCOLLATO CON IL PENE NELL'ASPIRAPOLVERE: RICOVERATO

Voleva lasciare tutti a bocca aperta con un numero erotico mai visto prima, ma il suo show si è concluso con un imbarazzante ricovero d'urgenza in ospedale. Daniel Blackner, un nano circense, è stato trasportato al pronto soccorso dopo essere rimasto incollato con il pene a un aspirapolvere durante la sua performance al "Festival degli orrori" di Edimburgo. Per liberarlo dalla morsa dell'elettrodomestico c'è voluta un'ora.
"E' stato il momento più imbarazzante della mia vita - ha raccontato Blackner, in arte "Il Capitano Dan, il nano demoniaco"- quando mi hanno messo su una sedia a rotelle e portato al pronto soccorso con un aspirapolvere attaccato. Volevo sprofondare. Fortunatamente se ne sono accorti rapidamente e l'imbarazzo non è durato a lungo".
Il nano sarebbe dovuto apparire sul palco con un aspirapolvere attaccato al membro attraverso un aggancio speciale, ma il sistema brevettato dall'artista all'ultimo minuto si è rotto, e, per rimediare, Blackner ha avuto la bella idea di usare una colla extra-forte. "The show must go on", si deve essere detto l'impavido 42enne protagonista della vicenda poco prima di immolarsi alla causa dello spettacolo e di cospargere di materiale adesivo il tubo incriminato.
Stando ai medici che l'hanno curato e sono riusciti a staccarlo dall'elettrodomestico, prima di inserire il suo membro nel pertugio, il nano avrebbe dovuto aspettare almeno venti minuti, ma la scena dell'aspirapolvere attaccato al pene figurava nel primo atto dell'eccentrico spettacolo e non c'era più tempo per rimandare lo show. Per liberare Blackner dal tubo c'è voluta oltre un'ora, poi i medici lo hanno dimesso dall'ospedale con qualche raccomandazione. Chissà se il "nano demoniaco" seguirà i consigli...
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Maggio 2010, 15:42:05 pm
DONNA DICHIARA DI ESSERE RIMASTA INCINTA DOPO AVER VISTO UN FILM PORNO IN 3D

La moglie di un soldato dell'esercito americano, Jennifer Stweart, afferma di essere rimasta incinta guardando un film per adulti in 3D in compagnia dei suoi amici a New York.

A complicare la tesi della donna è la nascita del bambino, il colore della sua pelle è nera mentre la coppia ha la pelle bianca. Ma la fantasia della donna non ha limiti e ha spiegato così la stranezza: Il bambino somiglia ad uno dei protagonisti di colore della pellicola hard. Con questa tesi sta cercando di convincere tutti di essere rimasta incinta guardando il film in 3D.

"Un mese dopo aver visto il film, ho cominciato ad avere le vertigini e dopo vari controlli ho saputo di essere incinta", ha detto la donna 38enne.

Jennifer ammette anche il suo matrimonio con l'uomo, un militare degli Stati Uniti che era in servizio all'estero potrebbe essere nei guai: "Anche se mio marito ha creduto in me, il mio matrimonio potrebbe essere a rischio, ma lui sa che io sono fedele", ha detto.

Il marito Erick Jhonson, dalle dichiarazioni sembra dar ragione alla donna: "La vicenda mi fa sorgere qualche dubbio, ma io credo alla fedeltà di mia moglie e so che con la tecnologia di oggi tutto è possibile".   :ohmy: :ohmy: :ohmy:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Maggio 2010, 15:47:55 pm
DONNA FA SESSO CON GLI AMICI DELLA FIGLIA: “VOLEVO SODDISFARLI PER PROTEGGERE LA VERGINITÀ DI MIA FIGLIA”

Una donna di Anderson, California, è stata arrestata con l’accusa di avere fatto sesso con almeno tre ragazzi tra i 15 e i 16 anni. La donna Deborah Lee Towe, all’inizio aveva negato tutto, ma poi ha ammesso che dei contatti sessuali con i ragazzi ci sarebbero stati.
La Towe ha ammesso di essersi sentita lusingata dalle attenzioni da parte dei giovani amici della figlia, ma ha motivato le sue azioni con un’argomentazione piuttosto insolita: quella di voler proteggere la verginità dela giovane figlia. Secondo quanto ha raccontato, infatti, la sua intenzione era di permettere ai giovani ragazzi di scaricare su di lei la loro carica sessuale in modo che, una volta soddisfatti, fossero sessualmente “meno pericolosi” per la figlia.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Maggio 2010, 15:50:46 pm
BIMBO CINESE CADE NEL VUOTO MA SI SALVA GRAZIE ALLE ORECCHIE

Un bambino in Cina si è salvato da morte certa cadendo da un palazzo di otto piani, la sua testa è rimasta, per sua fortuna, incastrata nella ringhiera di un balconcino/finestra.

Ming Ming, sei anni, si è incastrato nella grata del balconcino/finestra per le orecchie.
E’ rimasto in sospeso, in alto sopra la strada, tra il terrore dei passanti giù in basso.

Le sue urla, udibili a livello della strada, hanno creato il panico tra i passanti preoccupati per la sua sorte.

I servizi di emergenza si sono precipitati per salvarlo, preoccupati che il peso del suo corpo potesse alla fine farli scivolare attraverso le sbarre o indurlo a soffocare.
Hanno usato un espansore di pressione idraulica per forzare le sbarre mentre sollevavano il bambino Ming Ming nell’appartamento della sua famiglia.
Una grande folla, raccolta nella strada sottostante, esultava per il salvataggio.

Si ritiene che si sia sporto dala finestra, mentre era alla ricerca del nonno, che l’aveva lasciato mentre dormiva per fare una commissione.
I Vigili del fuoco per bocca del portavoce Wang Shen hanno affermato si sia trattato di un miracolo.
Egli ha detto: ‘Avrebbe potuto cadere al suolo – o morire soffocato – in qualsiasi momento.’

(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/7c83fda79a7c3f87da7df8971a635083__400_356_fitwidth.jpg)
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Maggio 2010, 15:52:25 pm
CALCIATORE MUORE IN CAMPO: AMMONITO PER SIMULAZIONE

Goran Tunjic, un giocatore della squadra croata del Mldost Fc, disputava una partita di calcio contro gli avversari dell'Hratski Sokola quando è caduto per terra senza che alcun avversario lo colpisse. L'arbitro non ha perso tempo, fuori il cartellino giallo: ammonito per simulazione. Purtroppo l'azione del giudice di gara non ha suscitato alcuna reazione nel giocatore, esanime sul campo; Goran infatti era morto.
Rasenta il pazzesco quello che è accaduto in Croazia durante una partita di calcio. Soltanto dopo alcuni minuti l'arbitro infatti si è accorto dell'errore, ma sempre troppo tardi per intervenire. Per i soccorsi è stato tutto inutile.

Goran Tunjic è morto per un attacco di cuore, nonostante il calciatore non avesse mai avuto problemi di salute, secondo quanto ha detto il portavoce della squadra al sito Public Now. Questa volta a colpirlo non un avversario qualunque quindi, ma la fatale sorte. E anche per il giudice di gara ciò che è successo nel campo da gioco non sarà facile da superare.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 22 Maggio 2010, 15:55:35 pm
LA "CINTURA DI CASTITÀ" MODERNA: LINGERIE CON GPS INCORPORATO

Le femministe di tutto il mondo hanno reagito con orrore alla notizia di una nuova linea di lingerie dotata di un sistema di localizzazione GPS. Questa nuova gamma di biancheria intima è stata descritta come una moderna cintura di castità, high-tech.
“E' scandaloso pensare che gli uomini possano acquistare questo aggeggio e darlo alle loro partner per monitorale”, ha detto Claudia Burghart, leader di un gruppo di  femministe di Berlino.
“Non è nulla più che una cintura di castità per gli uomini insicuri”. Ha ribattuto la creatrice della lingerie Lucia Lorio, dal Brasile.

La lingerie GPS è venduta a 500 dollari, con un sistema di Global Positioning System di tipo standard, a 700 con un modello più avanzato.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Luglio 2010, 15:08:56 pm
Esasperato da uno scarafaggio gli dà la caccia con l'alcol e incendia la casa

Ha dato la caccia a un grosso scarafaggio in casa e ha tentato di dargli fuoco utilizzando, come combustibile, dell'alcol, ma ha incendiato l'appartamento: panico fra i vicini, due squadre dei vigili del fuoco al lavoro oltre ai carabinieri, appartamento distrutto e giudicato inagibile dai pompieri, padrone di casa all'ospedale in osservazione.

È accaduto a Lugagnano in Val d'Arda, nel Piacentino. Protagonista della vicenda un pensionato romagnolo di 61 anni, che vive nel centro del comune valdardese. L'uomo si era svegliato poco prima delle 4 del mattino, infastidito dalla presenza del grosso insetto.

Ha preso una bottiglia di alcol e ha inseguito lo scarafaggio vicino a una parete, spruzzandogli il liquido infiammabile. Subito dopo il pensionato ha dato fuoco all'alcool, con il risultato che le fiamme hanno immediatamente avvolto parete in legno, frigorifero e altri mobili.

L'uomo ha subito gridato aiuto, svegliando i vicini; le fiamme sono poi state domate dai vigili del fuoco, giunti da Fiorenzuola.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Luglio 2010, 15:11:54 pm
Entra nella sua stanza e chiede di non essere disturbato, ritrovato morto dopo 4 anni

I parenti avevano assecondato le sue volontà – “Non disturbatemi quando sono nella mia stanza” – aveva detto un uomo tedesco ai fratelli e sorelle che vivevano con lui.
E loro hanno obbedito, per 4 anni non hanno osato bussare o aprire la porta della camera in cui era andato a riposare.

Al momento della sua morte, il 50enne, viveva con 4 tra fratelli e sorelle, di età compresa tra i 44 e i 71 anni.

“L’uomo era abituato a farsi obbedire e si irritava molto facilmente. Circa, 4 anni fa, aveva chiesto ai suoi fratelli di non essere disturbato entrando nella sua stanza e loro per rispetto e paura, avevano obbedito. Immagino che siano passati davanti a quella porta molte volte, come è possibile che nessuno abbia mai avuto il coraggio di aprirla e guardare dentro?” – riferisce il portavoce della polizia Wounter De Vries.

Il corpo dell’uomo è stato scoperto quando il proprietario della casa ha deciso di fare alcuni lavori all’interno della stanza. Solo allora si è scoperto il corpo del defunto in stato di putrefazione.

“Un corpo in fase di decomposizione che emanava un odore molto forte, è veramente incredibile che i fratelli non si siano mai accorti di nulla.” – conclude il poliziotto.

Questa notizia è davvero incredibile, è impossibile che i fratelli non si fossero accorti di nulla e voglio sperare che dalla stanza si potesse uscire di casa, altrimenti come credevano che potesse vivere un uomo in una stanza per 4 anni senza cibo? Eppure è tutto vero.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Luglio 2010, 15:22:23 pm
Si sparano sul **censured** per vedere se fa male, ricoverati due uomini australiani

Due uomini Australiani sono finiti in ospedale dopo essersi sparati a vicenda sul sedere per capire se i proiettili di gomma delle pistole ad aria compressa fossero davvero dolorosi.

I due, entrambi 34enni, sono stati operati affinchè potessero essere rimossi i proiettili dalle loro gambe e sederi.

Secondo la polizia questo atto sconsiderato sarebbe nato dal fatto che i due uomini avessero bevuto per ore e fossero completamente ubriachi.

Entrambi, infatti, si sarebbero svegliati il giorno dopo con fortissimi dolori e ferite causati dagli spari della notte precedente e sono stati costretti ad andare in ospedale.

“E’ appurato che i due stessero solamente giocando e non ci fossero alcun conflitto dietro questa storia.” – dichiara il sergente Brendan Khan da Horsham, nello stato di Victoria.

“I due uomini hanno ammesso che la loro trovata è stata solamente una trovata stupida per capire se i proiettili facessero male”

Ora entrambi rischiano una denuncia penale per atti criminali e ad uno dei due è stato anche confiscato il porto d’armi.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Luglio 2010, 15:27:31 pm
Donna cerca un compagno, il figlio la mette in vendita su eBay a una sterlina

Speed date, appuntamenti al buio o via social network? Roba superata. Ora per trovare l’amore bisogna mettersi all’asta. O, perlomeno, questo ha pensato il 38enne James Doyan per migliorare la sfortunata vita sentimentale della propria madre che, dopo sette anni di storie sbagliate e con due divorzi alle spalle, si era rassegnata ad iscriversi a qualche sito online in cerca dell’anima gemella. Sandi Firth aveva chiesto aiuto al figlio per le pratiche di registrazione ed è stato a quel punto che l’uomo ha deciso di ricorrere all’idea dell’asta, piazzando su una pagina di eBay l’annuncio di vendita della 63enne genitrice, con tanto di foto a corredo e dettagliata descrizione, nella quale si esaltano le doti di “bellezza, abilità culinaria, educazione e attenzione per la famiglia” della Firth, definite “senza prezzo”.
IL SINGOLARE ANNUNCIO - L’annuncio prosegue spiegando che il soggetto in vendita «è usato» ma ancora «in buone condizioni, senza difetti né segni di usura» e che «ama vestire secondo gli ultimi dettami della moda, a dispetto dell’età». Esauriti i dettagli fisici, si passa a quelli caratteriali e qui la signora Sandi viene dipinta «come una donna forte, che ha cresciuto due figli (e 30 anni fa non era cosa da poco), testarda e caparbia, ma al tempo stesso gentile e generosa». Ecco perché i potenziali compagni dovranno essere «forti, desiderosi di impegnarsi, onesti e fedeli», oltre che alti più di un metro e ottanta. Ma la «condicio sine qua non» è che siano dei veri gentiluomini, prerogativa che, a quanto pare, non avevano avuto i precedenti fidanzati della Firth che, dopo il primo matrimonio durato 3 anni e il secondo ben 17, dal 2003 aveva collezionato una serie di incontri sballati, con uomini che le avevano mentito sia sulla loro età che sulla loro altezza. «Volevo fare qualcosa di davvero speciale per aiutare mia madre a trovare un nuovo partner – ha raccontato Doyan, un consulente gestionale di Crouch End, North London, al «Daily Mail» – perché il suo status di single mi stava facendo diventare pazzo. E così, essendo un tipo impulsivo, ho pensato che eBay fosse il modo migliore per generare interesse in qualcosa. Mia madre ha già la sua cerchia di amici nella comunità ebraica di Leeds, ma con questo sistema potrebbe arrivare a conoscere anche gente con la quale non ha alcun legame». L’annuncio appare nella sezione «collezionismo» del popolare sito d’aste e malgrado non vi siano ancora state offerte ufficiali, ha già attirato 250 visitatori, mentre il signor Doyan ha rivelato di aver ricevuto parecchie mail di potenziali offerenti che, però, chiedevano di «poter provare la merce prima di acquistare». «Inizialmente, è stato uno choc per me ritrovarmi su eBay – ha detto la Firth, che gestisce una società di ricerche di mercato a Leeds – ma mio figlio è uno che ci sa fare con le parole e mi ha convinto, anche perché i precedenti tentativi di trovare qualcuno attraverso gli appuntamenti in rete si erano rivelati degli autentici disastri». Alla faccia dell’antico adagio secondo cui «i soldi non fanno la felicità», si parte da un’offerta minima di una sterlina.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Luglio 2010, 15:29:56 pm
USA, donna si offre per pulizie di casa...anche senza vestiti

Una donna di Omaha (Nebraska) è al centro delle polemiche perché si propone per la pulizia di casa, anche in abbigliamenti esotici, che include il fare le pulizie a torso nudo, senza mutandine, oppure completamente nuda. La donna, Kia Carroll, 27 anni, ha iniziato a distribuire brochure della sua attività nel vicinato. Il prezzo per le pulizie completamente nuda parte da 125 dollari, mentre le pulizie nude con "soddisfazione" partono dai 175 dollari.

La Carrol, che fa la donna delle pulizie da diversi anni, ha spiegato che l’idea le è venuta quando stava prestando servizio per un barbecue, e le è stato chiesto di indossare qualche vestito esotico. La Carrol spiega di non essere una prostituta, ma di offrire "intrattenimento", e di divertirsi mentre fa un lavoro — quello delle pulizie — altrimenti noioso.

Ma le autorità non sono d’accordo, e stanno indagando: il procuratore distrettuale ha sottolineato che qualunque spettacolo che contenga nudità (e quindi anche fare le pulizie senza vestiti, mentre altri guardano) è illegale per le leggi del Nebraska.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Luglio 2010, 15:36:16 pm
Trova un cioccolatino a forma di pene, donna pretende scuse

Elizabeth McClure, 38 anni, stava mangiando i suoi cioccolatini preferiti, i Cadbury Nibbles, quando all'improvviso è spuntato fuori un cioccolatino a forma di pene. Elisabetta non è riuscita a vedere il lato divertente della situazione e ha chiesto le scuse da parte della società. La donna è convinta che qualcuno ha volutamente dato quella forma al cioccolatino, secondo quanto riportato dalla versione scozzese del quotidiano The Sun.

"Ho cercato di vedere il lato divertente della cosa, ma se penso che mio nipote di due anni poteva trovarlo mi sento male".

La signora McClure si è lamentata con la società fornitrice dei biscotti ma sostiene che l'atteggiamento riscontrato in loro è stato terribile.

Un portavoce della società ha dichiarato che in questi casi è previsto il rimborso completo se il consumatore non è felice del prodotto, ha inoltre cercato di giustificare l'accaduto dicendo che più biscotti si sono sciolti e hanno preso accidentalmente la forma di un pene.

(http://notizieincredibili.scuolazoo.com/be/file/ab6f1eb454890b906116cd01168369f0__400_557_fitwidth.jpg)
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Luglio 2010, 15:39:12 pm
Coppia si separa, moglie vuole metà della mobilia e il marito taglia in due i mobili con una motosega

Le separazioni fra coniugi possono essere particolarmente litigiose. Marito e moglie di Rocroi (nella regione delle Ardenne) si sono divisi i mobili di casa in modo singolare.
Lei, che ha chiesto il divorzio, si è vista prendere alla lettera dal consorte infuriato che, alla richiesta di dividere la mobilia comune, ha imbracciato una motosega e ha tagliato tutti i mobili in due. È stato necessario l’uso della gendarmeria per calmare l’ira dell’uomo.

Aveva segato in parti uguali il divano del salone, la tavola da pranzo e il computer. Quando i gendarmi sono arrivati hanno trovato la donna in stato di shock.

Il quotidiano locale “L’Union” ha diffuso la notizia, una vera replica dei dispetti che Hollywood mise in scena con “La guerra dei Roses”, interpretato da Michael Douglas e Kathleen Turner.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Luglio 2010, 15:41:54 pm
Aveva rapporti sessuali con una mucca, lo costringono a sposarla!

Un ragazzo di 18 anni, disoccupato proveniente da Bali è stato scoperto mentre intratteneva in un rapporto sessuale una mucca.
Il giovane, sorpreso da alcune persone con i pantaloni calati, si era convinto che la mucca fosse una giovane e bellissima donna e che fosse riuscito a conquistarla con complimenti e lusinghe.

Così gli abitanti del suo villaggio Yeh Embang, in Indonesia, avevano deciso di costringere il ragazzo a sposarsi con la mucca corteggiata permettendo così a tutta la comunità locale di potersi purificare dal peccato commesso nei confronti dell’animale.

Durante il rituale il giovane Alit, questo il nome del ragazzo,  è svenuto per l’emozione o per la paura, tra la disperazione dei genitori preoccupati per la sua salute.

Per sua fortuna, il matrimonio è durato ben poco dato che la sua consorte è stata sacrificata e affogata durante un rituale sulla spiaggia di Pecaruan. Anche Alit è stato sinbolicamente affogato.

Dopo il matrimonio e il rituale, finalmente la purezza del villaggio è stata ristabilita.

Alit ci penserà 2 volte prima di corteggiare nuovamente una mucca.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 04 Luglio 2010, 15:45:27 pm
Genitori denunciano l’insegnante per avere svegliato il figlio durante la lezione

Per chi è convinto che i genitori di oggi siano eccessivamente protettivi nei confronti dei figli, la storia di Vinicios Robacher, 16enne del Connecticut, può essere un’ulteriore conferma della propria idea. Vinicios infatti si era addormentato durante la lezione di matematica, e la professoressa di matematica, per svegliarlo, ha battuto il palmo della mano sul banco.

I genitori di Vinicios hanno pensato bene di denunciare l’insegnante perché, con il suo gesto, avrebbe danneggiato l’udito del ragazzo: avrebbe sbattuto la mano talmente forte che si sarebbe rotto un timpano. Non è però al momento disponibile un’analisi approfondita della condizione del ragazzo. I Robacher non hanno direttamente commentato il fatto, rimandando tutto al loro avvocato che, secondo fonti giornalistiche, riceverà un terzo dell’eventuale risarcimento concesso dal giudice.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 16 Luglio 2010, 16:26:19 pm
Uomo affianca una macchina di una donna e si masturba a 90 km/h

Secondo il quotidiano Lincolnshire Echo, un uomo inglese di nome Glenn Flello, di 28 anni, è accusato di essersi masturbato mentre guidava a 90 km/h nella città di Lincoln, nel Regno Unito.

Secondo la polizia, l'indagato si è avvicinato con la sua auto ad un veicolo guidato da una donna di nome Marie Stace e ha cominciato a masturbarsi.

La vittima ha detto che stava guidando a circa 90 Km/h quando l'uomo si è affiancato con la sua auto e si è sollevato con il sedere dal suo posto di guida mostrando il suo pene eretto nella sua mano sinistra mentre con la destra continuava a guidare.

La donna ha detto: "Mi guardava, cercava continuamente la mia attenzione suonando il clacson e oltre alla spiacevole sensazione ho avuto paura, la sua auto si stava avvicinando pericolosamente alla mia ma lui ha continuato a masturbarsi, mi ha fatto arrabbiare".

L'uomo che aveva precedenti penali è stato identificato e portato in prigione.
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 16 Luglio 2010, 16:28:35 pm
Nuova Zelanda, cane spara a cacciatore

L'espressione 'migliore amico dell'uomo' trova una smentita nella disavventura di un cacciatore neozelandese, colpito ad un gluteo da una fucilata sparata dal suo cane.

L'uomo, 40 anni, aveva concluso una battuta di caccia a maiali selvatici con un gruppo di amici nei pressi di Dargaville, nell'isola del nord, e si stava accomodando sul sedile posteriore del loro fuoristrada, quando il cane e' saltato dentro appoggiando una zampa sul grilletto e facendo partire il colpo.

Il cacciatore, il cui nome non e' stato divulgato, è stato trasportato in elicottero all'ospedale di Whangarei dove e' stato operato per rimuovere il proiettile e resta ricoverato in condizioni stabili. "Credevo che il fucile fosse scarico", ha detto alla polizia.

L'uomo è fortunato a non essere rimasto ferito più gravemente, ha detto il sergente Ian Anderson, che ha ribadito la necessità della massima vigilanza nel maneggiare armi da fuoco

Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 16 Dicembre 2010, 21:27:22 pm
, altro che le metropolitane italiane: smog, drogati, ladri..... :asd:
 (http://www.sharenews.it/immagini-e-video/austria-coppia-fa-sesso-in-metropolitana-boom-di-visualizzazioni-su-internet Austria: Coppia fa sesso in metropolitana[/url)
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: leccesemule - 17 Dicembre 2010, 13:00:21 pm
altro che le metropolitane italiane: smog, drogati, ladri..... :asd:

e si....molto meglio una sana sc.....biiiipp....che tutto quello......ahahahahahaha


Edit THOR: sistemato il quoting
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Ogliastrino - 19 Maggio 2011, 23:15:25 pm
Bella questa (http://www.unionesarda.it/Articoli/Articolo/223432)  :asd:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: leccesemule - 20 Maggio 2011, 11:00:05 am
Ogliastrino..... :nono2: ogni tanto escono malattie strane.....
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 20 Maggio 2011, 21:38:02 pm
Ma perchè fare tutto da sola??? Non si può trovare un aiuto per "alleviare" le sue sofferenze??? :grin:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: leccesemule - 21 Maggio 2011, 11:22:30 am
Ma perchè fare tutto da sola??? Non si può trovare un aiuto per "alleviare" le sue sofferenze??? :grin:
Lucarella strano che il nostro amico Thor non si sia ancora fatto sentire..... :wink2: :wink2:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 21 Maggio 2011, 13:24:08 pm
Lucarella strano che il nostro amico Thor non si sia ancora fatto sentire..... :wink2: :wink2:

Doveva essere un segreto, ma a te posso dirlo: è partito per il Brasile per curare una certa Ana Catarina Bezerra (http://img269.imageshack.us/img269/4781/sexj.gif)
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Ogliastrino - 21 Maggio 2011, 14:07:08 pm
(http://www.emuleitalia.info/fora/Smileys/emulta/lolabove1255465720259.gif)
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: leccesemule - 21 Maggio 2011, 19:37:35 pm
Doveva essere un segreto, ma a te posso dirlo: è partito per il Brasile per curare una certa Ana Catarina Bezerra (http://img269.imageshack.us/img269/4781/sexj.gif)
azz...azz... :aio: THOR manda una cartolina.... :yahoo:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Marco Detto Buffer - 22 Maggio 2011, 00:13:19 am
io vorrei una bella brasiliana al posto della cartolina.... è fattibile??  :whistling:

 :rotfl2: :wink2:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: THOR - 22 Maggio 2011, 16:20:10 pm
Meglio le sarde  :asd:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Ogliastrino - 27 Febbraio 2012, 18:32:49 pm
Scilipoti se la spassa a Rio e a Montecitorio manda un sosia

 (http://isegretidellacasta.blogspot.com/2012/02/scilipoti-se-la-spassa-rio-e.html)
Spoiler
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=EiX0Rt_wlDE[/youtube]

Farebbe quasi ridere se non ci fosse da piangere
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: THOR - 27 Febbraio 2012, 18:58:34 pm
Sempre colpa degli italiani fessi che li votano!
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Lucarella - 27 Febbraio 2012, 20:14:16 pm
Quasi quasi, me ne vado in Grecia :cry2:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: sbi82 - 28 Febbraio 2012, 00:45:59 am
Sì ma.. E' proprio vero che non c'è mai limite al peggio!  :sad:

Sempre colpa degli italiani fessi che li votano!

Purtroppo hai proprio ragione THOR....  :sad:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Marco Detto Buffer - 02 Marzo 2012, 14:34:53 pm
Scilipoti se la spassa a Rio e a Montecitorio manda un sosia

 (http://isegretidellacasta.blogspot.com/2012/02/scilipoti-se-la-spassa-rio-e.html)
Spoiler
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=EiX0Rt_wlDE[/youtube]

Farebbe quasi ridere se non ci fosse da piangere

ne ha sette di sosia   :angry2:

http://video.repubblica.it/rubriche/allegro-purtroppo/misteri-svelati-i-sosia-di-scilipoti/89436?ref=fbpr
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Ogliastrino - 02 Marzo 2012, 17:39:28 pm
ne ha sette di sosia   :angry2:
  :fear: :fear: :fear:

Un vero patito dell’ubiquità  :asd: ma... chi li paga quei sette?  :eh: Temo di indovinarlo  :whistling:
Titolo: Re: Quando la cronaca rasenta l'umorismo
Inserito da: Ogliastrino - 03 Aprile 2012, 14:46:16 pm
Cile, Gustavo Cordera canta completamente nudo in onore degli indios
(http://www.leggo.it/zoom/cile_nudo_sul_palco_in_onore_degli_indios_foto/notizie/174043.shtml)
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ZWWQn2qTXCo&feature=related[/youtube]
:rotfl2: